La resa dei conti  5

Tutti i nodi vengono al pettine, nell'ultimo capitolo delle avventure di Batman targate Telltale Games

RECENSIONE di Rosario Salatiello   —  11 mesi fa
SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Quella che state leggendo è la recensione del quinto e ultimo episodio di Batman: The Telltale Series, intitolato City of Light. Il suo acquisto può essere effettuato solo insieme a tutto il resto della serie, al prezzo di 22,99 euro. Il testo contiene qualche spoiler sulla trama.

Realm of Shadows, Children of Arkham, New World Order e Guardian of Gotham. Sono i nomi dei quattro episodi di Batman: The Telltale Series che hanno preceduto City of Light, quinto e ultimo capitolo arrivato giusto in tempo per le vacanze di Natale. Una cavalcata iniziata ad agosto scorso, per calarci mese dopo mese nella storia con cui il team specializzato in avventure ha rivisto sotto la propria lente il passato di Bruce Wayne e della sua famiglia, scuotendolo alle fondamenta con una serie di idee originali. Idee che come testimoniano le recensioni dei vari episodi abbiamo per lo più avuto modo di apprezzare, tenendoci sulle spine per sapere quale sarebbe stato l'epilogo della vicenda che ha visto coinvolti alcuni dei volti più noti di Gotham City.

City of Light, inutile dirlo, riprende da dove avevamo lasciato l'episodio precedente, vale a dire con Harvey Dent definitivamente neutralizzato dopo una dura lotta, ma anche con Batman messo all'angolo dalle operazioni del Pinguino. L'ex amico è in realtà solo il problema minore, perché la banda dei Children of Arkham guidati da Lady Arkham continua a tramare un colpo a sorpresa destinato a calare in modo definitivo la città di Gotham nell'abisso della follia. Come speravamo, quest'ultimo capitolo ci porta immediatamente nel mezzo dell'azione: troviamo infatti Batman impegnato a salvare alcuni ostaggi in una trappola tesa dal Pinguino, il primo dei nemici sopra elencati destinato a vedersela con il ritorno del Cavaliere Oscuro. Una serie di eventi sorretti da un buon ritmo, interrotto solo da qualche punto fuori contesto come la parte riguardante Catwoman, ci porta fino all'inevitabile resa dei conti con Lady Arkham. Oltre a dare a Bruce Wayne la possibilità di chiedere perdono per i crimini compiuti dalla propria famiglia, facendo leva sull'empatia del giocatore nei confronti suoi e del povero Alfred, City of Light non si dimentica dei cosiddetti villain, soffermandosi in particolar modo sulla figura di Lady Arkham. Della donna, la cui identità ci è stata già svelata in precedenza, ci viene mostrato il percorso che l'ha portata a nutrire il suo folle desiderio di vendetta nei confronti dei Wayne e dell'intera Gotham. Dal punto di vista della trama il tutto si conclude senza particolari colpi di scena, risultando come dicevamo apprezzabile fino in fondo, quando arriva il momento di conoscere chi sarà il cattivo della Season 2 che a questo punto possiamo dare per scontata. In termini di durata, pur trattandosi dell'epilogo siamo in linea con l'ora e mezza degli episodi precedenti.

Bruce Wayne salva capra e cavoli in City of Light, episodio finale di Batman: The Telltale Series

Tutto come sempre

Considerando la linea conservativa adottata da Telltale Games per la sua serie dedicata a Batman, in termini di gameplay non ci aspettavamo nessun particolare cambiamento da City of Light. E infatti nelle sue dinamiche l'ultimo capitolo non si discosta affatto dai precedenti, presentando anche questa volta un'alternanza tra le fasi in cui si vestono i panni di Bruce Wayne e quelli di Batman. Se la scelta di dare al lato umano del Cavaliere Oscuro un suo spazio centrale si è dimostrata indovinata sin dall'inizio, nel caso specifico di City of Light possiamo dire che esiste una minore distinzione rispetto al passato tra le sequenze orientate al dialogo e quelle votate all'azione basata su quick time event, coinvolgendo maggiormente Bruce in queste ultime.

Sia nelle vesti di Wayne che in quelle di Batman continuiamo ad accedere alla modalità detective, grazie alla quale il protagonista riesce a ricostruire quanto avvenuto in un determinato luogo. Se avete letto le recensioni degli episodi precedenti saprete che questo è l'aspetto che ci è andato meno giù in assoluto, in quanto il minigioco si presenta con puzzle elementari che portano il giocatore a unire semplicemente due punti rappresentanti altrettanti indizi sullo schermo. Resta a nostro avviso un'occasione sfruttata male, perché sarebbe bastato poco per far sì che Batman: The Telltale Series portasse all'interno del parco giochi di Telltale quella ventata d'aria fresca che diversi fan continuano a chiedere. A questo punto, dunque, confermiamo che dovremo attendere la terza stagione di The Walking Dead per vedere se finalmente arriverà qualche novità in tal senso. Anche per il comparto tecnico continua a valere quanto detto in passato: sulla versione Xbox One in nostro possesso il numero di frame per secondo ha balbettato paurosamente in diverse occasioni, per fortuna soprattutto in avvio di episodio per stabilizzarsi poi col passare del tempo. Il ritmo di alcune scene d'azione ne esce però fortemente danneggiato, con tagli alle animazioni e gestione sballata dei quick time event. Buoni come sempre sia il doppiaggio (solo inglese, lo ricordiamo) che il disegno. Il taglio cupo di quest'ultimo si adatta perfettamente alla figura di Batman, risultando probabilmente come uno dei più ispirati dell'intera produzione videoludica targata Telltale Games.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Versione testata
Xbox One
Digital Delivery
Steam, PlayStation Store, Xbox Store, App Store, Google Play
Prezzo
22,90 €
Multiplayer.it

7.5

Lettori (9)

7.4

Il tuo voto

La resa dei conti arriva a questo punto anche per noi, che ci ritroviamo a dover valutare nel complesso Batman: The Telltale Series. A questo gioco va dato di sicuro il merito di aver creato un universo del Cavaliere Oscuro originale e coinvolgente, attraverso una storia che nella visione d'insieme viene raccontata piuttosto bene. Mentiremmo dicendo che non aspetteremo con impazienza l'arrivo della seconda stagione. Tuttavia, Batman: The Telltale Series presenta alcuni problemi che è difficile ignorare: non ci resta che sperare che possano essere proprio i nuovi episodi a colmare tali lacune.

PRO

  • Ottimo taglio artistico
  • La decisione di alternare Bruce Wayne e Batman si conferma indovinata
  • Trama originale e coinvolgente...

CONTRO

  • ...ma con qualche punto interrogativo
  • Modalità detective mai sfruttata a dovere
  • Diverse incertezze tecniche