Le cugine di Mario & Luigi  9

Un classico del passato arriva in veste touch rinnovata, e si candida come miglior platform disponibile per iPhone.

"I bravi artisti copiano, i grandi artisti rubano." Con questa frase, attribuita a Pablo Picasso, potremmo sintetizzare la nostra recensione di Giana Sisters; questo perché tanti anni fa, per la precisione nel 1987 su Commodore 64 e poi su Amiga, il titolo originale Great Giana Sisters è stato protagonista di uno degli episodi più celeberrimi di plagio o presunto tale, dove le protagoniste principali, Giana e Maria, si trovavano in un mondo fatto di piattaforme a scorrimento piuttosto simile a quello proposto da Super Mario Bros., con alcuni livelli praticamente identici, power up, diamanti in luogo delle stelle e così via.

Il bello è che il titolo sviluppato al tempo da Time Warp Production era davvero di buona fattura, ha avuto un discreto successo nonostante poi ne fosse stata bloccata la pubblicazione ("proseguita" poi sui canali pirata) e poteva fregiarsi tra le altre cose delle musiche di Chris Hülsbeck, noto compositore salito alla ribalta per la colonna sonora di Turrican ma che proprio con Great Giana Sisters ha cominciato a farsi conoscere nel panorama videoludico.

Giana Giana Giana...

Dopo una conversione per DS e cellulare arriviamo nuovamente a Giana Sisters per iPhone, passato nelle mani di Bad Monkee ma che riesce in pieno a continuare idealmente quella linea tracciata dal titolo originale, proponendo una versione aggiornata sotto tutti gli aspetti, non ultimo quello grafico. Tutti gli utenti iPhone ed iPod Touch hanno quindi a disposizione, al costo di 3,99 euro, un platform che mette a disposizione ben 80 livelli inediti divisi in 8 mondi, nei quali la protagonista principale si trova a dover attraversare varie ambientazioni secondo il classico schema "salta e corri" tra piattaforme su un piano orizzontale, facendo attenzione ai nemici e raccogliendo diamanti per aumentare le vite a disposizione e il punteggio, senza dimenticare i più ambiti diamanti di colore rosso. La progressione di gioco è sicuramente la cosa meglio bilanciata; si parte infatti da livelli corti e semplici da affrontare, con nemici che possono essere eliminati saltandoci sopra in pieno stile Nintendo, oppure dopo aver acquisito il potenziamento che trasforma la protagonista nella sorella con i capelli rossi, capace di lanciare delle palle di fuoco per avere la meglio degli avversari. Col proseguire dell'avventura aumenta la complessità delle sezioni platform, che si estendono anche in verticale soprattutto per raggiungere i diamanti, e la resistenza dei nemici, con alcuni che possono essere unicamente evitati per andare avanti. Come chicca aggiuntiva c'è la possibilità, una volta finito il gioco, di affrontare anche i 32 livelli del titolo originale, sicuramente un tuffo al cuore per i più nostalgici.

Per il sistema di controllo lo sviluppatore ha optato per due alternative: quella classica, dove il movimento, il salto e lo sparo sono attivati mediante apposite icone sullo schermo, e quello touch, dove invece è possibile utilizzare intere aree del display di iPhone per lo scopo di cui sopra. Il primo funziona decisamente meglio, la risposta ai comandi è buona anche se permane qualche problemino, più che altro intrinseco dello schermo touch, nei momenti più concitati o quando bisogna fare decisi cambi di direzione, come nel caso degli immancabili boss di fine mondo, di chiara ispirazione Bowseriana. In generale i controlli non vanno mai ad aggiungere elementi di frustrazione, ma dimenticatevi la precisione al millimetro dei più grandi platform del genere, che hanno fatto la loro fortuna. Ad invogliare maggiormente il giocatore a raccogliere i diamanti rossi ed affrontare tutti i livelli ci pensa il supporto ad Open Feint, social network che mette a disposizione la propria Gamertag e nello specifico 29 obiettivi, lista amici e le immancabili classifiche online. Abbiamo lasciato per ultimo il comparto grafico, che in Giana Sisters è davvero un gioiellino per pulizia e stile, adeguato agli standard odierni e piacevole da vedere grazie al tratto e all'uso dei colori. I vari livelli sono realizzati con diversi strati di parallasse, ovvero di elementi di sfondo che si muovono in maniera differente a simulare la profondità e a ricordarci del loro uso nei tempi d'oro delle produzioni in due dimensioni. Ottime anche le animazioni e la fluidità, ma stranamente in alcuni livelli lo scrolling (movimento) laterale diviene più incerto e non fluido come ci si aspetterebbe, minando la resa finale. Le musiche sono un misto di nuovo e vecchio, si rifanno alle originali di Hülsbeck e sono accompagnate da effetti sonori riarrangiati da quelli dell'epoca, che funzionano molto bene nel contesto.

La versione testata è la 1.0.1
Link Apple Store

Multiplayer.it

9.0

Lettori (3)

4.0

Il tuo voto

Giana Sisters è probabilmente il miglior platform a scorrimento disponibile per iPhone, un titolo longevo e curato in tutti i suoi aspetti che riesce nel tentativo di trasportare alla perfezione questo genere sul terminale Apple e, con le dovute differenze, alcune delle fortune dei suoi migliori esponenti. Imperdibile anche grazie ai numerosi livelli, alla colonna sonora e alla progressione del gioco, soffre però a causa di alcuni problemi sparsi nello scrolling e nel sistema di controllo, che speriamo vengano risolti con un aggiornamento.

PRO

  • Longevo e divertente
  • Gameplay ben bilanciato
  • Ottimo comparto tecnico

CONTRO

  • Qualche problema nello scrolling
  • Sistema di controllo non perfetto in alcuni frangenti

VAI ALLA SCHEDA DEL GIOCO

In digital delivery su None