Le mille bolle blu  11

Blu, ma anche gialle, rosse, verdi... ingredienti di un puzzle game storico che torna sul nuovo portatile Nintendo

E' ormai da tanti anni, dal 1994 per l'esattezza, una delle presenze fisse in sala giochi innanzitutto, e poi anche su console; è uno dei titoli più amati dal pubblico femminile; è un puzzle game che si fonda, come i migliori esponenti del genere, su una formula tanto semplice quanto coinvolgente; ed è, infine, basato sui personaggi di Bubble Bobble, un platform quasi antidiluviano che è rimasto nel cuore di tutti i videogiocatori più attempati. E' Puzzle Bobble, storico successo di Taito che adesso fa la sua comparsa anche su Nintendo 3DS: dopo i tanti anni passati e visto che ci troviamo su console, dovrebbe essere un'edizione ricca di contenuti, giusto? Continuate a leggere, ma non ci sperate troppo...

Sparabolle

La conoscerete quasi tutti, ma per parlare di cosa ci sia di nuovo in questo gioco rispetto alla formula di base, occorre innanzitutto riassumerla. Su schermo si trovano un certo numero di bolle di vari colori, disposte in maniera diversa a seconda del livello; in basso invece c'è una sorta di cannone dal quale vengono sparate altre bolle, una alla volta, anch'esse colorate: se una bolla sparata dal basso entra in contatto con due o più bolle dello stesso colore, queste esplodono. Obiettivo finale è eliminare tutte le bolle dallo schermo, cosa resa difficile non solo dal fatto che le bolle che non esplodono si accumulano, ma anche dalla presenza di un bordo superiore che ogni tot turni si

abbassa spingendo tutte le bolle verso il bordo inferiore: difatti, quando anche una sola bolla arrivasse alla parte inferiore dello schermo, sarebbe Game Over. Su questa base di grande efficacia s'innestano le novità di questa particolare versione, a dir la verità poche e non tutte convincenti. Innanzitutto ci sono due modalità di gioco, Puzzle e Sfida; la prima è una sorta di story mode, composto da sette mondi ognuno dei quali divisi in livelli di difficoltà crescente. Per completare del tutto un mondo non basta terminare ogni livello, ma anche recuperare un certo numero di chiavi liberandole dalle bolle da cui sono circondate ed affrontare un boss. La sfida con il boss è di una facilità estrema: si tratta di sparare delle bolle che esplodono quando tre o più vengono a contatto, solo che i pattern del boss sono prevedibilissimi e inoltre, se avrete sbloccato tutte le chiavi nel corso dei livelli, la "velocità di sparo" sarà altissima rendendo la sfida vinta già in partenza. In più sono disponibili tre "mosse speciali" di diversa efficacia, a seconda delle performance del giocatore, ma ottenibili con facilità e che riescono spesso a risolvere un livello che si è messo male. Tutto ciò rende la modalità Puzzle, per quanto divertente, molto facile, la si termina in meno di tre ore lasciando al giocatore una certa sensazione di amaro in bocca.

L'effetto 3D

Assolutamente inutile ai fini del gameplay e, come tutto il gioco, poco ambizioso, l'effetto 3D in Puzzle Bobble Universe si riduce allo sfondo staccato dall'area di gioco, agli artwork dei draghetti che compaiono in seguito ad azioni particolarmente ben riuscite e ad alcune simpatiche cosette quali i movimenti dei boss. E' comunque ben fatto, risultando alla fine dei conti addirittura una delle cose migliori del gioco, e l'uso parsimonioso che se ne fa, in un titolo del genere, può anche essere considerato come un'idea azzeccata visto che non tende a distrarre dall'azione.

Sfida (alla longevità)

La modalità Sfida è leggermente più appagante, perché divisa in tre sezioni diverse: le prime due durano rispettivamente 100 e 300 secondi e la bravura del giocatore viene misurata su quanti livelli si riescono a superare nel tempo dato; la terza invece è il classico "survival" senza limiti di tempo. Considerando che ci sono anche tre diversi livelli di difficoltà la modalità Sfida può essere considerata quella più apprezzabile da parte degli appassionati del genere, pur tenendo conto della presenza anche qui di tre tipi diversi di "bolle speciali" che facilitano il compito. Ma, un po' perché non ci sono particolari incentivi ad insistere, un po' perché è naturale che sia così, prima o poi anche questa modalità di gioco può venire a noia; a questo punto, in genere, subentra una modalità

multiplayer, capace di alzare sensibilmente il livello della longevità di qualsiasi titolo e caposaldo di qualsiasi puzzle game che si rispetti, dello stesso Puzzle Bobble nelle sue varie versioni. Ebbene, in Puzzle Bobble Universe non ve n'è alcuna traccia, né online né offline, né per quattro, né per tre e neanche per soli due giocatori. E' una scelta che riteniamo francamente incomprensibile, visto il genere e il gioco di cui parliamo e la relativa facilità di implementare almeno una basica opzione per due giocatori, che affossa definitivamente un titolo che, partendo da basi solidissime, già si complicava la vita con qualche innesto poco significativo, come i boss e le mosse speciali. A poco valgono, per risollevarne le sorti, le musiche che sono dei simpatici remake della classica musichetta da sala giochi, e la grafica semplice e poco appariscente, ma consona al genere.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

CI PIACE

  • Il concept di base è sempre irresistibile
  • Ottime musiche

NON CI PIACE

  • Modalità Storia troppo facile
  • Novità non molto "amalgamate"
  • Completa assenza di multiplayer!