5.7

Redazione

3.8

Lettori (7)


  • 2
  • 1
  • 0
  • 0

Resident Evil Mercenaries VS.Cani da guerra 13

In attesa dell'uscita di Resident Evil: The Mercenaries 3D per Nintendo 3DS, Capcom ha deciso di portare il celebre spin-off di RE, nato come modalità extra sbloccabile, su iPhone e iPod Touch

Comparso per la prima volta nel 1999 su PSone, il minigame The Mercenaries: Operation Jackal poteva essere sbloccato una volta completata la modalità principale di Resident Evil 3: Nemesis. Si trattava di una sorta di "speed run" in cui il nostro personaggio non doveva badare a oggetti da raccogliere, enigmi da risolvere e quant'altro, bensì poteva concentrarsi unicamente sull'eliminazione del maggior numero possibile di zombie entro un tempo limite. Cani da guerra L'esperimento si rivelò molto gradito dai giocatori, tanto che Capcom lo ripropose in Resident Evil 4, col semplice titolo di "The Mercenaries", e in Resident Evil 5. La pura e semplice azione sparatutto in terza persona sembrava ormai poter vivere di vita propria, e così è stato messo in cantiere Resident Evil: The Mercenaries 3D per Nintendo 3DS, un titolo che appunto si basa solo sulle sparatorie e mette da parte, per una volta, gli elementi adventure che da sempre caratterizzano la saga di Resident Evil. Ancora alla ricerca di un prodotto in grado di "sfondare" su App Store, Capcom ha pensato bene di proporre le medesime dinamiche ai possessori di iPhone e iPod Touch, confezionando un TPS multiplayer online, basato sulle arene, che può essere giocato da quattro persone in contemporanea, sia in modalità a squadre che nel classico "tutti contro tutti".

I tre dell'apocalisse

Una volta avviato, Resident Evil Mercenaries VS. ci permette di selezionare un personaggio fra Chris Redfield, Jill Valentine e Albert Wesker, quindi di cimentarci con un duplice training in single player oppure con il multiplayer, sia online che in locale, all'interno di tre diverse mappe: Docks, Fortress e Castle. Le sezioni di allenamento costituiscono la scelta migliore per chi ha bisogno di familiarizzare con il sistema di controllo, che invero richiede un po' di pratica per essere padroneggiato. Il gioco non utilizza il classico doppio stick analogico virtuale, infatti, e ci costringe a fare un bel po' di manovre per eseguire anche la più semplice delle azioni. Il personaggio può muoversi normalmente all'interno della mappa, ma quando c'è da combattere non può più spostarsi e questo diventa chiaramente un problema quando ci sono diversi nemici nelle vicinanze. Cani da guerra Nella parte alta a destra del touch screen c'è un'icona che ci consente di accedere rapidamente all'inventario e selezionare l'arma da equipaggiare, dopodiché basta toccarne la relativa icona per poterla utilizzare. Se si tratta del pugnale d'ordinanza, possiamo menare fendenti toccando l'apposito pulsante mentre spostiamo la visuale; se invece si tratta di un'arma da fuoco o di una granata, lo stick virtuale ci consente di gestire la mira (tramite laser) finché non è il momento di aprire il fuoco. In tutte e tre le location disponibili ci sono molte casse al cui interno si trovano armi e oggetti extra, e la semplice eliminazione di uno zombie generalmente lascia sul terreno qualcosa da raccogliere, tuttavia il level design lascia un po' a desiderare e non si presta in maniera impeccabile all'azione multiplayer. Per vincere la partita non bisogna semplicemente uccidere più nemici di quanto non facciano i nostri avversari, bensì ottenere un mix di varie prestazioni tale da riempire un'apposita barra, che una volta completa ci permette addirittura di richiamare il maniaco con la motosega di Resident Evil 4 e di sguinzagliarlo contro gli altri giocatori. Il matchmaking è rapido e intuitivo, ma purtroppo è dura trovare gente online ed è dunque il caso di darsi appuntamento con gli amici se si vuole fare qualche partita insieme. Per quanto concerne il comparto tecnico, questa nuova produzione Capcom si muove fra alti e bassi. I personaggi sono un po' spigolosi ma ben dettagliati, riconoscibili e dotati di un discreto set di animazioni. Quello che proprio non va sono gli scenari, ricoperti di texture molto sgranate e dalle tinte monotone, davvero brutti da vedere.

La versione testata è la 1.00.00
Prezzo: 2,39€
Link App Store

Capcom non riesce ancora a prendere le misure al mobile gaming su iPhone, e dopo una serie di titoli fra il mediocre e il discreto ci propone la "versione povera" di quello che probabilmente sarà uno dei titoli più interessanti per Nintendo 3DS nei prossimi mesi. Resident Evil Mercenaries VS. si concentra sul multiplayer e in tale frangente riesce a mettere sul piatto qualche buona idea, ma l'assenza di giocatori online taglia le gambe in partenza all'esperimento, che con il solo training in single player è capace di concludere ben poco. I tre personaggi disponibili sono ben disegnati e anche la realizzazione degli zombie è dignitosa, ma da una parte gli orribili scenari e dall'altra un sistema di controllo molto macchinoso rendono l'esperienza ben poco godibile. Si poteva fare sicuramente di più, in conclusione.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Buona realizzazione dei personaggi<br />
  • Un bel po' di armi a disposizione
  • Modalità online dal discreto potenziale...

Contro

  • ...peccato che trovare una partita sia molto difficile
  • Controlli molto lenti e macchinosi
  • Scenari scialbi, vuoti e privi di dettaglio