Videogiocatori sempre più anziani...

... o, per dirla meglio, l'età media del videogiocatore continua ad innalzarsi inesorabilmente. Secondo la Jupiter Research, una divisione della JupiterMedia Corporation, l'audience videoludica americana starebbe attraversando un importante cambio di paradigma: il consumatore medio sarebbe infatti già un adulto (23 anni), mentre la percentuale di hardcore gamers, di veri appassionati, dovrebbe aumentare del 40% entro il 2007, cioè dai 12 milioni ai 17 milioni previsti. Secondo Michael Gartenberg, in maniera abbastanza prevedibile, un simile cambio di rotta rispetto alla tradizione non è solo, in parte, effetto delle politiche di produzione, ma anche e soprattutto causa di tutti i cambiamenti nelle strategie produttive e di marketing che vedremo d'ora in avanti nell'industria dei videogiochi, con le compagnie attente a ritagliarsi nuove fette di mercato e ad accontentare la nuova audience adulta, esigente specialmente per quanto riguarda i contenuti. Altri dati interessanti includono che: un adulto su dieci possiede una console di nuova generazione; gli incassi del settore dei giochi per PC e console, già superati quelli del settore cinematografico per due anni di fila, dovrebbero crescere fino a 14 miliardi di dollari entro il 2007; la maggior parte degli introiti dell'entertainment viene dalle console casalinghe, non da PC, TV interattive o portatili.

TI POTREBBE INTERESSARE