Dungeons & Dragons Online Eberron UnlimitedDungeons & Dragons senza limiti 

Qualche colpo di remo è sufficiente per raggiungere l'isola di Korthos ed il suo pacifico villaggio di pescatori. Qualche attimo basta per accorgersi che attorno al villaggio, di pacifico, c'è ben poco.

Dungeons & Dragon Online Eberron Unlimited fa parte, come molti altri titoli usciti negli ultimi 5 anni, della schiera dei tentativi di offrire qualcosa di differente da World of Warcraft. Molti hanno provato Age of Conan, moltissimi stanno provando Aion ma quasi tutti rimangono saldamente ancorati al titolo Blizzard. Eppure resta forte l'idea che l'ingente numero di giocatori che continuano a guardarsi intorno consenta ampio spazio di manovra attorno al colosso targato Blizzard. Turbine prova ancora una volta a sfruttare questo spazio senza abbandonare D&D ma riformulando l'offerta secondo il trend delle microtransazioni che ha recentemente investito il mondo dell'entertainment videoludico.

Beta finita? Beta infinita!

In termini pratici Dungeons & Dragons Online Eberron Unlimited (e speriamo che non aggiungano altri titoli a ogni patch) è una final beta senza limiti quasi completamente fruibile dopo la semplice installazione. Per completare l'esperienza di gioco ci sono due opzioni: l'usuale pagamento di un mensile oppure l'acquisto diretto di oggetti, istanze, razze e classi. Monaco, Favored Soul, Drow e Warforged, per esempio, sono bloccate per chi non paga l'abbonamento, sono utilizzabili liberamente finchè si paga l'abbonamento e sono sbloccate per sempre se acquistate direttamente. Al pari funzionano i blocchi di avventure che comprendono missioni, istanze e reward. Dungeons & Dragons senza limiti Le prestazioni nelle zone miste crollano inesorabilmente L'idea di base non è malvagia. Chi non usa le nuove razze o deve ancora affrontare le prime quest non è costretto a pagare l'abbonamento e può giocare gratuitamente finchè non decide se abbonarsi o se comprare i pacchetti avventura uno per volta, pagando solo per ciò che desidera giocare. Ancora non si può dire se sia una scelta vincente e anche se la popolazione di Eberron Unlimited è già cresciuta non è detto che la fetta degli utenti paganti cresca. Ma potrebbe funzionare, soprattutto grazie a quella parte di utenza che non ha tempo o voglia di stare dietro a un'esperienza continuativa ma non si fa troppi problemi a spendere qualche euro per provare un personaggio o un'avventura. L'unica cosa certa è che nel caso di D&D online questo approccio non aiuta il lato hardcore del gioco. Infatti il DDO store consente non solo di sbloccare i contenuti ma permette anche di semplificare, e non poco, l'esperienza di gioco. Le facilitazioni dovute alla possibilità di avere in qualsiasi momento pozioni, armi, teletrasporti e ben cinque guardie del corpo contro la singola della versione gratuita, rendono il titolo molto più semplice per chi non si fa scrupoli e ha la possibilità di spendere denaro. Certo non c'è alcun PvP e quindi non c'è nulla che rischia di essere sbilanciato e D&D online resta un'esperienza da affrontare in solitaria o con una ristretta cerchia di compagni. Ma in questo modo sparisce completamente la sfida nei confronti delle istanze di alto livello.

Turbine Shop Points

Per comprare oggetti la valuta corrente di Dungeons & Dragons Online Eberron Unlimited è costituita dai Turbine Shop Points che possono essere sbloccati a pagamento o convertendo i favor points guadagnati completando missioni. Tutti i favor points di un account sono utilizzabili su uno qualsiasi dei personaggi che contiene ed è possibile dedicare uno dei due slot gratuiti per creare di volta in volta un nuovo personaggio e raccogliere favor points dalle missioni più semplici.
Esistono comunque una serie di bonus per chi è abbonato e ha seguito la beta di Eberron Unlimited. Si ottengono 400 Turbine Shop Point con meno di un anno di sottoscrizione all'attivo, 900 con oltre un anno, 1500 punti con oltre due anni.
Vengono aggiunti 999 punti per chi era abbonato il 31 luglio 2009, 250 punti per chi ha partecipato alla beta, 250 punti per chi ha usato lo store durante la beta e ogni mese gli abbonati ottengono 500 punti.

Oltre la carta

Non che l'assenza del PvP sia un punto a favore di un MMORPG, ma dobbiamo considerare che D&D tenta già di mescolare modalità multiplayer e giocatore singolo nella stessa esperienza e lo fa conservando quasi tutta la parte cartacea di D&D 3.5. Un mondo fatto di abilità, caratteristiche e lanci di dado che purtroppo non va particolarmente d'accordo con il combattimento in tempo reale dove gran parte di questi valori non trova applicazione e dove domina, purtroppo, la frenesia da click selvaggio. Scontri e incantesimi restano comunque variegati e gestibili anche se gli spell ad area non sono precisissimi e qua e là i mostri si compenetrano, si incastrano o ci compaiono improvvisamente alle spalle non perchè furtivi ma perchè lo spawn è realizzato piuttosto male. Comunque, dalla creazione della scheda all'impiego delle abilità, Eberron Unlimited incarna l'edizione 3.5 di Dungeons & Dragons e non è un caso che l'intera esperienza di gioco sia costituita da istanze, zone generate a parte che esistono solo per una determinata avventura e per un determinato gruppo. D&D offre infatti enigmi, pavimenti che crollano, locande sotto assedio e una serie di eventi che sono possibili solo grazie a questa formula. Ogni nuovo adventure pack comprende ovviamente una serie di quest dinamiche e il tutto è portato al massimo livello di difficoltà, facilitazioni escluse, visto che ora abbiamo a disposizione tutti i 20 livelli classici di Dungeons & Dragons, tutti gli incantesimi e ben 96 rank, 5 per livello tranne il ventesimo, che consentono di avere un numero di talenti mostruoso. La resa dell'engine è ancora ottima. Vegetazione, illuminazione globale, riflessi e ombre in tempo reale non sono una passeggiata da gestire quando si parla di MMORPG. Insomma quella che all'epoca era un'orgia grafica, permessa ovviamente dalla natura completamente istanziale del titolo, resiste ancora all'età. Certo alcune zone, soprattutto all'interno dei dungeon, sono piatte e l'ambiente è piuttosto spigoloso in relazione alle possibilità odierne, ma Korthos, la zona di nascita, è zeppa di vegetazione, mostri e personaggi non giocanti. Dungeons & Dragons senza limiti Gli ambienti sono ancora suggestivi Purtroppo, per mantenere la resa grafica senza intaccare i requisiti hardware, l'isola di Korthos è stata creata come un'istanza gigante che al proprio interno contiene gli accessi per le istanze minori e una serie di quest per neofiti che ci portano ad esplorare l'intera isola da soli o esclusivamente accompagnati da chi fa parte del nostro gruppo. L'unica zona mista è il villaggio e quando è popolato da parecchi giocatori le prestazioni crollano inesorabilmente. Si passa dai 300 frame delle istanze ai 75 dell'isola e si arriva a miseri 27. Davvero pochi con una GTX 275.

Clicca per votare!
7.8

Redazione

8.2

Lettori (24)

Rendere Dungeons & Dragons Online Eberron Unlimited un'esperienza accessibile a tutti è un palese tentativo di attirare utenti e, magari, portarli a spendere qualche euro nello shop Turbine. D'altro canto questa offerta ci consente davvero di provare il titolo e di giocarne una grossa fetta senza sborsare un centesimo. Purtroppo la scelta di includere nello shop facilitazioni estreme acquistabili anche durante un'istanza fa crollare a picco il livello di sfida. Ed è un peccato, perchè il rischio è quello di sprecare uno stile di gioco particolare e un engine grafico che per quanto immutato è ancora in grado di farci sentire nel mondo di Dungeons & Dragons. Sicuramente da provare, anche perchè questa volta non costa davvero nulla farlo e al primo giro, quando le avventure sono ignote e le trappole sconosciute, D&D Online regala l'esperienza migliore.

Mattia Armani
 

Pro

  • Su carta quanto di più vicino a D&D
  • Si arriva al ventesimo livello ovvero 96 avanzamenti
  • La prima esperienza con le avventure è sempre avvincente

Contro

  • Fattore sfida quasi azzerato
  • Nessun miglioramento grafico dopo 3 anni
  • Combattimento non sempre preciso

Requisiti di Sistema PC

  • Configurazione di Prova
  • Processore: Core i7 920
  • Memoria: 6 GB
  • Scheda Grafica: GeForce GTX 275
  • Connessione: DSL
  • Software: Windows 7, DirectX 10
  • Requisiti Minimi
  • Processore: Pentium 4 1.6 GHz o AMD equivalente con SSE
  • Memoria: 512 MB RAM
  • Scheda Grafica: 64 MB Hardware T&L
  • Connessione: 56.6 K modem
  • Software: Windows XP, DirectX 9
  • Spazio su disco: 3GB, 5GB per l'alta risoluzione
  • Requisiti Consigliati
  • Processore: Pentium 4 3.0 GHz o AMD equivalente con SSE
  • Memoria: 1 GB RAM
  • Scheda Grafica: GeForce FX o superiore da 128 MB
  • Connessione: DSL

TI POTREBBE INTERESSARE