7.6

Redazione

6.3

Lettori (3)


  • 2
  • 2
  • 5
  • 2

Smash CopsI poliziotti di riserva 3

Facendo il verso alla "real TV" che mostra criminali in fuga e pattuglie della polizia intente a speronarli per arrestarne la corsa, Smash Cops introduce diverse idee innovative in un contesto senz'altro spettacolare

Ventidue missioni, cinque vetture e il collaudatissimo sistema "a stelle" che consente di sbloccare le une e le altre: Smash Cops parte da una struttura solida e da questo punto di vista non teme alcunché, considerando che utilizza lo stesso approccio adottato da alcuni dei titoli di maggior successo App Store. Un approccio che premia la rigiocabilità e l'abilità, e che impedisce una fruizione "eterea" dell'esperienza in quanto il semplice completamento delle missioni col minimo sindacale non consente di proseguire nell'avventura oltre un certo punto. A ciò bisogna aggiungere che gli sviluppatori di Hutch Games si sono già impegnati a rilasciare nuovi livelli, arricchendo un pacchetto che già in partenza convince per quanto concerne la durata e il grado di sfida. Ma procediamo con ordine. I poliziotti di riserva Come accennato nell'introduzione, il gioco si ispira in modo abbastanza palese a certe trasmissioni americane che spettacolarizzano gli inseguimenti della polizia, e nei vari stage saremo chiamati appunto a metterci alla guida di una volante e acciuffare i cattivi di turno, cercando di fermarne la corsa con le maniere forti, ovvero speronando il loro veicolo finché non diventa inutilizzabile e si può procedere all'arresto. Un semplice tutorial ci spiega il funzionamento del sistema di controllo, che vanta un bel po' di aspetti originali: sul touch screen non ci sono i soliti pulsanti per sterzare oppure per accelerare, perché si fa tutto con un dito. Per la precisione, si mette un dito dietro la nostra vettura e in questo modo la si "spinge", come se ne avessimo agganciato il retrotreno. Finché teniamo la pressione sullo schermo, l'auto accelera e può dunque avvicinarsi al bersaglio designato, ma talvolta ciò non basta per imprimere la necessaria velocità alla manovra. A quel punto interviene la barra del boost, che si ricarica con il passare di alcuni secondi e ci permette, con un ulteriore tocco, di balzare rapidamente in avanti e dunque trasformare la nostra pattuglia in una sorta di ariete, capace nella maggior parte dei casi di far ribaltare il veicolo "nemico".

Dritti ai cespugli

Il cuore del gameplay di Smash Cops, ovvero proprio la ricerca dello "smash", dell'impatto, funziona alla grande e viene reso in modo perfetto anche in termini visivi, con un bullet time che enfatizza l'entità dello scontro. I poliziotti di riserva Inseguire lungamente la vettura di un fuggitivo, magari più veloce della nostra, e riuscire finalmente a centrarla di lato per farla capovolgere produce insomma una gran soddisfazione, che da sola vale indubbiamente i due euro e spiccioli del prezzo. Purtroppo, però, basta portare a termine un terzo delle missioni per avere ben chiari quelli che sono i limiti del prodotto sviluppato da Hutch Games: in primo luogo la praticità dei controlli, quasi impossibili da padroneggiare utilizzando i pollici e che quindi costringono a tenere l'iPhone in maniera scomoda; in secondo luogo la visuale, che non segue abbastanza rapidamente i movimenti dell'auto e si ritrova spesso a inquadrarci frontalmente, generando un bel po' di frustrazione. La presenza di un intenso traffico "ostile" nonché la brevità delle missioni sono invece assimilabili a "difetti a metà", considerando che il primo fattore serve per aumentare la sfida e il secondo per rendere l'esperienza fruibile anche in modo veloce ed estemporaneo. Niente da dire, infine, sul comparto tecnico, che fa sfoggio di una grafica discretamente fluida e dettagliata.
Smash Cops - Trailer del gameplay Smash Cops - Trailer del gameplay

Smash Cops è un prodotto molto interessante, con alcuni punti di forza particolarmente rilevanti e una struttura "a premi" solida e ben collaudata, in grado di intrattenerci per un bel po' di tempo mentre padroneggiamo determinate missioni per ottenere le stelle necessarie a sbloccare gli elementi successivi. L'approccio ai controlli touch è di certo originale e ha un suo perché, in quanto unisce precisione e immediatezza, ma andava supportato da una gestione della visuale più pronta, rapida e precisa: per com'è implementato attualmente, il sistema si lascia spesso andare a fastidiosi svarioni che rendono più amara un'esperienza altrimenti validissima. Al quadro finale manca forse una maggiore varietà nelle missioni, ma fondamentalmente i ragazzi di Hutch Games hanno fatto un buon lavoro e il gioco merita senz'altro i vostri soldi.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Azione coinvolgente e ben rappresentata
  • Struttura solida e abbastanza corposa
  • Ottimo comparto tecnico

Contro

  • Qualche problema con la visuale
  • Controlli non proprio praticissimi
  • Un po' ripetitivo