Sentenza Tecmo

L'8 Marzo la Corte Suprema di Nagoya ha finalmente posto fine a una battaglia legale che andava avanti da anni e che vedeva contrapposti la Tecmo, produttrice della famosa saga Gallop Racer, e un gruppo di proprietari di cavalli. La softo nipponico aveva inserito nei propri giochi i nomi reali dei cavalli senza chiederne la preventiva autorizzazione ed infatti è stata condannata ad un risarcimento di 2.340.000 yen.

TI POTREBBE INTERESSARE