Panzer General: Allied AssaultSi torna in guerra su Xbox Live! 

Panzer General: Allied Assault arriva su Xbox Live, tutti gli amanti degli strategici devono saperne di più.

Panzer General: Allied Assault è disponibile per il download sul servizio Xbox Live di Xbox 360

Panzer General: Allied Assault è un titolo che segue la scia di quel genere di giochi creato da Magic The Gathering, uno strategico a turni basato su un tabellone di gioco diviso in caselle con battaglie a base di carte. E' chiaro fin da subito che l'utenza per il quale è pensato questo nuovo gioco sviluppato dai Petroglyph e pubblicato da Ubisoft sia abbastanza ristretta e molto "geeky", ma se siete tra questi giocatori avrete la massima soddisfazione. L'inizio è un po' difficoltoso per imparare le regole e capire come muoversi sul tabellone, ma superate le prime missioni siamo disposti a scommettere che non vi staccherete più da Panzer General: Allied Assault.

Gli inizi sono sempre difficili per tutti

Durante la prima missione, impostata come tutorial, è possibile imparare tutte le regole che servono per il giusto approccio al gioco. Il tabellone è diviso in 30 caselle e ogni battaglia inizia con i due eserciti, americani e tedeschi, schierati da parti opposte. Durante la campagna è possibile utilizzare solo l'esercito a stelle e strisce mentre online è possibile gestire anche i nazisti. In sostanza per trionfare negli scontri è necessario avanzare sulla mappa, fare fuori le unità nemiche e conquistare i territori occupati. Si torna in guerra su Xbox Live! In tutte le missioni ci sono diverse condizioni per vincere e basta soddisfarne una per passare al livello successivo. Gli amanti di tutte le vicende più importanti della Seconda Guerra Mondiale saranno soddisfatti dalla riproposizione di celebri scontri come ovviamente quello sulle spiagge delle Normandia o sul fiume Rhine in Germania. L'ambientazione è stata ricreata in maniera molto accurata ma non per questo se non siete profondi amanti della Storia con la S maiuscola non vi godrete il titolo Ubisoft.

Obiettivi Xbox 360

Panzer General: Allied Assault offre la bellezza di 200 punti suddivisi in 12 obiettivi. Per ottenerli tutti sarà necessario non solo finire tutte le missioni del single player ma anche giocare e vincere molte sfide in multiplayer online. Altri punti verranno sbloccati usando alcune carte speciali, come quelle Air, oppure distruggendo un elevato numero di unità nemiche in una singola partita.

Gameplay nudo e crudo

I punti accumulati sono chiamati Prestige, per la cronaca l'intero gioco è completamente in inglese, e vengono guadagnati tramite l'occupazione dei territori/settori di gioco ed il dispiegamento delle truppe. I Prestige sono utilizzati a loro volta per poter usare le carte da gioco, per mettere quindi sul tavolo le unità e sfruttarne i poteri. Ci sono carte che individuano le unità di gioco, come la fanteria o i mezzi corazzati, e carte che indicano invece poteri e abilità adoperabili di volta in volta. Le truppe sono descritte nel dettaglio e ogni carta che le individua è ricca di statistiche sulla forza di attacco e di difesa. Gli scontri tra le diverse unità come se fossimo realmente su di un campo di battaglia sono influenzati da i diversi terreni, come le colline o le paludi. Alcuni di questi settori di gioco oltre a dare bonus difensivi non possono essere attraversati dai mezzi cingolati. Tutti i giocatori iniziano con 10 carte in mano, scelte casualmente dal proprio mazzo che può essere personalizzato prima dell'inizio delle partite anche se il sistema che lo gestisce è stato studiato con superficialità e non permette di muoversi agilmente tra una carta e l'altra; dover guardare tutte le carte possedute per poter inserire le nuove appena sbloccate risulta parecchio noioso. La fase di gioco inizia con il dispiegamento delle truppe, con l'eventuale spostamento e si conclude con l'eventuale attacco dei nemici. La fase di combattimento è influenzata non solo dal supporto degli alleati, ad esempio la fanteria nei territori adiacenti oppure l'artiglieria da quelli anche più distanti, ma anche dall'utilizzo di particolari combat card. Queste possono influenzare l'esito dello scontro incrementando le statistiche di attacco o di difesa. Oltre alle combat card nell'ultimo turno dello scontro è possibile sacrificare altre card in nostro possesso che vanno ad incrementare il numero di punti di attacco o difesa a nostra disposizione anche se purtroppo il sacrificio costa caro dato che questa viene eliminata dal mazzo. A completare la fase di attacco ci pensa un tiro di dado che determina ulteriori bonus o malus al nostro punteggio. Arrivati a questo punto o l'avversario è sconfitto oppure ha la possibilità di contrattaccare. Dopo questa descrizione siete in grado di capire che tutto il gioco si muove a turni e che quindi il ritmo non è certamente frenetico, una caratteristica che si fa certo amare da alcuni utenti ma che può annoiare molti altri. Il gameplay è evidentemente il punto di forza di questo nuovo gioco pubblicato da Ubisoft, dal punto di vista tecnico c'è poco da dire, il tabellone sul quale si muovono le truppe è abbastanza semplice, non ci sono animazioni di rilievo e gli scontri tra le unità non sono assolutamente ricreati. Una volta che le unità vengono sconfitte semplicemente spariscono senza nessuna sorta di effetto a video. Dal nostro punto di vista la grafica è più che sufficiente per gestire Panzer General Allied Assault ma di certo si poteva fare di più. Si torna in guerra su Xbox Live!

Clicca per votare!
8.0

Redazione

5.4

Lettori (4)

Questo nuovo gioco scaricabile da Xbox Live si inserisce di diritto nel novero dei titoli da comprare per tutti gli amanti dei board game strategici. Se siete amanti dei giochi di carte di impostazione tattica con ambientazione bellica non potete farvelo scappare. Panzer General: Allied Assault non è un gioco semplice e la curva di apprendimento è un po' ripida, ma superato il tutorial e iniziate le prime vere battaglie non mollerete più il pad.

Pietro Quattrone

Pro

  • Carte + Seconda Guerra Mondiale
  • Strategico al punto giusto
  • Battaglie online

Contro

  • Curva di apprendimento un po' ripida
  • Gestione del mazzo poco immediata

TI POTREBBE INTERESSARE