Sitecom Gaming Router II  32

Sitecom rinnova uno dei propri dispositivi di punta, il Gaming Router, con un modello caratterizzato da un'ottima potenza in trasmissione e da una serie di feature interessanti

I puristi del multiplayer online sono spesso convinti che utilizzare una connessione wireless possa aumentare i tempi di latenza durante le partite e pregiudicare la qualità dell'esperienza, dunque si affidano al cavo per evitare la benché minima variazione rispetto alle prestazioni offerte dal provider di turno. In linea di massima una situazione del genere può verificarsi quando il segnale non arriva abbastanza forte al ricevitore (ad esempio se il router è posto a una grande distanza dalla zona interessata, oppure viviamo in un bunker antiatomico) o quando il dispositivo che trasmette i dati si rivela poco affidabile. Esistono tuttavia apparecchi che garantiscono un'ampia copertura e vantano al contempo una componentistica di grande qualità, andando a costituire la soluzione ideale per chi non vuole scendere a compromessi. È a questa categoria di prodotti che appartiene il Gaming Router II, proposto recentemente da Sitecom.

Come si presenta

L'azienda olandese, attiva dal 1998, si è confermata di recente leader nella produzione di router con tecnologia "Wireless N" e dispone di un vasto catalogo che comprende router, modem router, access point ma anche media player, telecamere per la videosorveglianza e accessori USB. Una grande esperienza sul campo, dunque, che esprime con il Gaming Router II un po' la propria sintesi: un totale di quattro antenne (due interne e due esterne) in grado di assicurare una segnale ampio e potente, l'implementazione della tecnologia Stream Engine per l'ottimizzazione dei flussi a seconda delle esigenze, una doppia modalità wireless simultanea a 2,4 GHz e a 5 GHz e una porta USB che consente la condivisione in rete di contenuti multimediali e non. Il dispositivo ha l'unico, grosso limite di non avere integrato un modem e dunque di non poter rappresentare una soluzione "onnicomprensiva" per chi magari è alla ricerca di un unico prodotto con cui risolvere il problema della connessione a internet.

Si tratta tuttavia di una scelta perfetta se, ad esempio, il provider vi ha fornito un modem ADSL in comodato a cui volete aggiungere la connettività wireless, optando per un router di fascia alta che non vi faccia rimpiangere soluzioni più economiche ma meno affidabili. Le intenzioni di Sitecom relativamente al target d'utenza del Gaming Router II appaiono chiare fin dall'apertura della confezione: il cartoncino esterno, caratterizzato da una grafica elegante e impreziosito da una serie di serigrafie lucide, svela un box rigido a scomparti che contiene il router, le antenne esterne, l'alimentatore, un cavo di rete, due viti per il fissaggio a muro, la guida all'installazione, l'opuscolo informativo per la garanzia (di dieci anni) e un disco per l'installazione del software a corredo. Sembra di trovarsi di fronte alla confezione di una scheda video costosa, che trasuda feeling in stile "serious gaming" da ogni poro. Il router si presenta con un design moderno ed elegante, quasi completamente di colore nero, con piccole spie LED anteriori di un azzurro intenso. Le antenne, direzionabili, trovano posto sui due lati e sono intercambiabili, mentre nella parte superiore è presente l'ormai classico pulsante per la configurazione istantanea della rete senza fili. Il retro del router è caratterizzato dalla presenza delle immancabili quattro porte LAN, della porta WAN per il collegamento al modem e di una porta USB a cui possiamo collegare una penna o un hard disk per la condivisione di contenuti, a cui si è già accennato. È inoltre presente un interruttore per l'accensione e lo spegnimento, mentre manca misteriosamente un pulsante nascosto per il reset, che dunque non è possibile effettuare manualmente.

Prova su strada

In maniera direttamente proporzionale alla quantità di feature offerte, il Gaming Router II purtroppo non appare semplicissimo da configurare e richiede un po' di attenzione. Tutto ciò non per via dell'interfaccia, invero piuttosto ben organizzata, quanto per un wizard che di fatto limita il proprio campo d'azione alle regolazioni di base. Dobbiamo quindi addentrarci nelle varie voci relative alle impostazioni di rete, al wireless e al firewall per poter utilizzare il dispositivo. La gamma delle opzioni presenti è davvero completa ed è divisa in categorie. La categoria "home" serve unicamente per visualizzare le statistiche del router, mentre "wizard" fa partire l'installazione guidata di cui sopra. La categoria "di base" contiene i moduli per la gestione della rete e ci permette dunque di attivare il DHCP (con possibilità di "prenotazione"), utilizzare tanto la banda a 2,4 GHz (per tutti i protocolli disponibili) quanto quella a 5 GHz (riservata al solo protocollo 802.11n o 802.11a) e scegliere il sistema di protezione che preferiamo.

"Firewall" regola la creazione di server virtuali e il port forwarding, ma ci consente anche di creare liste d'accesso e di inserire filtri web. "Impostazioni avanzate" è la categoria utile per modificare le impostazioni relative allo Stream Engine, ai filtri MAC e al sistema WISH per la priorità, ma ci fornisce anche l'accesso all'eventuale memoria USB collegata al router tramite un sistema di autorizzazioni per singolo utente. La "Finestra degli strumenti", infine, serve per operazioni di manutenzione quali l'aggiornamento del firmware, il ripristino delle impostazioni iniziali, la regolazione dei dati d'accesso, ecc. Abbiamo cercato di verificare la portata del segnale facendo il confronto con un altro modem router (dotato peraltro di antenna maggiorata), e in tale frangente il Gaming Router II si è rivelato eccellente, coprendo quasi per intero una casa di tre piani, il tutto rimanendo nella banda dei 2,4 GHz. Un risultato al di sopra delle aspettative, che garantisce una trasmissione dei dati ottimale anche se per qualche motivo siamo costretti a posizionare l'apparecchio a una certa distanza dalla camera in cui si trovano PC e console. Per quanto riguarda il multiplayer online, abbiamo provato il prodotto Sitecom con una serie di titoli molto diversi fra loro: Heroes of Newerth per PC, Gears of War 2 per Xbox 360 e ModNation Racers per PlayStation 3. In tutti i casi l'esperienza si è rivelata di buona qualità, ma bisogna tener presente che il router lavora unicamente durante il percorso che va dal modem ADSL alla console / PC, e che dunque non può rimediare alle mancanze di una connessione a internet lenta e/o afflitta da tempi di risposta elevati. Quindi sì, in GOW2 siamo incappati nelle solite partite classificate viziate dal lag, in cui gli utenti stranieri (dotati di connessioni ben più prestanti delle nostre) risultano sempre avvantaggiati. Diverso è il discorso di una partita in multiplayer su rete locale: in tal caso la potenza del segnale e le numerose ottimizzazioni del Gaming Router II fanno senz'altro la differenza rispetto a un apparecchio di fascia bassa.

In conclusione, ci troviamo di fronte a un dispositivo votato al design e caratterizzato da una elevata qualità costruttiva, che ha nella potenza del segnale, nella versatilità wireless e nelle numerose feature i suoi punti di forza. Si presta senza problemi agli usi più disparati, dunque non solo gaming ma anche condivisione di contenuti multimediali dall'alto bitrate, garantendo sempre un'impeccabile stabilità. Chi desidera un router wireless con tali caratteristiche non potrebbe scegliere di meglio; peccato solo per la mancata integrazione del modem, un fattore da tenere in debita considerazione per chi è alla ricerca di un unico dispositivo per la connettività in casa o in ufficio.

PRO

  • Presentazione e dotazione di serie
  • Il segnale
  • Qualità costruttiva
  • Tante opzioni e una porta USB

CONTRO

  • Facesse da modem sarebbe ancora meglio
  • A prescindere dalla dotazione, per alcuni 160 euro potrebbero essere troppi