Xbox annuncia Xbox Live Compatibility Programme  0

Xbox annuncia Xbox Live Compatibility Programme

Microsoft ha annunciato l'iniziativa Xbox Live Compatibility Programme, che coinvolgerà i quindici più importanti service provider europei. Obbiettivo dell'iniziativa è assicurare agli utenti un servizio di alta qualità indipendentemente dal provider utilizzato, coinvolgendo i partner a più livelli. All'Xbox Live Compatibility Programme prendono parte i seguenti provider broadband:

Belgio Belgacom; Telenet
Francia Wanadoo NOOS
Germania L'annuncio dei partner avverrà durante il CeBIT di Hannover, 12 marzo
Italia TELECOM ITALIA
Spagna Telefonica; Auna
Svezia TeliaSonera; UPC/chello; B2 Bredband
Paesi Bassi KPN/Planet Internet; UPC/chello
Regno Unito Telewest; NTL; BT Openworld


"Diamo il benvenuto a questi importanti provider broadband europei che hanno deciso di collaborare con noi per fare di Xbox Live una realtà a disposizione di tutti gli appassionati", ha dichiarato Robbie Bach, Chief Xbox Officer. "Xbox Live è totalmente indipendente dalla connessione broadband ed è progettato per essere compatibile con tutti i servizi broadband esistenti, anche quelli di provider che non aderiscono all'iniziativa. Tuttavia, gli utenti che desiderano collegarsi a Xbox Live e utilizzare il servizio di online gaming nel modo più semplice e veloce possono beneficiare delle speciali proposte sviluppate per il Compatibility Programme. Iniziative quali l?assistenza Xbox Live dedicata e router appositamente configurati per ottimizzare l'esperienza di online gaming degli utenti".

"Ci proponiamo di ampliare il numero dei partecipanti all'iniziativa Xbox Live Compatibility Programme nel corso dei prossimi mesi e in occasione del lancio di Xbox Live in tutti i Paesi europei durante il 2003", ha dichiarato Michel Cassius, European Director of Xbox Platform di Microsoft. "Abbiamo sviluppato un programma che prevede più fasi proprio per poter instaurare numerose e solide relazioni con il settore broadband. E questo è soltanto l'inizio, nei prossimi cinque anni ci proponiamo infatti di approfondire questi rapporti e di annunciare nuove collaborazioni".