A Caccia di Umani! Big Willy alla Riscossa - Recensione  0

In attesa del debutto sulle console dotate di grafica in alta definizione, Destroy All Humans! fa una capatina su Wii.

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —  13 Maggio 2008

Big Willy?

Ambientato sempre negli anni '70, questo nuovo episodio della serie Destroy All Humans! ci vede ancora una volta nei panni di Crypto, con l'obiettivo di fare ulteriori passi in avanti nella sua missione di conquista. Nostro zio Pox ha pensato bene di mettere su una catena di fast food (la cui mascotte è appunto l'enorme Big Willy) in cui si serve una carne molto speciale... ricavata dai cadaveri delle persone ammazzate durante i primi due giochi della serie! Purtroppo c'è chi ha scoperto questo piccolo particolare e vorrebbe renderlo pubblico, rovinandoci gli affari. Dunque dovremo occuparcene di persona, e immediatamente. Crypto dispone di poteri speciali molto efficaci: la telecinesi e la telepatia. La prima gli permette di spostare qualsiasi oggetto, anche di grosse dimensioni, per usarlo contro i propri avversari; la seconda lo rende capace di entrare nella mente delle persone e di prenderne il controllo, garantendogli l'accesso a zone affollate. Si tratta di una pratica a ci Crypto deve ricorrere spesso, soprattutto quando si trova ad attraversare zone affollate, in cui la sua presenza potrebbe generare scomodi allarmismi (e il rapido arrivo delle forze di polizia...). Da buon alieno, comunque, il personaggio possiede anche un arsenale di tutto rispetto, che fra uno stage e l'altro potremo arricchire e potenziare, esattamente come succede nei precedenti episodi della serie. Inoltre, avremo modo anche di guidare una serie di veicoli nonché il gigantesco Big Willy, in quelle che si rivelano essere le sequenze più spettacolari del gioco.

Nostro zio Pox ha pensato bene di mettere su una catena di fast food in cui si serve una carne molto speciale...

Un alieno su Wii

Se su PlayStation 2 Destroy All Humans! poteva contare su un sistema di controllo di tipo classico, su Wii gli sviluppatori hanno giustamente deciso di approfittare delle peculiarità del connubio Wii-mote / Nunchuck. Possiamo quindi controllare il movimento di Crypto utilizzando lo stick analogico del Nunchuck, ma per orientarne la direzione dovremo puntare il Wii-mote sullo schermo, controllando il mirino dell'arma equipaggiata. Su PS2 bisognava portare a termine un semplice minigame per riuscire ad attivare il controllo mentale sulle persone, e la stessa cosa accade su Wii. In questo caso, però, una volta bloccata una persona dovremo sparare a dei "cervelli volanti" per soggiogarla. È chiaro che per sparare va usato il grilletto B, e che è possibile farlo con tutte le armi che avremo a disposizione. Le cose cambiano un po' quando ci si mette alla guida del disco volante: in quel frangente, lo stick analogico è sempre deputato al movimento, ma per prendere o perdere quota bisogna spostare in su o in giù il Wii-mote. Come accennato, è anche possibile mettersi alla guida di un robot gigante, Big Willy, seminando morte e distruzione in giro per la città. I controlli di questa simpatica mascotte sono simili a quelli di Crypto, con qualche differenza per quanto riguarda le armi, molto più spettacolari e devastanti (i raggi laser sparati dagli occhi, per dirne una). La struttura di gioco non è cambiata rispetto al passato, e ci vede portare a termine una serie di obiettivi per passare da uno stage all'altro.

Pali o dispali?

La versione italiana di A Caccia di Umani! Big Willy alla riscossa vanta un doppiaggio completamente in Italiano, con le voci principali affidate ai "Pali & Dispari", che chi segue Zelig sicuramente conoscerà. Visto il numero di battute e la particolare caratterizzazione dei personaggi, è chiaro che ci troviamo di fronte a un'opera di adattamento complessa e delicata. Le voci dei due comici italiani sono molto diverse da quelle originali, dunque è stato fatto un discorso di "nome" più che di fedeltà. Il risultato finale, comunque, è senz'altro ottimo.

Realizzazione tecnica

Come ci si poteva aspettare da una serie nata su PlayStation 2, A Caccia di Umani! Big Willy alla riscossa passa su Wii senza sfruttare le potenzialità tecniche della console Nintendo, anzi riuscendo a centrare risultati inferiori a quelli ottenuti dai precedenti episodi. Sappiamo bene quanto sia importante la fluidità della grafica per un gioco che usa il sistema di puntamento del Wii-mote. Purtroppo è proprio il frame rate il punto debole di questa produzione: mai fluido, soggetto a numerosi scatti e incertezze, nonché a rallentamenti quando l'azione si fa confusa. Il problema grosso è che tale aspetto, pur relativo alla sfera estetica, va a creare problemi anche in sede di gameplay: il controllo del personaggio diventa problematico e fortemente impreciso in più di un'occasione. È davvero un peccato che gli sviluppatori non si siano impegnati abbastanza da ottenere qualcosa di più, e che questa mancanza di cura si possa notare anche nei modelli poligonali dei personaggi, mutuati dagli episodi per PS2 senza alcun miglioramento. Diciamo che l'aspetto tecnico migliore del nuovo titolo THQ sta nel comparto sonoro, che non solo si avvale di musiche ed effetti ben fatti, ma anche e soprattutto di un doppiaggio in Italiano di grande qualità, affidato ai "Pali & Dispari".

Purtroppo è proprio il frame rate il punto debole di questa produzione.

Commento

A Caccia di Umani! Big Willy alla riscossa, purtroppo, fallisce nel tentativo di trasportare su Wii i punti di forza di una serie che ha avuto i suoi momenti di gloria e che vanta di certo una delle sceneggiature più strampalate, pazze e divertenti che si possano trovare nell'attuale mercato dei videogame. I continui riferimenti alla cultura americana degli anni '70 e le battute di Crypto e di Pox, doppiate in italiano in modo poco fedele ma efficace, rappresentano di fatto i punti di forza del prodotto. Purtroppo tutto il resto ristagna nella mediocrità: la struttura di gioco è sempre quella, la realizzazione tecnica lascia molto a desiderare e il sistema di controllo tramite Wii-mote risulta impreciso e macchinoso. Si poteva fare molto di meglio, insomma. La speranza è che gli sviluppatori imparino la lezione in vista del debutto su Xbox360 e PS3...

    Pro
  • Doppiato in Italiano: non perderemo una battuta
  • Storia molto divertente
  • Si può guidare un robot gigante!
    Contro
  • Frame rate soggetto a scatti e rallentamenti
  • Controllo impreciso e macchinoso
  • Nessun elemento innovativo per la serie