23 anni di sparatorie  0

R-Type arriva su iPhone, operazione nostalgia riuscita o meno?

Torniamo indietro nel 1987: 23 anni fa la scena videoludica era ovviamente molto differente da quella attuale, si combatteva con pochi pixel e effetti grafici, le idee contavano oltre ogni misura e il livello di sfida era solitamente altissimo, al punto tale che i giochi attuali possono essere considerati tranquillamente una passeggiata di salute al confronto. Nel 1987 è arrivato anche R-Type, sparatutto a scorrimento orizzontale che ha introdotto diverse novità per l'epoca come la possibilità di accumulare il raggio laser per rilasciarne uno più potente, cose che, sembra stupido a dirlo adesso, al tempo hanno dato luogo a diverse varianti di gameplay e il via ad altri capolavori del genere ad esso ispirati.

Non è bello ma è un tipo

Benvenuti nel 2010, la divisione olandese di Electronic Arts ha deciso di riproporre la versione originale in tutto e per tutto, adattando la risoluzione allo schermo di iPhone e proponendo anche quella originale agghindata dal cabinato da sala che riempie il resto dello spazio disponibile.

Al comando quindi della navicella R-9 Arrowhead lo scopo è quello di avere la meglio sull'impero Bydo attraverso otto livelli a scorrimento orizzontale, alla fine dei quali c'è il classico boss che necessita di maggiore coordinazione per essere eliminato. A disposizione ci sono tre metodi di controllo associati al fuoco automatico o meno: il primo prevede lo sfruttamento dell'accelerometro per muovere la navicella, il secondo il trascinamento del dito sullo schermo e il terzo infine dei comandi virtuali a mo' di coin-op. Quella che funziona meglio è sicuramente la versione touch, ma ad ogni modo non siamo pienamente soddisfatti perché ha ugualmente qualche problema di precisione e di risposta soprattutto quando la navicella si sposta ai margini dello schermo o deve evitare raffiche pesanti di proiettili; considerando che i checkpoint sono relativamente pochi, questa cosa non fa affatto piacere. L'elemento distintivo del gameplay di R-Type è rappresentato ad ogni modo dalla possibilità di acquisire dei moduli di forza dopo aver eliminato una certa tipologia di avversari. Questi moduli possono aggiungere del fuoco di supporto in uno dei quattro punti cardinali relativi alla navicella principale, ma la cosa interessante è che possono essere agganciati dalla navicella stessa sulla parte anteriore, in maniera tale da aumentare il fuoco diretto e soprattutto utilizzarli come scudo da una buona parte dei proiettili che provengono frontalmente.

Per il resto, come all'epoca d'altronde, il gioco rimane piuttosto ostico da affrontare già a modalità normale senza contare quella delirante, questo però anche a causa dei checkpoint di cui sopra e del sistema di controllo non perfetto. Esiste anche una modalità di gioco che restituisce vite infinite, però in questa maniera tutta la sfida va a farsi benedire. Al di là della perfetta trasposizione e dell'elemento nostalgico per quello che all'epoca era un capolavoro, la mancanza di una rivisitazione grafica agli standard attuali, di modalità aggiuntive sensate piuttosto che di una qualsiasi integrazione online tra modalità e punteggi minano pesantemente un prodotto che non può avere lo stesso appeal del tempo ed è anzi e se vogliamo giustamente invecchiato al punto tale da rendere difficile consigliarlo perfino ai nostalgici più accaniti, anche perché questa è solo una delle sue ennesime trasposizioni del titolo originale.

La versione testata è la 1.3.2
Prezzo: 1,59€
Link App Store

Multiplayer.it

6.0

Lettori (6)

3.8

Il tuo voto

L'operazione nostalgia di R-Type non è purtroppo riuscita; la mancanza di un qualsivoglia adattamento o aggiornamento degno di questo nome insieme ad un sistema di controllo che non è certo tra i migliori di iPhone sono aspetti che minano pesantemente un prodotto che è difficile da consigliare anche alla luce di tanti altri sparatutto più completi presenti sul dispositivo Apple, che offrono una sfida, un divertimento e un appagamento per gli occhi decisamente più congeniale agli standard attuali.

PRO

  • E' un grande classico

CONTRO

  • Il gioco è invecchiato male
  • Sistema di controllo migliorabile
  • Nessun extra degno di nota o integrazione online

VAI ALLA SCHEDA DEL GIOCO

In digital delivery su None