RollerCoaster Tycoon TouchGiostre da toccare 

RollerCoaster Tycoon Touch porta sui dispositivi mobile l'essenza della simulazione targata Atari

Creata nel 1999 dalla fervida mente di Chris Sawyer, la serie di RollerCoaster Tycoon ha conosciuto nel corso del tempo fortune alterne, apparentemente incapace negli ultimi anni di rinnovarsi come hanno fatto diversi altri franchise nati più o meno durante lo stesso periodo. Giostre da toccare La formula alla base del gioco rimane tuttavia molto affascinante, come dimostra appunto RollerCoaster Tycoon Touch, che riesce nell'obiettivo di consolidare l'esperienza sui dispositivi touch (per il momento solo iOS) dopo alcuni episodi "di prova" che non avevano certamente fatto gridare al miracolo. Ma procediamo con ordine. Il nostro compito in questa simulazione è di gestire un parco dei divertimenti, cercando di farlo crescere sia in termini di metratura che di attrazioni al fine di aumentare esponenzialmente il numero di visitatori e, di conseguenza, gli incassi prodotti. Come più volte dimostrato, l'interfaccia touch si rivela pressoché perfetta per questo genere di applicazioni, consentendo di selezionare al volo oggetti, edifici e icone, nonché di modificare eventualmente la struttura delle montagne russe per renderle più divertenti e in grado di attrarre una quantità maggiore di persone. Dopo un giro sull'ottovolante, magari, i nostri visitatori avranno voglia di addentare un bel panino... oppure di recarsi rapidamente alla toilette. In entrambi i casi dovremo essere capaci di rispondere alle loro esigenze.

RollerCoaster Tycoon Touch si pone senza dubbio come la migliore riduzione mobile della serie

Bioparco

Le prime fasi di gioco con RollerCoaster Tycoon Touch sono come al solito deputate al tutorial, con un personaggio che ci prende per mano indicandoci le funzionalità dell'interfaccia, le categorie degli edifici disponibili e il sistema di potenziamento di ogni singola attrazione, che funziona tramite una soluzione molto simile a quella vista nel blockbuster Clash Royale, ovverosia attraverso la raccolta di carte che, collezionate in una certa quantità, consentono di effettuare un upgrade e poter dunque costruire un maggior numero di quei determinati oggetti. Giostre da toccare Ovviamente per completare l'opera serviranno anche delle monete d'oro, e qui casca il proverbiale asino: dopo poche ore ci si rende conto che l'approccio freemium della produzione Atari è tutto fuorché accomodante, e una volta terminato il denaro dovremo per forza di cose attendere qualche ora perché le casse delle nostre attrazioni abbiano racimolato la cifra necessaria a poter costruire ulteriori edifici e dunque proseguire nella creazione e nella rifinitura del parco. Al di là di questo piccolo, grande limite, bisogna tuttavia dire che gli sviluppatori hanno fatto un ottimo lavoro nel rendere coerente e accessibile l'interfaccia, nonché nell'inserire un lungo elenco di achievement che donano un forte senso di progressione all'esperienza, premiandoci peraltro con il rilascio di monete e carte. Gestire la posizione delle attrazioni, rendere più entusiasmante il percorso delle montagne russe, piazzare bagni pubblici e ristoranti nei punti strategici e fare attenzione alle esigenze dei visitatori, esplicate attraverso specifiche icone, si rivela un passatempo divertente e stimolante, sebbene piuttosto pesante dal punto di vista tecnico: nonostante l'uso di un iPhone 7, il gioco appare molto pesante e si è obbligati a chiudere le applicazioni in background o a riavviare il terminale perché i controlli acquistino la reattività necessaria a offrire un gameplay fluido e privo di incertezze.

Clicca per votare!
8.0

Redazione

4.9

Lettori (1)

RollerCoaster Tycoon Touch si pone senza dubbio come la migliore riduzione mobile della serie: un episodio ben strutturato, dotato di un'interfaccia chiara e intuitiva, nonché di un gran numero di attrazioni e di un sistema di upgrade interessante, che fa il paio con i tanti achievement sbloccabili nel corso dell'esperienza. Al netto delle attese di un modello freemium non propriamente amichevole e di una grafica un po' troppo pesante da gestire, finanche con un terminale di ultima generazione, ci troviamo di fronte a un prodotto di grande valore per chi è alla ricerca di un gestionale simulativo di questo genere.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Interfaccia molto ben organizzata
  • Tante attrazioni, tanti elementi da sbloccare
  • Grafica colorata e dettagliata...

Contro

  • ...ma piuttosto pesante
  • Modello freemium abbastanza limitante
  • Sonoro essenziale

TI POTREBBE INTERESSARE