7.0

Redazione

6.4

Lettori (3)


  • 3
  • 0
  • 4
  • 0

Touchgrind BMXPazza, pazza BMX 0

Dopo le evoluzioni su skate di Touchgrind, Illusion Labs ci riprova cambiando però il mezzo di esecuzione: il risultato sarà lo stesso?

Pazza, pazza BMX Fra le primissime software house a supportare iPhone con le sue app Labyrinth ed iPint, Illusion Labs ha conosciuto la sua definitiva consacrazione con Touchgrind, titolo innovativo che consentiva di eseguire delle esecuzioni sullo skateboard sfruttando un'ingegnoso sistema di controllo multi-touch. Inevitabile dunque che gli sviluppatori tornassero a percorrere una strada così fortunata, ed ecco dunque arrivare Touchgrind BMX che, come si intuisce dal titolo, sposta il focus sulle biciclette mantenendo però i trick come obiettivo primario dell'esperienza ludica.

Santa pazienza

Proprio come il suo predecessore, Touchgrind BMX richiede all'utente di attraversare una varietà di stage farciti di rampe e pedane e realizzare il maggior numero possibile di punti tramite tricks, il tutto sfruttando un sistema di controllo che presuppone un buon livello di coordinazione tra il dito indice ed il medio della mano. Poggiando il primo all'altezza dei pedali si gestisce dunque l'accelerazione della bicicletta, mentre il secondo va applicato sul manubrio per poter sterzare, ma le cose si complicano un po' quando si parla di evoluzioni: con uno swipe laterale dell'una o dell'altra falange si effettuano rispettivamente rotazioni della parte anteriore o posteriore della BMX, mentre strisiciando entrambe le dita verso l'alto o verso il basso si ottengono spettacolari front o backflip. Il fatto è che il gioco premia con più punti solo i trick complessi frutto di combinazioni delle pratiche appena descritte, un'attività tutt'altro che semplice e che può portare ad una notevole frustrazione a causa delle numerose cadute che si rimediano lungo il percorso. Se si considera inoltre che ripetere uno stesso trick determina una riduzione dello score ad esso associato, ecco che alla difficoltà in sé si aggiunge la necessità di dover variare costantemente il proprio repertorio nei pochi secondi di pausa tra una rampa e la successiva. Pazza, pazza BMX A gettare ulteriore benzina sul fuoco ci pensa il peculiare metodo di progressione nei vari livelli: per sbloccare nuovi stage e modelli di biciclette, è necessario infatti soddisfare una serie di obiettivi che possono oscillare tra il raggiungimento di un tot di punti e l'esecuzione di un peculiare movimento o acrobazia in determinati punti dello scenario. Un meccanismo che costringe alla non proprio esaltante reiterazione dello stesso segmento molte volte per accumulare un numero di medaglie sufficiente a rendere disponibile nuovo materiale. Insomma, Touchgrind BMX non è un titolo che si lascia voler bene facilmente, ma che premia comunque la perseveranza dei più pazienti: riuscire ad eseguire trick complessi nonostante le proprie dita occupino la gran parte dello schermo e la telecamera faccia del suo meglio per confondere le idee dà una certa soddisfazione, ed i livelli avanzati offrono sfide stimolanti e scorci graficamente impressionanti. Sotto questo profilo, non si può criticare davvero nulla al prodotto Illusion Labs: Touchgrind BMX sfoggia una cosmesi interamente poligonale molto particolareggiata e pulita, che offre i suoi lati migliori nel corso dei replay, che per i tagli di inquadrature strizzano l'occhio ai racing game più blasonati. Decisamente meno brillante il sonoro, con musiche scarse e poco presenti ed effetti sonori buoni ma ridotti al minimo sindacale.

La versione testata è la 1.2.2
Prezzo: 3,99€
Link App Store

Touchgrind BMX è un titolo non particolarmente ricco di contenuti, che poggia solamente su una manciata di meccaniche di gioco e che per molti versi può rivelarsi inutilmente macchinoso e frustrante. Detto questo, il titolo Illusion Labs è capace di regalare grandi soddisfazioni a chiunque avrà la pazienza di assimilare un sistema di controllo non facile ed una struttura ludica che punisce con inaudita cattiveria al minimo errore. Non lo si può definire propriamente un gioco hardcore, ma Touchgrind BMX è sicuramente un passatempo che richiede molta pratica per poter essere apprezzato appieno: una caratteristica che si può rivelare un'arma a doppio taglio in un mercato che privilegia esperienze rapide ed immediate.

Fabio Palmisano

Pro

  • Graficamente ottimo
  • Sistema di controllo originale
  • Gameplay "tecnico" ed impegnativo...

Contro

  • ...che può risultare incredibilmente irritante
  • Richiede molta (troppa?) pratica
  • Pochi contenuti