Jedi tra le nuvole  28

Il secondo DLC a pagamento di Battlefront ci porta tra i cieli del pianeta Bespin

Versione testata
PlayStation 4
Digital Delivery
Steam, PlayStation Store, Xbox Store
Prezzo
14,99 €

Anche se dall'uscita di Star Wars Battlefront sono passati diversi mesi, possiamo dire che è soltanto adesso che il disegno degli sviluppatori sta prendendo davvero corpo. Dopo aver pubblicato alcuni aggiornamenti gratuiti, per i ragazzi di DICE è infatti arrivato a marzo il momento di mettere online Orlo Esterno, primo di una serie di contenuti a pagamento. Agli ambienti legati a Jabba e al suo palazzo hanno fatto seguito qualche giorno fa quelli di Bespin, pianeta dove abbiamo avuto modo di conoscere a suo tempo Lando Calrissian, nonché luogo che ha ospitato alcune scene tra le più famose della trilogia originale. Come di consueto, abbiamo passato qualche giorno tra i ranghi dell'Impero e dei Ribelli, per darvi il nostro parere sul nuovo DLC attualmente disponibile solo per chi possiede il Season Pass.

Lando Calrissian e le mappe di Cloud City sono il piatto forte del DLC di Battlefront dedicato a Bespin!

AT-AT all’attacco

Così come Orlo Esterno, anche Bespin presenta una serie di nuove mappe che vanno ad aggiungersi a quelle della versione base di Battlefront. Per l'esattezza troviamo cinque nuove ambientazioni, legate alla famosa Cloud City e dedicate alle diverse modalità di gioco. Al contrario dell'aggiornamento precedente, Bespin offre novità destinate anche a chi ama le modalità a più ampio respiro, aggiungendo nuove ambientazioni per partite come Assalto ai Camminatori e Squadrone di Caccia. Per quanto riguarda invece le mappe nella loro struttura, i ragazzi di DICE hanno fatto un buon lavoro nel riprodurre le aree di Bespin così come le abbiamo viste nella trilogia originale: facile riconoscere i lunghi passaggi di colore bianco tra le strutture, così come non poteva mancare la famosa stanza in cui Han Solo viene ibernato nella grafite.

Ovviamente, non tutte le mappe sono compatibili con le modalità che ospitano più giocatori: gli AT-AT possono muoversi solo in quella più grande, ambientata all'esterno tra corridoi, fontane e Ala-X schiantati al suolo, mentre a Squadrone di Caccia è dedicata una mappa che ci porta a combattere tra le nuvole e le piattaforme fluttuanti del pianeta. In termini stretti di gameplay, le mappe di Bespin presentano una buona varietà tra spazi più aperti e ambienti di passaggio più claustrofobici, dove lo scontro tra le due fazioni finisce spesso per concentrarsi per ottenere il controllo di un'area identificata come obiettivo. La natura prevalentemente aperta potrà fare felici i cecchini, per i quali non a caso arriva un nuovo blaster tra le armi aggiunte da questo DLC. Chi invece ama lanciarsi nel vivo dell'azione noterà probabilmente un'eccessiva assenza di punti di copertura in alcune aree, ma si tratta per lo più di fare un po' di pratica per capire come e dove passare per non ritrovarsi fritti dai laser degli avversari. Come nel caso di Orlo Esterno è presente anche una nuova modalità da 32 giocatori, intitolata Sabotaggio: in questo caso il pretesto viene offerto da alcuni raggi traenti schierati dall'Impero in giro per Cloud City, per impedire alle navi dei Ribelli di abbandonare Bespin. Chi fa parte dello schieramento in rivolta deve quindi conquistare le aree dove si trovano i generatori che alimentano i raggi, mantenendo poi il controllo dell'area di estrazione per permettere ai mezzi di partire. Per chi ha familiarità con il mondo degli shooter in prima persona, le caratteristiche di Sabotaggio suoneranno sicuramente familiari, visto che alla fine dei conti è una modalità di conquista e controllo.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Un ribelle in compagnia

Anche se l'articolo che state leggendo è dedicato ai contenuti aggiunti dal pacchetto a pagamento, merita una piccola parentesi anche la patch gratuita che ha aperto la strada a Bespin. La sua importanza sta infatti nel potenziamento del sistema di collaborazione, mostrando da questo punto di vista la volontà di DICE di avvicinare Battlefront alla serie Battlefield. Attraverso alcune misure è stata creata una maggiore sinergia tra partner di gioco, riconosciuti automaticamente dal sistema quando essi si trovano a combattere insieme. A questo scopo, il respawn accanto agli alleati avviene ora in modo più efficiente, e una volta che il nostro compagno viene ucciso per un certo periodo diventa possibile effettuare una vendetta eliminando il suo assassino. Un po' di gloria in più anche per gli assist, che vengono ora presi maggiormente in considerazione in fase di determinazione del punteggio individuale.

Arriva Lando

Le novità del DLC dedicato a Bespin non si fermano ovviamente alle sole mappe.

Ai nuovi blaster abbiamo già accennato nel paragrafo precedente, mentre le nuove Carte Stellari comprendono un binocolo in grado di segnalare la posizione delle truppe nemiche, una granata che blocca i movimenti degli avversari e un'abilità simile che permette di mettere fuori uso droidi e torrette. Le modalità di gioco che prevedono l'uso di velivoli sulle mappe di Bespin possono ora contare anche sulla Cloud Car, disponibile per entrambi gli schieramenti; la sua agilità la rende semplice da manovrare tra gli alti palazzi di Cloud City, mentre la coppia di dotazioni speciali comprende uno strumento in grado di confondere i sistemi d'individuazione nemici e un'immancabile coppia di razzi. Chiudiamo la lista di novità con un'altra parte del piatto forte, vale a dire i nuovi eroi introdotti da questo pacchetto. Nei ranghi dei Ribelli troviamo ora Lando Calrissian, personaggio che di certo non ha bisogno di presentazioni visto il ruolo chiave da lui svolto nella lotta contro l'Impero nella trilogia originale: vederlo finalmente in Battlefront è solo un piacere. Nel combattere i nemici, l'amico di Han Solo può far leva sulla sua elevata capacità col blaster in mano, oltre ad alcune abilità di supporto che lo rendono un po' meno immediato da giocare rispetto ad altri. Discorso completamente agli antipodi per l'eroe aggiunto all'Impero, cioè il cacciatore di taglie Dengar: un personaggio poco conosciuto, se non dai fan più accaniti di Star Wars, concepito essenzialmente per fare danno ai nemici con le sue abilità di attacco. Avviandoci verso la conclusione, per il DLC dedicato a Bespin possiamo fare più o meno le stesse considerazioni fatte a suo tempo con Orlo Esterno, rispetto al quale le aggiunte presentano ora novità anche per chi ama le modalità a più ampio respiro. Senza inventare nulla di particolarmente nuovo, ma sfoggiando altre ambientazioni famose viste negli episodi della vecchia trilogia, Battlefront resta dedicato ai fan del brand al quale è legato, che del resto hanno dimostrato di gradire quanto messo in piedi da DICE. Se state valutando l'acquisto di Bespin, vi consigliamo caldamente anche quello del Season Pass del gioco, anche per accedere in anticipo a contenuti che altrimenti pagherete di più per goderne in ritardo.

Multiplayer.it

Lettori

S.V.

Il tuo voto

PRO

  • Si sentiva la mancanza di un eroe come Lando
  • Ambientazioni di Bespin riprodotte fedelmente
  • Novità anche per chi ama le modalità a più giocatori

CONTRO

  • La Cloud Car non regge il confronto con gli altri velivoli
  • La modalità Sabotaggio sa di già visto
  • Tra tanti personaggi, perché proprio Dengar?

VAI ALLA SCHEDA DEL GIOCO

In digital delivery su PlayStation Store