Eroi e supereroi  6

Con qualche giorno d'anticipo rispetto alla versione console, Injustice 2 approda su iOS e Android

Versione testata: iPhone (1.3) Digital Delivery: App Store, Google Play Prezzo: Gratis

Sono passati ben quattro anni dall'uscita di Injustice: Gods Among Us su App Store e Google Play, a quanto pare un lasso di tempo sufficiente perché gli sviluppatori di NetherRealm Studios potessero ridisegnare l'esperienza del loro mobile game in modo da renderla più vicina a quella dell'eccellente versione console.

Naturalmente la distanza fra i due prodotti rimane ampia, visto che su iOS e Android parliamo di un semplice picchiaduro gestuale, sottogenere che negli ultimi tempi va per la maggiore in ambito mobile ma che deve in qualche modo ancora trovare una propria identità, date le frequenti concessioni a meccanismi banali e ripetitivi. Una cosa è certa: per questo nuovo episodio ci siamo liberati delle card e dei quick time event in favore di un approccio più pratico e risoluto, con modalità piuttosto ricche sebbene lo story mode includa al momento il solo primo capitolo e si ponga dunque come un cantiere aperto, da sviluppare nel corso dei prossimi mesi. La trama e le cinematiche sono le stesse, splendide, viste su PlayStation 4 e Xbox One (doppiaggio in italiano a parte), dunque parliamo di una storia molto coinvolgente e ben narrata che fa da supporto ai match fra eroi e villain di un universo DC alternativo in cui Superman ha perso il senno e ha deciso di istituire un regime mondiale totalitario per azzerare la criminalità sul nascere. A cambiare è la struttura dei combattimenti, che in questo caso sfrutta i tradizionali team formati da tre personaggi e un sistema di controllo basato su tocchi e gesti, non privo di un certo grado di strategia ma spesso ridondante.

È un'ingiustizia!

La versione mobile di Injustice 2 offre il già citato story mode incompleto, una modalità arena per match in multiplayer asincrono e una campagna molto lunga, costruita secondo lo stile tipico delle produzioni freemium e dunque caratterizzata da improvvisi aumenti della difficoltà che obbligano a effettuare un po' di grinding oppure a investire denaro reale nel potenziamento del proprio team.

Un altro aspetto cruciale dell'esperienza sta nello sblocco di eroi e villain in molteplici versioni, ottenibili tramite l'apertura delle immancabili casse e potenziabili con l'uso di materiali che si ottengono vincendo i combattimenti. Insomma, parliamo di un sistema di progressione di stampo tradizionale, che basa il proprio fascino sull'ottenimento di nuovi personaggi ma al contempo pone una serie di limiti alla fruizione dell'esperienza, come il già citato aumento della difficoltà e l'energia d'azione, che richiede la spesa di alcuni punti (ricaricabili con il tempo) per potersi cimentare con nuove missioni. Injustice 2 si rivela dunque piacevole ma straordinario, sebbene sotto il profilo tecnico sia stato fatto un lavoro coi fiocchi: non solo le cutscene sono quelle presenti nella versione console del gioco, come riportato in precedenza, ma anche i modelli poligonali e le spettacolari special cercano di ricalcare quanto disponibile nell'edizione "maggiore", al netto di una resa per forza di cose inferiore. Quindi sì, manderete con Batman in orbita il vostro avversario per poi farlo bersagliare dal Batwing, oppure nei panni di Cyborg spedirete il nemico su Apokolips per farlo prendere a calci dalle truppe di Darkseid e accoglierlo al suo ritorno con un poderoso raggio laser.

Multiplayer.it

7.7

Lettori (5)

5.8

Il tuo voto

La versione mobile di Injustice 2 vanta sostanziali miglioramenti nelle meccaniche e nella struttura rispetto al primo episodio, presentandosi come un picchiaduro gestuale classico e un po' ripetitivo, ma al contempo forte delle cutscene, dei personaggi e delle spettacolari mosse speciali dell'edizione console. Lo sblocco di nuovi personaggi, l'obbligo di potenziarli e l'energia d'azione limitano talvolta in modo evidente la godibilità di un'esperienza che si rivela tuttavia piacevole, con un buon numero di sfaccettature e una mitologia di indiscutibile fascino.

PRO

  • Campagna molto lunga
  • Diversi elementi in comune con la versione console
  • Gameplay semplice e immediato...

CONTRO

  • ...ma anche limitato e ripetitivo
  • I meccanismi freemium si fanno sentire quasi subito
  • Lo story mode include al momento un solo capitolo