Sony investe sulla guerra in Iraq

Il titolo, volutamente provocatorio, riassume però con sufficiente efficacia l'operazione messa a segno da Sony. E' affiorata infatti oggi la notizia che la divisione americana del colosso nipponico avrebbe registrato lo scorso 21 Marzo, il giorno successivo all'inizio della guerra in Iraq, il marchio "Shock and Awe" (letteralmente "colpisci e spaventa"), frase coniata dal governo americano per descrivere i pesanti bombardamenti su Baghdad. Non è ancora noto se il marchio diverrà il titolo di un nuovo videogioco per PlayStation 2 ma, in tal caso, non sarebbe la prima volta che la guerra viene chiamata in causa per produrre videogiochi che sappiano sfruttare economicamente anche fenomeni che da sempre portano morte e distruzione. Lascio a voi qualsiasi considerazione sull'opportunità o meno di simili mosse commerciali.

TI POTREBBE INTERESSARE