6.5

Redazione

6.6

Lettori (16)


  • 16
  • 0
  • 12
  • 4
  • Data di uscita: 2011
  • Piattaforme: pc
  • Tipologia di gioco: Online

Battlestar Galactica OnlineDispersi nel vuoto cosmico  16

Una delle saghe di fantascienza più famose degli ultimi 30 anni sbarca su PC in un browser game quasi gratuito e... quasi grandioso?

Battlestar Galactica è una delle serie che non dovrebbero avere bisogno di presentazioni: diventata famosa in origine più per la diatriba legale con George Lucas riguardo evidenti plagi da Guerre Stellari che per l'effettiva qualità del prodotto, ha avuto negli ultimi anni un ritorno in grande stile grazie alle serie remake di enorme qualità, a diversi fumetti e ora anche grazie ad un browser game free to play.
Dispersi nel vuoto cosmico Come molti suoi simili, Battlestar Galactica Online prevede un inizio comune nel quale i giocatori di entrambe le fazioni si troveranno dispersi assieme alla flotta cui fanno capo in un punto imprecisato del cosmo a causa di un salto iperspaziale effettuato in tutta fretta senza avere il tempo di effettuare i giusti calcoli. Tagliati fuori, i giocatori dovranno quindi arrangiarsi a raccogliere dal vuoto tutto ciò che è necessario a riparare e potenziare la propria nave - o quelle della flotta accettando missioni da alcuni npc - affrontando allo stesso tempo grandi battaglie spaziali contro gli avversari, il tutto virtualmente senza spesa.

Più di un browser game…

La cosa che stupisce di più in Battlestar Galactica online è, fin dall'inizio, il comparto tecnico: abituati a schermate testuali, a spartane raffigurazioni semiumanoidi delle persone ed in generale ad un aspetto visivo appena abbozzato, i giocatori vengono subito spiazzati da un'astronave incredibilmente dettagliata, da un fondale cosmico eccellente e da effetti di luce notevoli, dalla telecamera libera e dall'impatto generale di una grafica che sembra uscita, se non da un titolo all'ultimissimo grido tripla A, sicuramente da un prodotto recente ed in ogni caso di inedita qualità grafica per il genere via browser, tanto che si perdonano i frequenti momenti di compenetrazioni tra i poligoni, soprattutto tra la propria astronave e quelle alleate. Ottimo anche il comparto sonoro, che presenta classici suoni di laser ed esplosioni (nello spazio, vabè) accompagnati da motivi musicali di grande epicità ripresi direttamente dalla colonna sonora della saga originale. Anche il sistema di controllo e di combattimento sottolineano la chiara intenzione di creare qualcosa di più di un titolo via browser per i classici cinque minuti di pausa: il controllo, basato sulla combinazione WASD e sul mouse, si rivela fin dai primi minuti pratico e funzionale, completo ed intuitivo, tanto che basteranno pochi minuti ai novelli piloti per trasformarsi prima in distruttori di droni e nemici controllati dall'IA (durante i tutorial) e poi in cacciatori di giocatori.
Per quanto riguarda il gameplay Battlestar Galactica Online si divide principalmente in due momenti: le già citate uscite spaziali e le sessioni a bordo dell'ammiraglia di flotta. Queste ultime, che ogni giocatori compirà per conto proprio - è impossibile quindi incontrare qualcuno durante le sessioni a bordo - sembrano fare un po' il verso a certi momenti visti in Mass Effect: con le ovvie proporzioni ludiche e grafiche - ed è negli interni ripetuti e nei personaggi sgranati che si vede la natura browser del motore - il giocatore dovrà attraversare i vari ponti in modo da ricevere missioni da più personaggi oppure potenziare la propria nave nell'hangar grazie alle risorse acquisite durante le missioni stesse. Dispersi nel vuoto cosmico O perché no, acquistare una nuova nave tra le nove disponibili, a loro volta divise in tre categorie -caccia, fregata e nave maggiore - tra le quali vi è un rapporto di forza calcante il tipico sistema della morra cinese, con il caccia che subisce le fregate, le fregate che crollano di fronte gli incrociatori e gli incrociatori senza difese abbastanza strette da bloccare i caccia e i bombardieri. Ed è proprio nelle quest che si evidenzia il problema di fondo del titolo: indipendentemente dagli obiettivi, il giocatore passerà diversi minuti unicamente a scannerizzare asteroidi e collezionare risorse, senza avere in realtà molto altro da fare: mancano insomma obiettivi epici e momenti diversi dai soliti pattugliamenti e raccoglimento risorse, fattori che rendono quindi noiosi i momenti tra le varie battaglie spaziali nelle quali, grazie all'ottima grafica e ad un buon sistema di bilanciamento tra le astronavi e le centinaia di potenziamenti acquistabili, viene invece mostrato il meglio dell'offerta. Battlestar Galactica MMO - Trailer in gioco Battlestar Galactica MMO - Trailer in gioco

… ma qualcosa di meno di un free to play.

Viene da sé che il segreto per essere competitivi durante gli scontri tra giocatori non sta solo in una maggiore capacità di muovere la propria astronave o gestirne i sistemi di arma, quanto piuttosto dall'avere scudi potenti, missili potenziati e magari un'astronave imponente al proprio comando piuttosto che un piccolo caccia monoposto. Per ottenere tutto ciò è necessario avere migliaia e migliaia di risorse (chiamate in questo caso Cubiti e Tylion, dove i cubiti sono la monetizzazione della risorsa Tylion) da spendere in potenziamenti e navi. Ciò significa ore e ore di noiose sessioni di raccoglimento in solitario, anche perché l'interazione con i giocatori, limitata ad una chat in game e all'alleanza durante i vari scontri PvP, non rappresenta proprio l'apice della socialità raggiungibile online. Per saltare tali passaggi è possibile acquistare le risorse, non in cambio della vostra anima né di improbabili patti stellari, ma dei cari vecchi euro. Dispersi nel vuoto cosmico Facciamo conto che il costo medio di un'astronave di grandi dimensioni si attesta sui 60000 cubiti, e che quotidianamente un giocatore può raccogliere sui 1000 (a meno di iniettarsi una flebo), capirete anche voi che spendere 10 euro per 30000 cubiti rappresenta una soluzione ideale, non fosse che per fare i 60000 richiesti si raggiunge la non indifferente cifra di 20 euro. Contando che però per poter acquistare una nave di grandi dimensioni occorre un alto livello di base, ecco che si possono usare i cubiti anche per alzare il proprio livello di esperienza, rendendo quindi necessario l'acquisto di altre risorse (sempre non volendo passare anni a non fare nulla di diverso dal raccogliere risorse o dall'essere alla guida di un piccolo caccia): diciamo che il pacchetto maggiore in vendita è di 350000 cubiti, abbastanza per fare il bello e il cattivo tempo nel proprio server ma anche con un non indifferente costo di 100 euro (le altre opzioni sono per 160000 cubiti per 50 euro e 78000 per 25). D'accordo che i combattimenti spaziali sono notevoli e che ultimamente il genere langue di buoni titoli - escludiamo X3 che comunque si avvicina ai 3 anni di età - ma l'equilibrio imposto dalle microtransazioni è in questo caso davvero troppo sproporzionato a favore di chi paga, rovinando di fatto l'esperienza.

Indubbiamente Battlestar Galactica Online rappresenta, dal punto di vista tecnico, un grandissimo passo avanti per il giovane genere dei giochi via browser: grafica e sonoro sono di altissimo livello, tanto da poter ricordare un prodotto di ben più alta levatura. Per quanto riguarda la giocabilità però si vede un netto distacco tra la noiosa componente PvE e di raccolta delle risorse, e le battaglie spaziali a più giocatori: per arrivare ad essere "competitivi" nelle seconde si debbano passare ore e ore di azioni sempre uguali o spendere tanti, ma veramente tanti soldi, forse più di quanti se ne sarebbero spesi se si fosse adottato un differente modello di business.

Volodia Pellegrini
 

Pro

  • Componente tecnica eccezionale per il genere
  • Battaglie spaziali coinvolgenti e bilanciate

Contro

  • Componente singola ripetitiva
  • Microtransazioni necessarie e costose

Requisiti di Sistema PC

  • Configurazione di Prova
  • OS: Windows 7
  • Processore: Intel Core Quad Q660 2.4ghz
  • Memoria: 4GB
  • Scheda Video: Nvidia Geforce 9800 GT
  • Requisiti Minimi
  • OS: Windows XP/VIsta/7
  • Processore: Intel Dual Core 2.3 GHz to 2.69 GHz o superiori
  • Memoria: 2 GB RAM
  • Scheda Grafica: NVIDIA 8000 series o superiori
  • Hard disk: 1 GB