7.8

Redazione

2.6

Lettori (3)


  • 0
  • 1
  • 3
  • 0

Monsters Ate My CondoAltro che equo canone 4

Nella ben nota giungla degli affitti, capita che ci siano occasioni un po' troppo ghiotte. Attenzione dunque agli appartamenti colorati di azzurro, rosso, verde o giallo: ci sono mostri giganti che ne vanno pazzi

Versione testata: iPhone

Avete mai giocato con il "Torremoto", al secolo Jenga, il famoso passatempo coi mattoncini di legno che vanno estratti da una torre e incolonnati a salire, evitando di far crollare l'intera struttura? Altro che equo canone Si tratta di un gioco d'abilità manuale che alcuni sviluppatori hanno persino saputo tradurre in videogame di discreta qualità, e che senz'altro è servito da fonte d'ispirazione ai ragazzi di Adult Swim per la realizzazione di Monsters Ate My Condo. In questo particolare action puzzle, infatti, ci troveremo a incolonnare degli appartamenti colorati, formando dunque un condominio di dimensioni variabili, e dovremo far attenzione a "sfilare" di volta in volta i locali che possono aiutarci a ottenere dei bonus e a tenere alta l'energia dei nostri amati mostri giganti. Sì, avete letto bene: mostri giganti. In un contesto che tira in mezzo anche quattro enormi cugini di Godzilla, l'estrazione degli appartamenti si trasformerà in una sorta di pranzo di Natale per queste creature ghiotte di case (e di persone!), e l'unico modo per allungare la partita il più possibile sarà quello di far ingoiare ai mostri degli appartamenti del loro stesso colore, oppure incolonnarne tre o più della medesima tonalità perché si possa eliminarli e sfoltire la torre che nel frattempo si è venuta a creare. Occhio, però: se un appartamento finisce a terra, sarà game over.

Che paura mi fa

Sono quattro i mostri giganti che ci faranno compagnia nel corso di ogni partita, da affrontare nella modalità "endless" o "time attack". Quest'ultima si sblocca dopo aver raggiunto un determinato punteggio e pone delle regole ancora più rigide all'interno di quella che, però, rimane sempre una struttura di tipo "survival". Altro che equo canone Dicevamo dei mostri: il primo è Boat Head, un piccolo granchio divenuto enorme in seguito all'esposizione con alcuni agenti radioattivi. Il suo nome è dovuto alla nave che è rimasta incastrata sulla sua testa, e il suo potere speciale è legato al rallentamento del tempo. Il secondo mostro è Reginald Starfire, una sorta di strambo, gigantesco unicorno con un passato da frontman in una boyband anni '80. Il suo potere speciale si chiama "solid tower" e appunto impedisce alla torre formata dagli appartamenti di inclinarsi finché è attivo, consentendoci di effettuare tutte le "estrazioni" che desideriamo senza alcun rischio. Abbiamo poi Mr. Shigoto, un ex uomo d'affari giapponese trasformatosi in una creatura enorme e verde, con il pallino dei costumi tipici bavaresi, il cui potere speciale consiste nell'amplificare l'efficacia delle combo. E infine c'è Lord Ferocious, all'apparenza un innocuo cagnolino che però controlla un temibile robot gigante. Il suo potere speciale moltiplica per dieci i punti totalizzati mentre è attivo. Mentre dall'alto cadono appartamenti di quattro colori differenti, il nostro scopo è dunque quello di accoppiare quelli della stessa tonalità in gruppi da tre a cinque e totalizzare, in tal modo, una montagna di punti. I due mostri che accompagnano l'azione possono essere nutriti estraendo i "mattoni" che costituiscono la torre centrale, operazione che ci consente non solo di accoppiare gli appartamenti da eliminare, ma anche di tenere alte le rispettive barre energetiche. Ogni combo produce l'arrivo di un bonus che, dato in pasto ai mostri, attiva i loro poteri speciali. Il gameplay di Monsters Ate My Condo si conferma dunque molto semplice e immediato, pur vantando una serie di sfaccettature legate alle peculiari capacità delle creature giganti, e viene accompagnato da un comparto tecnico perfettamente adatto alla situazione, grazie alla grafica molto colorata e simpatica e alle curiose musiche in stile pseudo-giapponese.
Monsters Ate My Condo - Spot televisivo Monsters Ate My Condo - Spot televisivo

La versione testata è la 1.1
Prezzo: 0,79€
Link App Store

Monsters Ate My Condo riesce nell'arduo compito di ritagliarsi un proprio spazio nell'ormai sconfinata offerta di titoli a 79 centesimi su App Store, e lo fa grazie a un paio di elementi di grande valore: da un lato il gameplay, che presenta un mix di generi molto immediato e divertente ma che sa crescere di partita in partita; dall'altro il comparto tecnico, davvero simpatico sia per quanto concerne lo stile grafico che l'accompagnamento musicale. L'unico limite di questa produzione, invero non trascurabile, sta a nostro avviso nella struttura di tipo "survival", che purtroppo tende a rendere l'esperienza semplicistica e priva della progressione e dei contenuti che ormai caratterizzano anche i titoli appartenenti a questa fascia di prezzo. Inserire dei livelli completabili sulla base del punteggio o degli appartamenti eliminati non sarebbe stato poi così complicato, del resto.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Lo stile conquista subito
  • Immediato e divertente
  • Due modalità di gioco...

Contro

  • ...non molto diverse fra loro
  • La struttura "survival" ha un po' rotto
  • Un po' povero a livello di contenuti