Yo-Kai Watch: Wibble WobbleSpiritelli gommosi 

Gli Yo-Kai Watch infestano smartphone e tablet

Spiritelli gommosi Level-5 ha ormai dimostrato una grande capacità nello sfruttare brand cross-media proponendo prodotti di ottima qualità, e dopo i risultati raggiunti con il recente Yo-Kai Watch 2 su Nintendo 3DS ne abbiamo la conferma anche su questo spin-off per dispositivi mobile. Vista la tendenza di questo tipo di mercato, sarebbe stato relativamente semplice prendere i celebri spiritelli e mettere insieme un gioco semplice e immediato per sfruttare la scia del successo, ed è in effetti quello che il team ha fatto con Yo-Kai Watch: Wibble Wobble, solo che ci ha aggiunto la sua consueta classe e una cura certosina nel raffinamento dei vari elementi. Il gioco si basa su alcuni principi classici del puzzle game e presenta quegli elementi ibridi che si sono ormai canonizzati in una sorta di genere a parte con Puzzle & Dragons e simili, fondendo il principio del "match-three" con il gioco di ruolo e il collezionismo sfrenato di creature, ma il tutto viene calato nel clima tipico di Yo-Kai Watch e messo in scena con uno stile veramente unico. Ci troviamo dunque ad andare in giro per la mappa incontrando spiritelli di vario tipo e combattendo con questi per risolvere i problemi della città, possibilmente anche aggiungendo i vari fantasmini alla nostra collezione in modo da arricchire le possibilità di attacco a disposizione. Durante gli scontri dobbiamo associare tra loro, collegandoli con una linea da tracciare sullo schermo, vari Yo-Kai dello stesso colore in modo da farli assorbire l'uno all'altro e quindi sferrare un attacco di potenza diversa in base alla quantità di creature assimilate e alle caratteristiche di queste.

Gli spiritelli conquistano anche le piattaforme mobile con Yo-Kai Watch: Wibble Wobble

Cacciatori-raccoglitori di fantasmi

Spiritelli gommosi Nella schermata del combattimento, gran parte dell'inquadratura mostra dunque un cerchio all'interno del quale fluttuano gli Yo-Kai, evidentemente di consistenza gelatinosa, in un moto costante. La soluzione è estremamente piacevole e divertente nel tipico spirito fanciullesco della serie, anche se il continuo movimento degli spiritelli può spesso indurre in inganno nel cercare le giuste traiettorie per unirli insieme. La meccanica di gioco spinge a bilanciare tra la capacità di mettere insieme più Yo-Kai simili possibile e la velocità d'esecuzione, perché tutto concorre alla crescita di moltiplicatori e barre d'attacco che si traducono in attacchi più potenti e nell'innesco del "Fever Mode", con conseguenti sequenze speciali. Sono elementi semplici e piuttosto classici in giochi di questo genere, ma ancora una volta implementati con ottimo bilanciamento e stile, in grado di dare grande soddisfazione. Se si vince lo scontro è possibile conquistare lo Yo-Kai, che si unisce a noi di sua spontanea volontà o dev'essere "convinto" con caramelle e simili, stimolando in questo modo anche l'immancabile corsa al collezionismo che è poi la base stessa della serie Yo-Kai Watch nelle sua varie forme. Il grinding emerge immancabile dopo qualche partita, con la necessità di effettuare più volte gli stessi scontri per aumentare il livello (quello ottimale per affrontare i vari spiriti viene direttamente segnalato nel gioco), ma non è una meccanica particolarmente perversa, inoltre si ottengono progressi a prescindere dalla vittoria negli scontri rendendo ogni minuto di gioco effettivamente utile alla causa. Trattandosi di un free-to-play ci troviamo ad avere a che fare con micro-transazioni collegate alla barra di energia a tempo che costringe ad attese tra una partita e l'altra o con la possibilità di acquistare nuovi Yo-Kai e potenziarli con facilità attraverso semplici acquisti, ma non si tratta propriamente di estorsioni obbligate.

Clicca per votare!
8.2

Redazione

7.6

Lettori (2)

Ogni singolo elemento di Yo-Kai Watch: Wibble Wobble è perfettamente calato nel contesto unico della serie a cui si riferisce, e nonostante gli ingredienti che compongono quest'amalgama, se presi separatamente, non presentino particolari originalità, il risultato d'insieme è veramente unico. Sarà la caratterizzazione di Yo-Kai Watch o l'idea degli spiritelli fluttuanti, fatto sta che anche il più cinico detrattore di puzzle game o collezionabili, se ha una minima apertura al gusto nipponico, può rimanere ingabbiato nella tenera trappola degli Yo-Kai. Inoltre è un free-to-play di quelli non particolarmente diabolici, dunque dargli una possibilità non costa letteralmente nulla.

Giorgio Melani

Pro

  • Buona e ben rodata struttura ibrida
  • Gli Yo-Kai sono sempre irresistibili
  • Ben studiato il meccanismo del puzzle principale

Contro

  • È necessario un po' di grinding
  • La fluttuazione continua degli Yo-Kai può creare fastidi
  • Le micro-transazioni ci sono, anche se non invadenti

TI POTREBBE INTERESSARE