System Shock 3? No, Bioshock!  0

Come anticipato ieri (link) è finalmente ufficiale: il seguito spirituale di System Shock 2 si farà e si chiamerà Bioshock. In una lunga intervista rilasciata ad una rivista americana, Irrational Games (la stessa software house di Freedom Force e Tribes: Vengeance) ha dichiarato di essere a lavoro su questo seguito da ben tre anni. Il gioco si baserà su una versione avanzata del motore grafico dello stesso Tribes: Vengeance (non ancora uscito da noi fra l'altro), che a sua volta è basato su una edizione potenziata dell'Unreal Engine.
Bioshock non avrà alcun collegamento con i due System Shock, nè conterrà riferimenti ad essi(almeno ufficialmente). Quello che unirà Bioshock a System Shock, a parte lo stesso Ken Levine (oggi general manager di Irrational Games ed ex membro di Looking Glass, defunta software house creatrice originale di System Shock), sarà lo stile di gameplay innovativo e l'atmosfera horror che pervadeva ogni singolo passo o mossa del protagonista.

La domanda è lecita: perchè non recuperare i diritti di System Shock per produrre un sequel ufficiale? La risposta l'ha data lo stesso Ken Levine, ma non oggi in occasione dell'ufficializzazione di Bioshock, ma ben tre anni fa. Leggete con attenzione questa piece ritrovata per caso negli archivi:

"Ci sono una serie di problemi con System Shock 3. Primo, anche se riesci a fare il gioco, come lo rendi di successo per le vendite? Secondo, anche se riesci a ottenere i diritti, ci sono così tante parti che ne detengono un pezzetto che il gioco si trasformerebbe in veleno per qualunque publisher (che sarebbe costretto a condividerne i proventi). Stranamente, la parte più facile sarebbe sviluppare il gioco..."
Dunque System Shock per ora non rivivrà per problemi puramente economici. Archiviata la domanda del secolo, torniamo a parlare delle caratteristiche intrinseche di Bioshock.
Bioshock ha luogo in un misterioso laboratorio genetico. Apparentemente questo laboratorio sembrerebbe un residuato della Seconda Guerra Mondiale, tornato a vivere grazie a scienziati del XXI Secolo, con lo scopo di realizzare arcani esperimenti nella biotecnologia e nella genetica. Questo laboratorio, che sarà più un "complesso scientifico", sarà esplorato in modalità prima persona. Ovviamente non mancheranno mostri, risultato di questi esperimenti, di varia natura: dal soldato mutato al drone.
Qui gli Irrational Games promettono un miracolo di intelligenza artificiale, definita Ecology, che verrà resa più verosimile possibile e che non ubbidirà a script preconfezionati.
Raccogliendo dai droni pezzi di DNA modificato definiti "plasmidi" si potrà modificare il proprio corpo a piacere per aumentarne resistenza, forza e altre capacità di vario genere.
Per quel che concerne le armi, saranno di cinque tipi comprese pistole e fucili. A differenza di altri giochi, in Bioshock non verranno date "armi belle e pronte" ma sarà possibile, anzi doveroso, aggiornarle con vari pezzi presi in giro. Da segnalare la possibilità di fare foto ai mostri (Beyond good & evil docet?) per scoprirne debolezze e ottenere bonus di forza negli scontri.
Sul quando potremo giocare a Bioshock non è dato di saperlo ma possiamo scommettere in un generico 2005.