Forza Horizon Rally PackLa polvere all'orizzonte 

La prima espansione per il racing Microsoft dedicata allo sterrato!

Lungamente atteso, il Rally Expansion Pack per Forza Horizon è stato uno dei DLC maggiormente pubblicizzati di questo inverno, tanto da essere compreso prima ancora di uscire nel costoso Season Pass rilasciato insieme al gioco base. Sin dall'annuncio del considerevole costo d'acquisto (1600 Microsoft Points - circa 20 €) erano auspicabili sostanziose aggiunte per un contenuto che avrebbe avuto molto da dire, conseguentemente si è alzata però anche l'asticella delle aspettative. La polvere all'orizzonte Playground Games si trova quindi di fronte a un importante giro di boa; giustificare un prodotto simile coi tempi che corrono non è un'impresa facile, visto che molte delle volte non si riesce neanche a fare distinzione tra espansione necessaria e operazione lucrosa. Dopo averlo provato accuratamente, siamo pronti a darvi il nostro giudizio.

Ritorno in Colorado

Il Rally Expansion Pack ci accoglie subito con una sorpresa: non risulta integrato con la campagna principale, ma è una modalità apposita selezionabile direttamente dal menu principale. Tuttavia qualche legame è rimasto. Nonostante l'obbligo d'acquisto di una delle cinque nuove macchine da Rally disponibili, tra cui fanno capolino Subaru, Lancia e Mitsubishi, abbiamo ancora a disposizione il denaro virtuale guadagnato con le gare di Horizon per facilitarci il compito. Questo significa che chi ha completato il gioco base avrà ben pochi problemi a procurarsele tutte, in caso contrario sono sempre disponibili i gettoni virtuali acquistabili tramite Microsoft Points, ed è addirittura possibile sbloccare immediatamente tutti gli stage di questa espansione. La polvere all'orizzonte Ma torniamo all'inizio, la struttura della nuova modalità si allontana dallo spirito free roaming a cui eravamo abituati, obbligandoci a una serie di gare da affrontare in ordine. Ognuna di queste è suddivisa in quattro fasi, che portano il numero di circuiti a superare la ventina di unità. Lo scopo è guadagnarsi il braccialetto Rally attraverso i punti esperienza, proprio come nel festival di Horizon, per partecipare alla competizione finale. Operazione che impegnerà un buon numero di ore, senza contare il fatto che sia le macchine che i circuiti vanno ad arricchire rispettivamente la modalità giocatore singolo e multiplayer online. Non solo, qualsiasi vettura guadagnata nel garage può essere utilizzata in queste nuove gare, previa una apposita modifica per prepararla adeguatamente al tipo di competizione. Alla stessa maniera sono completamente compatibili le decalcomanie dell'editor, dove consigliamo di andare immediatamente, le creazioni della comunità sono al solito superlative e meritano tutta la vostra attenzione. Non mancano nuovi obiettivi per la gioia del nostro punteggio giocatore, che fanno sempre piacere. Tutte le gare sono sostanzialmente prove a tempo su circuiti a tappe, con la classifica che viene calcolata su cinquanta avversari e costantemente aggiornata sia nei tempi intermedi che il traguardo finale. Il tocco di classe finale è la presenza di un co-pilota che ci accompagna in ogni corsa. La polvere all'orizzonte

Sporchi e cattivi

Una volta in pista è immediatamente percepibile il timbro deciso da Playground per questa espansione, sicuramente meno permissiva del previsto e probabilmente arricchita da quella grinta che forse mancava al gioco base. Anche a livello facile, ed effettuando gare più che accettabili, sarà molto improbabile arrivare primi, condizione che obbliga a pennellare con precisione ogni traiettoria e trattare con un certo riguardo la rinnovata fisica, ancora legata a doppio filo alla serie di Forza, ma resa più ruvida per l'inasprimento delle condizioni del terreno. La polvere all'orizzonte Stavolta il freno a mano e la derapata sono concetti cardine da comprendere il prima possibile per non cadere in balia della polvere. Aumentata esponenzialmente anche la velocità, tanto che le ultime gare sono un tripudio di adrenalina dove anche il minimo errore viene pagato a caro prezzo. Online la lista virtuale dei concorrenti viene sostituita dai propri amici, aumentando la longevità di questo contenuto aggiuntivo. Tecnicamente i programmatori si sono limitati a replicare le parti migliori della mappa del gioco principale, allestendo percorsi rimaneggiati ad hoc per soddisfare i requisiti imposti da questo tipo di competizione. Purtroppo questo rappresenta uno dei maggiori limiti del DLC. Se da una parte è lodevole mantenere una coerenza stilistica con lo scenario del Colorado (che in fin dei conti caratterizza questa produzione), il senso di deja vu si fa davvero forte, considerando che ogni fase dei vari Rally è sostanzialmente una variante dello stesso circuito. Anche la palette di colori autunnali che governa ogni gara rischia di annoiare in fretta. Forse sarebbe stato auspicabile dirottare su qualcosa di diverso, agevolati dal vantaggio di una modalità scollegata da tutto il resto, per puntare su una maggiore varietà delle ambientazioni. A prescindere da questo, il Rally Expansion Pack è un'aggiunta che sviluppa positivamente un titolo già molto completo di suo, e l'ennesima dimostrazione dell'abilità di Playground Games nel genere dei racing games. La loro ultima fatica merita quindi decisamente un giro, anche se il prezzo per salire a bordo è tutt'altro che moderato. La polvere all'orizzonte

Consigliato

6.1

Lettori (10)

Pro

  • Coinvolgente e impegnativo
  • Tecnicamente superbo
  • Tante ore di divertimento

Contro

  • Sarebbe stata gradita maggiore varietà
  • Separato dalla modalità principale
  • Costoso