Samurai: Way of the WarriorKatane in cel shading 

Arriva sull'App Store un action game innovativo e spettacolare, visivamente unico nel suo genere e ricco di elementi davvero interessanti!

Samurai: Way of the Warrior per iPhone
In digital delivery su None

Nel Giappone feudale, i samurai non erano altro che soldati al servizio dei daimyo, ovvero i governatori locali. Si trattava di guerrieri di estrazione nobile, esperti nelle arti marziali e nell'uso della spada, che seguivano il codice d'onore del bushido. Katane in cel shading Vista l'assenza di legami, Daisuke Shimada, il protagonista di Samurai: Way of the Warrior, potrebbe essere più che altro equiparato a un "ronin", ovvero a un samurai senza padrone. Durante il suo peregrinare, Daisuke vede una donna in pericolo e accorre per salvarla, uccidendo i suoi assalitori. Non si tratta di scagnozzi qualsiasi, bensì dei servitori di Hattoro, un daimyo malvagio e potente che governa il suo territorio col pugno di ferro, diffondendo terrore e angoscia fra la popolazione. Hattoro non è solo crudele, ma anche furbo: si circonda di guerrieri dotati di straordinaria destrezza, in grado di proteggerlo da qualsiasi assalto e al contempo di sedare eventuali rivolte dettate dalla disperazione. Di fronte a una situazione del genere, Daisuke non può far finta di niente: forte delle sue convinzioni e della sua esperienza in combattimento, decide di dichiarare guerra all'esercito di Hattoro e di liberare la regione dalla sua malefica influenza.

Samurai! Vestizione!

Sviluppato dalla neonata Mad Finger Games, Samurai: Way of the Warrior si presenta ai possessori di iPhone con un carico di novità davvero entusiasmante. Il gioco utilizza lo schermo in modalità portrait (in verticale, dunque) e ci mette nei panni di Daisuke Shimada nella sua lotta contro le forze di Hattoro, utilizzando un sistema di controllo senz'altro originale: bisogna toccare lo schermo in un determinato punto perché il personaggio si muova in tale direzione, mentre il combattimento viene regolato da una serie di gesti che si Katane in cel shading traducono in altrettanti colpi dall'efficacia variabile. Tracciare una linea verso il basso, ad esempio, dà origine a un fendente verticale che in alcuni casi può letteralmente fare a metà il nostro avversario. Disegnare rapidamente due vettori convergenti fa partire invece una manovra doppia che mozza arti e teste. Più si va avanti nel gioco e maggiore è il numero di mosse eseguibili, riportate in un'apposita schermata per essere memorizzate. Il gameplay è semplice e lineare, bisogna in pratica esplorare le location alla ricerca di nemici e ammazzarli tutti per completare lo stage. Fra un livello e l'altro potremo goderci delle superbe sequenze in stile manga che raccontano l'evolversi della storia, mentre dalla schermata di avvio è possibile cimentarsi con una modalità secondaria che rappresenta a tutti gli effetti una sorta di "survival".

Inchinatevi di fronte allo shogun

I punti di forza del gioco risiedono senz'altro nella sua realizzazione tecnica, che fa uso del cel shading per rappresentare ambienti e personaggi. I risultati sono fantastici, merito anche di un ottimo uso dei colori e di uno scrolling sempre fluido e privo di incertezze. Daisuke è dotato di un buon set di animazioni, visto anche l'elevato numero di mosse eseguibili, e allo stesso tempo i suoi avversari vengono eliminati nei modi più truculenti, finendo a pezzi sotto i colpi della spada mentre sul terreno si sparge il loro sangue. Gli scenari sono bellissimi da vedere, profondamente diversi l'uno dall'altro e disegnati con grande attenzione verso i dettagli. Non ci si trova mai a percorrere strade che danno l'impressione di essere state "riempite a forza" di elementi grafici, e questo è importante. Il sonoro accompagna gli scontri come meglio non si potrebbe, grazie a melodie perfettamente in linea con l'atmosfera orientaleggiante. Gli effetti svolgono il proprio lavoro in modo convincente.

La versione testata è la 1.0

Clicca per votare!
7.0

Redazione

4.6

Lettori (3)

Samurai: Way of the Warrior è un action game graficamente eccellente, che ha stile da vendere, dotato di soluzioni davvero interessanti per quanto concerne il sistema di controllo e di combattimento. Eseguire le numerose manovre offensive disponibili si rivela semplice e divertente, soprattutto quando vanno a buon fine sminuzzando il nemico di turno. I problemi, purtroppo, vengono a galla dopo i primi stage, quando la resistenza opposta dagli avversari passa dal "completamente passivo" al "vendo cara la pelle". In tali frangenti, i controlli mostrano il fianco a una serie di problematiche che finiscono per sfociare in episodi di frustrazione. Ciò si aggiunge a un gameplay fondamentalmente limitato e ripetitivo, che trova nei soli combattimenti la propria ragion d'essere e non propone mai variazioni sostanziali. Un gioco da vedere e da provare, insomma, da cui però ci si aspettava maggiore sostanza.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Grafica splendida
  • Immediato e divertente
  • Sistema di combattimento innovativo...

Contro

  • ...ma piuttosto limitato
  • IA dei nemici mediocre
  • Un po' corto