Le dimensioni contano?  30

Appena lanciato sul mercato europeo, il nuovo Nintendo DSi XL passa attraverso il nostro giudizio...

E' interessante notare come le console portatili, a differenza di quelle da salotto, siano storicamente molto più inclini e soggette a revisioni estetiche - e non solo - durante il proprio ciclo vitale, con un ritmo che nella generazione in corso ha subito un ulteriore incremento. E così se la stessa Sony ha ben volentieri seguito questa filosofia, con le varie Psp 1000, 2000, 3000 e Go, è chiaro che i "maestri" dell'argomento in questione abitino dalle parti di Kyoto, e che allo stesso tempo sono quelli che hanno inventato il gaming portatile così come lo conosciamo. Di conseguenza, con l'esperienza di Game Boy e GBA, il Nintendo DS trova ora la sua quarta incarnazione: dopo DS, DS Lite, DSi, ecco arrivare anche in Europa il DSi XL.

Grosso è bello

L'errore più grande che è stato fatto durante le discussioni in merito a questo DSi XL riguarda la sua collocazione, quindi sgombriamo subito il campo dai fraintendimenti: l'XL è una alternativa, una proposta parallela che non ha alcuna volontà di sostituire, bensì di ampliare il ventaglio dell'offerta Nintendo. D'altra parte è sufficiente verificarne le caratteristiche in confronto con i DS del passato: se il Lite modificava in maniera sostanziale estetica e luminosità, e se il DSi aggiungeva fotocamere e DSiWare al costo della rimozione dello slot GBA, al contrario l'XL non cambia assolutamente nulla nelle capacità del portatile.

Le uniche differenze, come il nome suggerisce, sono nelle dimensioni: gli schermi ora offrono ben 10,7 cm di diagonale, il 93% in più rispetto a quelli del DS e con un maggiore angolo visivo. Tutto ciò senza aumentare la risoluzione, sia ben chiaro, quindi non esiste alcun miglioramento estetico dei giochi. Eventualmente gli occhi più attenti potranno trovare leggermente più evidenti i difetti tecnici come l'aliasing, ma nulla di grave. In realtà c'è anche un dettaglio ulteriore, che però non è legato alla console ma alla sua periferica naturale, ovvero il pennino: in aggiunta a quello normale infilato nell'apposito vano dello chassis, la confezione dell'XL offre una stilo di dimensioni maggiorate a forma di vera "penna", estremamente più comoda sia nell'ergonomia dell'impugnatura sia nella usabilità sul lungo periodo. Non avendo però uno slot in cui collocarla, la stilo maggiorata rischia di essere un problema per gli utenti meno ordinati e attenti. Ma passiamo a un po' di dati. Anzitutto le dimensioni della console, che sono di 91.4 mm di altezza, 161 di lunghezza e 21,2 di spessore, per 314 grammi di peso; per averne una percezione reale può essere utile conoscere le misure del DSi, che invece vanta 74.9x137x18.9 millimetri con 214 grammi di peso. La batteria dell'XL è infine di 900 milliampere, come il DSi, con una durata abbastanza simile e senza sostanziali differenze, perlomeno nelle nostre prove. Ultimo aspetto di interesse sta nel software preinstallato, con 3 applicazioni offerte in bundle; si tratta di Una pausa con... Brain Training: Parole e Immagini, Dizionario 6in1, e il Nintendo DSi Browser. Il primo è una versione ad hoc del popolarissimo Brain Training, qui ridotto in alcune caratteristiche ed ampliato in altre, soprattutto legate alla multimedialità. Il secondo è, come il nome suggerisce, un basico ma utile dizionario - o meglio, traduttore - capace di offrire corrispondenze di circa 15.000 parole in italiano, francese, inglese, tedesco, spagnolo e giapponese. Il supporto alla fotocamera consente di fotografare del testo da tradurre automaticamente; una funzione tanto interessante quanto raramente funzionante, a causa della povertà qualitativa del sensore da 0.3 megapixel. L'ultimo è invece il Browser Internet realizzato da Opera, il cui reale uso va però contestualizzato solo a situazioni di emergenza o a siti particolarmente leggeri, a fronte della grande lentezza nel rendering delle pagine, della poca memoria dell'hardware e della ridotta compatibilità con molte tecnologie del web "2.0". E' bene ricordare che nessuno di questi software è esclusivo dell' XL, dato che si tratta di titoli presenti sul DSiWare e scaricabili su qualunque DSi "normale". E' quindi solamente un "di più" di interesse più o meno rilevante in base ai singoli utenti. Per tutto il resto, l'XL è esattamente identico al DSi: fotocamere, risoluzione, hardware, memoria, capacità, luminosità, compatibilità, e via dicendo. Infine, i prezzi: il DS Lite costa circa 149 euro, il DSi 169, l'XL 179. Quest'ultimo è offerto al momento in due colorazioni, rosso vinaccia e marrone scuro.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

La prova su strada

Di fronte a tutta questa descrizione, la domanda ovviamente è: vale la pena? La risposta non è semplice, perchè - anche in questo caso - va contestualizzata. Un bambino di sicuro non è il target migliore per l'ultimo portatile Nintendo, così come non lo è chi sfrutta molto la console in mobilità: dimensioni e peso maggiori si sentono abbastanza, e rendono l'XL sicuramente meno pratico da infilare in una tasca o in borsetta. Detto questo però, non è nemmeno corretto etichettare l'XL come "il DS per i vecchi" come qualcuno aveva scherzosamente fatto all'epoca dell'annuncio. Questo perchè la maggiore generosità degli schermi costituisce un plus non da sottovalutare, con una fruibilità dei giochi maggiore sia per la semplice interazione, sia per il minor affaticamento degli occhi. Malgrado si parli in fondo di pochi millimetri di diagonale in più, la differenza c'è e si percepisce e, semplicemente, rende più piacevole giocare sull'XL.

Le dimensioni contano?

Anche il nuovo pennino è ottimo, diverse spanne sopra il precedente; ma visto che si tratta comunque di un accessorio acquistabile separatamente, magari di terze parti, per chiunque possieda un qualsiasi DS, di certo non costituisce un aspetto chiave nella valutazione della console. Il peso invece è un fattore importante, che rende più faticoso giocare tenendo la console con una mano e senza appoggi. Considerato però che, come abbiamo detto in apertura, l'XL rappresenta semplicemente una ulteriore opzione per chi sia in procinto di acquistare il portatile Nintendo, francamente non possiamo che promuovere questa nuova revisione. E' un DS per adulti, che usano prevalentemente la console in ambito casalingo, magari condividendo le sessioni di gioco con partner o amici, e che vedono nelle dimensioni maggiorate un plus interessante. Se rientrate in questa categoria, sicuramente non resterete delusi.

CI PIACE

  • Con gli schermi più grandi si gioca meglio
  • Nuovo pennino molto più comodo
  • Un convincente ampliamento dell'offerta DS

NON CI PIACE

  • Il peso si sente parecchio impugnandolo con una mano
  • Certamente non consigliabile a chi gioca molto in mobilità