L'esclusività di Splinter Cell Conviction era un passo "logico"  71

La logica è una questione soggettiva

Dopo la conferma dell'esclusività per piattaforme Microsoft di Splinter Cell Conviction, Alain Corre (direttore esecutivo di Ubisoft) torna a parlarne, sottolineando che la decisione sia stata in effetti un "passo logico" per la compagnia. Ed aggiunge che sia una decisione presa diversi anni fa e che si sia poi giunti alla sua effettività attraverso un lungo processo. In risposta alla domanda relativa ad una eventuale preoccupazione dell'azienda nel limitare le vendite del gioco a causa della sua esclusività su una sola console (oltre al PC) Corre risponde spiegando che ci siano un gran numero di utenti hardcore che posseggono entrambe le console e che, in ogni caso, anche chi possiea solo PS3 può scegliere di giocare su PC. Chi voglia quindi cimentarsi nel nuovo Splinter Cell "troverà certo un modo". Noi lo attendiamo in ottobre.