Ronnie O'Sullivan's SnookerPalla in buca 

Per i possessori di iPhone che amano il biliardo, una interessante simulazione che permette di ripercorrere la carriera di Ronnie O'Sullivan.

Ronnie O'Sullivan's Snooker per iPhone
In digital delivery su None

Dopo essere entrato nella storia come il più giovane giocatore qualificatosi per i campionati del mondo di biliardo del 1993, Ronnie O'Sullivan ha vinto i campionati inglesi dello stesso anno. Il tutto quando era appena diciassettenne. Originario dell'Essex, in Inghilterra, O'Sullivan non ha comunque vissuto solo momenti di gloria nella sua carriera: ha dovuto scontare una sospensione di due anni per aver assalito un direttore di torneo, e nel 1998 si è visto privato della vittoria ai Benson & Hedges Irish Masters perché risultato positivo alla cannabis. Intoppi che non gli hanno impedito di conquistare il titolo di campione del mondo nel 2001, risultato bissato nel 2004 e nel 2008. La serie di videogame a lui dedicata, Ronnie O'Sullivan's Snooker, arriva su iPhone e iPod Touch dopo aver convinto sui cellulari Java-compatibili, pur senza strappare applausi scroscianti. Palla in buca L'approccio al touch screen dei dispositivi Apple appare convincente fin dalla prima partita, ad ogni modo: basta "trascinare" in orizzontale o in verticale rispettivamente per cambiare la visuale sul tavolo da biliardo e per modificare l'angolo di tiro. La precisione con cui queste operazioni vengono effettuate è sorprendente, dunque non si sente mai l'esigenza di un controllo alternativo per le regolazioni infinitesimali (cosa comunque presente sotto forma di "zoom"). Il comportamento delle palle è realistico, ma per molti versi appare "permissivo" e dunque si riesce ad andare in buca anche quando in teoria si dovrebbe incorrere in un rimbalzo. La potenza del tiro può essere regolata in modo molto semplice, spostando un indicatore che si trova nella parte sinistra dello schermo, mentre è possibile aggiungere effetti alla palla toccando la relativa icona e modificando in tal modo l'impatto della stecca.

La storia di Ronnie

Una volta avviato il gioco, le modalità disponibili non sono francamente moltissime: ci si può cimentare con la classica partita veloce, ripercorrere la carriera di Ronnie O'Sullivan dagli albori o buttarsi nel multiplayer (presente sia in locale che online). Su cellulare si sono visti prodotti molto più ricchi e vari, specie quelli sviluppati da Gameloft. La carriera costituisce la modalità più corposa, come ci si poteva aspettare, ed è divisa in un gran numero di stage la cui difficoltà aumenta man mano, inframezzati da sfide in cui dobbiamo raggiungere un determinato obiettivo entro un tempo limite. Le partite che giochiamo sono quelli che hanno realmente caratterizzato la carriera di Ronnie, dunque si tratta un po' di una "modalità scenario" in quanto appunto riproduce situazioni reali che dovremo cercare di risolvere nel migliore dei modi. Palla in buca L'intelligenza artificiale è di buon livello ma appare un po' altalenante: a volte i nostri avversari riescono a mettere a segno punti su punti senza fare una piega, altre volte sbagliano le manovre più semplici e ci forniscono un assist spaventoso per chiudere la contesa. Come accennato in apertura, il sistema di controllo via touch screen si comporta molto bene sia dal punto di vista dell'immediatezza e della praticità, sia dal punto di vista della precisione: sbagliare un tiro perché non siamo riusciti a "mirare" nel modo giusto è una cosa che si verifica davvero raramente. La realizzazione tecnica è di buon livello, pur senza fare miracoli: la resa visiva del tavolo e delle palle è buona, la gestione della visuale è agile e fluida ma si sente molto la mancanza del contorno costituito dai giocatori, dallo scenario e dal pubblico: molto spesso il tavolo si trova in mezzo al nulla. L'accompagnamento sonoro si limita a essere funzionale all'azione, dunque condisce i nostri colpi con qualche buon effetto ma non osa andare oltre.

La versione testata è la 1.2.6
Link App Store

Clicca per votare!
7.5

Redazione

4.3

Lettori (2)

Ronnie O'Sullivan's Snooker è un buon gioco di biliardo, dotato di uno "story mode" divertente e coinvolgente, nonché di modalità multiplayer contraddistinte da un grande potenziale. Il controllo via touch screen si rivela fin da subito preciso e intuitivo, e ci permette di effettuare i nostri tiri in modo semplice ma senza rinunciare alle regolazioni avanzate, adattandosi dunque alle situazioni più disparate. I limiti del prodotto sviluppato da Shadow Light Games si riscontrano più che altro nella mancanza di varietà: c'è una sola modalità "di peso", è possibile giocare al solo biliardo sportivo (niente carambola, dunque) e manca la classica sezione interamente dedicata alle sfide. Visto il prezzo di soli 79 centesimi, ad ogni modo, sarebbe un peccato non dargli un'occhiata, anche perché su iPhone e iPod Touch i titoli concorrenti non sono poi così numerosi.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Ottimo sistema di controllo
  • Modalità carriera coinvolgente e divertente
  • Multiplayer anche online

Contro

  • Grafica fluida ma un po' povera
  • Poche modalità disponibili

TI POTREBBE INTERESSARE