[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

La storia

Ho avuto il piacere di provare per voi la Beta di Another War: World War II e devo dire che ne sono rimasto felicemente soddisfatto, visto la ventata di novità che portava in quanto a storia e una realizzazione tecnica ben fatta. Il gioco di per se si svolge durante il periodo della Seconda Guerra Mondiale, più esattamente in Europa, nella quale potremo viaggiare per risolvere gli enigmi e rispondere alle domande che ci verranno poste durante il gioco.
La trama introduce misticità all'interno del gioco, poiché ci troveremo a dover impedire all'esercito nazista di mettere le mani su di un antico artefatto che si potrebbe rivelare un strumento di distruzione devastante che nel corso della guerra farebbe pendere l'ago della bilancia a loro favore.
L'introduzione a cui assisteremo ci permetterà di capire di cosa siamo in cerca, attraverso un dialogo con un nostro amico in un bar della cittadina francese di Annecy, appassionato di oggetti antichi e che ci spiegherà il suo ruolo in tutta questa faccenda.
Arrivato il momento di svelarvi più notizie riguardanti il misterioso artefatto verrete arrestati dalla polizia nazista che vi porterà immediatamente in prigione, luogo nel quale inizierà la vostra avventura.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Il gioco

Devo dire che la presentazione mi ha subito affascinato, la parte inziale con una musica molto evocativa e subito l'infittirsi della trama in cui ci viene svelato poco a poco quello per cui più di una volta ci troveremo in serio pericolo.
Naturalmente per sfuggire alle varie situazioni potremo far uso della nostra intelligenza (per risolvere i vari enigmi che ci troveremo di fronte) e della forze bruta, costituita dalle nostre armi. Il nostro arsenale non sarà costituito dagli strumenti a cui eravamo abituati e cioè Katane, Spade Lunghe e Mazzafrusti, ma da Fucili, Mitragliatori e altre armi dell'epoca.
L'interfaccia di gioco è molto semplice e ci permette di aver accesso a tutte le sezioni di cui necessitiamo (inventario, caratteristiche del personaggio, schermata salvataggi e caricamenti, mappa). Al centro di essa vi è una barra indicante i nostri punti ferita, i punti esperienza totali per raggiungere il livello successivo, il livello della stamina e altre informazioni utli. Il box dove scorreranno i dialoghisi attiverà quando dialogheremo con una persona e potremo scorrere lungo il dialogo se più lungo del box stesso.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Il gioco

Cosa molto interessante che ho notato nei dialoghi: quando parleremo con una persona oltre a leggere ciò che ci verrà detto, troveremo anche informazioni sul comportamento del nostro interlocutore in quel momento, se sembra timoroso, minaccioso, preoccupato e così via, il tutto per farci ancora più immedesimare nel gioco.
Avremo inoltre la possibilità di interagire con altre persone che potranno darci una mano durante il gioco, sia aiutendoci negli enigmi che combattendo al nostro fianco, anche se non potremo mai controllare un party vero e proprio.
Il nostro personaggio, come in tutti i giochi di ruolo o quasi, progredirà nelle suecaratteristiche e skills a seconda dell'esperienza e dei livelli guadagnati. Ad ogni livello dovremo fare delle scelte per caratterizzare al meglio il personaggio che avremo scelto inzialmente, assegnandogli i punti caratteristica a nostra disposizione e scegliendo il nome da dargli.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Caratteristiche Tecniche

Potremo vivere questa esperienza di gioco attraverso una grafica 2D, con disegni di locazioni curati e personaggi ben delineati che cambieranno aspetto a seconda degli indumenti e delle armi indossate.
Il sistema di controllo è quello classico tramite mouse, che ci permetterà di spostarci nelle varie locazioni, interagire con i vari personaggi (per parlarci ad esempio basterà cliccare con il tasto destro del mouse su uno di essi) e utilizzare gli oggetti.
Le musiche non sono mai invadenti, ma allo stesso tempo adatte al gioco e creano una giusta atmosfera che ci permetterà di immergerci ancora di più nell'avventura.
Cosa che mi ha fatto molto piacere notare è che già in questa Beta e su un sistema operativo come WindowsXP non abbia riscontrato Bug che impediscono il corretto funzionamento del gioco e questo secondo me è già un punto a favore.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Conclusione

Per una miglior valutazione non ci resta che aspettare il gioco completo, ma già da questa Beta si sono notati interessanti spunti, come la buona realizzazione del videogioco nell'insieme e nella trama che porta una ventata di novità, oltre a un misto di Action alla Diablo e svolgimento della trama alla Baldur's Gate, giochi da cui anche il team ha dichiarato aver preso spunti.
Il gioco a fine Gennaio era già nelle ultime fasi di testing e questo presume un rilascio dello stesso entro breve e noi di RPGPlayer contiamo di darvi tutte le notizie al riguardo!.

Giacomo "[Fatto]" Fattori

Links Utili:

Sviluppatore: Mirage Interactive
Publisher: Cenega
Sito Ufficiale: Another War official site
Articoli Correlati: Interviste con Cenega in Ita e Eng

Introduzione

Salvate il Soldato Ryan, La sottile linea rossa, Medal of Honor: Allied Assault...tutti titoli, cinematografici e ludici, che in questi ultimi tempi hanno reintrodotto il tema scottante della seconda guerra mondiale, un periodo nefasto del secolo passato, ma allo stesso tempo "affascinante" dal punto di vista storico.
Another War ci offre la possibilità di rivivere questo periodo tramite il sistema di gioco che più amiamo e cioè il Computer Role Playing Game (gioco di ruolo su pc), grazie allo sforzo della Software House Mirage Interactive (che abbiamo già avuto modo di apprezzare per Gorky 17 e Mortyr), con i quali a breve leggerete una ricca intervista.

TI POTREBBE INTERESSARE