RAGE - The ScorchersRitorno nelle wasteland! 

E' tempo di spolverare la copia di quel RAGE che giaceva sommerso dalle novità natalizie

Non è facile capire le ragioni che possano spingere una software house a produrre un'espansione ufficiale ben 14 mesi dopo l'uscita di un loro gioco. RAGE è stato si amato da molti, ma purtroppo snobbato dall grande pubblico non riuscendo ad ottenere una mole di vendite tale da garantirgli una vita prolungata. Ma ecco che, contro ogni legge di mercato ed in modo forse anche un po' romantico (al giorno d'oggi), ID Software butta sul circuito dei digital delivery un corposissimo file di oltre 2 GB da scaricare per ampliare l'esperienza della loro creatura. Andate quindi a ritrovare RAGE nel vostro affollato scaffale, reinseritelo, e se ancora vi regala quei brividi... bhè, forse è il caso di provare quest'ultimo DLC!

Un gioco tutto da riscoprire

Dopo la riedizione di Doom 3 pensavamo che niente e nessuno potesse spingere oltre una software house nel tirar fuori un "vecchio" brand per ridargli vita una volta riposto sugli scaffali di casa. Ma se l'originale Doom 3 era uscito ben otto anni fa, questo RAGE in confronto è un ragazzino con "appena" 14 mesi sul groppone e, come detto, gli si aggiunge un nuovo DLC tutto dedicato dal nome "The Scorchers" (i Bruciati). Ritorno nelle wasteland! La prima espansione del titolo iD Software dopo più di un anno di attesa aggiunge al gioco principale una modalità inedita chiamata "Ultra-Nightmare", che come si evince dal nome spinge al limite il livello di difficoltà e la scaltrezza (già di per sé molto raffinata) dell'intelligenza artificiale del gioco. Ma il piatto principale dell'espansione è però una bella fetta di storia inedita della modalità campagna tutta da vivere, per un totale di circa due, tre ore di gameplay. Si tratta del primo e vero DLC escludendo ovviamente quella piccola missione nelle fogne scaricabile fin dai primi giorni di uscita del gioco. ID ha quindi praticamente snobbato il comparto multiplayer del gioco, abbandonato quasi subito da tutti i giocatori in quanto generalmente ritenuto poco competitivo, buttandosi (a nostro avviso giustamente) sull'implementazione e l'espansione della trama principale. Ritorno nelle wasteland! The Scorchers ci butta in pasto alle vicende riguardanti il famigerato clan del Bruciati, temibili e violenti personaggi senza scrupoli pronti a tutto: nell'avventura ci aiuterà un'avvenente biondina dagli abiti succinti di nome Sarah, che dopo averci salvati da un attacco ci accompagnerà attraverso le miniere e le poco attraenti wastelands di RAGE. Appena re-inserito il polveroso disco di RAGE nel tray di Xbox 360, notiamo subito come compaia la nuova modalità "Ultra Nightmare" dal menù principale ma non troviamo però alcun riferimento al file appena finito di scaricare, contenente per l'appunto "The Scorchers". Vi risparmiamo la fatica di trovare il "collegamento" che linka la trama principale agli eventi presenti nel DLC. Avete due opzioni. La prima: iniziare il gioco nuovamente da zero, e le missioni riferite all'espansione appariranno dopo circa tre ore. La seconda, molto più comoda, selezionate un salvataggio avanti nel gioco, magari anche verso la fine, e cercate l'Accampamento di Hagar perché è proprio da lì che inizieranno le vostre nuove avventure. Vi ricordiamo, inoltre, che completando la storia di RAGE si sblocca anche la modalità "Extended Play" che permette di girovagare liberamente per il mondo delle wastelands, così da poter ritrovare velocemente l'accampamento dal quale iniziare le nuove avventure. Appena varcata la porta che ci conduce nell'antro dei Bruciati, ed essere stati salvati da Sarah (tranquilli, non è uno spoiler, accade appena partiti), ci viene subito consegnata un'arma inedita per RAGE: la nailgun che tanto fece la fortuna del buon vecchio Quake, ovvero la sparachiodi. Ci sono anche due potenziamenti inediti disponibili nel DLC, ed usandoli si ottiene un'arma veramente potente, anche se terribilmente lenta (adatta quindi ai nemici più "grossi" e lenti). Ritorno nelle wasteland! In RAGE è stato fatto un grande lavoro di caratterizzazione e personalizzazione dei nemici, a partire dalla IA molto varia e raffinata che permette ad ogni "clan" di attivarsi in modo diverso, difendere in modo diverso, usare armi ed attacchi esclusivi. In questo caso i Bruciati vanno matti per il fuoco, come si poteva intuire, e quindi via libera a lanciafiamme e bombe molotov che ci renderanno la vita veramente difficile. Per iniziare è necessario attaccarli proprio nella loro tana, la raffineria, sotto colpi d'arma da fuoco e frecce infiammate, fino ad arrivare al boss finale veramente caratteristico e difficile da abbattere. Possiamo solo dirvi, per non rovinarvi nulla, che se alcuni punti di RAGE ci hanno ricordato Gears of War (ad esempio la parte finale di questo DLC, ambientata sui tetti), a volte Fallout, il boss vi ricorderà, forse, Panzer Dragoon. Una volta sconfitto potremmo accedere nella stanza dei trofei di Sarah, dove sono custodite tutte le reliquie precedentemente trovate nella campagna. Se aggiungiamo alla portata principale anche un gustoso contorno formato da molti extra, ecco che appare chiaro l'importanza di questo DLC e soprattutto la convenienza del suo prezzo: solo 400 Microsoft Points, circa cinque euro. Questi graditi extra sono, nella fattispecie, un nuovo capitolo di Mutant Bash TV (missioni extra) e due giochi d'azzardo come una sorta di Roulette Russa ed un Video Poker sul quale dilapidare i nostri risparmi. Ricapitolando: nuova campagna, nuova modalità, nuove armi, nuove missioni extra, nuovi contenuti. Prezzo contenuto. Cosa potrebbe volere di più un videogiocatore? DLC assolutamente consigliato. Anche per dimenticare il grigio finale di RAGE.

Consigliato

8.3

Lettori (15)

Pro

  • Tanta carne al fuoco
  • Ci ha fatto riscoprire un "vecchio" classico
  • Ottimo il prezzo

Contro

  • L'attenzione del grande pubblico è altrove adesso, dopo 14 mesi
  • Un po' complicato trovare la nuova missione DLC

TI POTREBBE INTERESSARE