Schede VideoASUS EAH4870x2 TOP 

ATI ha piazzato due 4870 su una singola scheda e ha regalato ad ognuna 1 GB di GDDR5. Una mossa che le ha consentito di dominare il panorama delle schede video per parecchi mesi. Nel frattempo ASUS ha deciso di dare un pò di pepe alla faccenda lanciando sul mercato la sua versione TOP della 4870x2, strategia che le ha dato la possibilità, nei summenzionati mesi, di dichiarare che si trattava della scheda più veloce del mondo. Ma questa mossa ha consentito anche di mantenere il leggendario rapporto qualità prezzo delle schede ATI?

ASUS EAH4870x2 TOP La risposta di ATI alla GTX 280 è arrivata attraverso un'evoluzione delle soluzioni a doppia GPU su singola scheda. Parliamo della serie 4870x2, inizialmente vessata da una serie di problemi legati al supporto software e successivamente sbocciata arrivando a ricoprire, per diversi mesi, il ruolo di regina indiscussa delle schede video. Il segreto del successo di ATI si nasconde nell'implementazione di un bridge sideport, molto simile alla tecnologia PCI-Express di seconda generazione, che consente alle due GPU di comunicare alla velocità di 5GB per secondo contro i 2.5 delle precedenti. Un miglioramento che, soprattutto con i titoli di ultima generazione e dopo diverse versioni dei driver Catalyst, ha consentito a una configurazione a singola scheda di affiancare e spesso superare le configurazioni 4870 CrossFire. Una sorpresa da parte di ATI pianificata attentamente: la scelta di adottare in anticipo la tecnologia a 55nm e accompagnarla con un bus a 256 bit ha infatti ridotto sensibilmente le dimensioni del die, ovvero dello spazio occupato dalla GPU sulla scheda. Un investimento che ha facilitato, e quindi reso più economica, la produzione di soluzioni a doppia GPU. Ciò ha permesso di anticipare Nvidia, di adottare 2GB di costosissima GDDR5 e di poter comunque abbassare il prezzo quando Nvidia a rilasciato la GTX 295.


GeForce GTX 275
RADEON 4870 EAH4870x2 TOP
GeForce GTX 280
GPU/TRANSISTORS
GT200b 55nm / 1.400 milioni
RV770 55nm / 956 milioni
RV770 x 2  55nm/ 956 x 2 milioni
GT200 65nm / 1.400 milioni
CLOCK GPU/MEMORIA
633MHz / 1134 x 2 MHz
750MHz / 900 x 4 MHz
790MHz / 915 x 4 MHz
602MHz /1107 x 2 MHz
MEMORIA
896MB GDDR3
512MB GDDR5
2048MB GDDR5
1024MB GDDR3
PIXEL FILL RATE
17,7 GPixels/sec
12GPixels/sec
25,3 GPixels/sec
19,2GPixels/sec
TEXTURE FILL RATE
50,6 GTexels/sec
30GTexels/sec
63,2 GTexels/sec
48,1GTexels/sec
POTENZA CALCOLO
1 Tflops
1.2 Tflops
2,4 TFlops
933 GFlops
BUS/BANDA MEMORIA
448bit / 127GB
256bit / 115,2GB
256 x 2 bit / 115,2 x2 GB
512bit / 141,7GB
CONSUMO
219
150
249
236

ASUS EAH4870x2 TOP

Ad oggi, mentre la GTX 295 ha toccato i 450 euro, la 4870x2 si è avvicinata addirittura ai 300 euro proponendosi come miglior soluzione qualità prezzo per una singola scheda a cui possiamo paragonare, anche se in una fascia prestazionale differente, la neonata GTX 275 di Nvidia. Un centinaio di euro più in alto troviamo la ASUS EAH4870x2 TOP, una versione overcloccata di fabbrica che vede le due GPU salire da 750 a 790 MHz e le memorie da 900x4 a 915x4 Mhz. Il divario di prezzo sembra già troppo alto se consideriamo che in caso di overclocking, in un sistema che sfrutta a pieno il bus a disposizione e la cui memoria tocca i 3600 MHz, l'aumento prestazionale non può essere elevatissimo. Nonostante ciò l'incremento è garantito da ASUS sia dal punto di vista del rendimento sia per quanto riguarda eventuali danni alla scheda e questo è un fattore da non trascurare, poichè nessuna scheda da garanzie fisse in caso di overclocking e ogni singolo pezzo fa storia a sé. In quanto a potenza bruta i 15 mila punti del 3DMark vantage sono un ottimo biglietto da visita, ma qui incontriamo anche il primo problema. Nel GPU test relativo alla fisica la scheda si ferma a 22 frame per secondo contro i 27 di una GTX 275. Inoltre durante i test si verificano diversi rallentamenti che non si riscontrano con le altre schede e che possono essere il segnale di mancanza di stabilità, fattore che metterebbe in dubbio la garanzia prestazionale dell'overclock di fabbrica. Un ultimo appunto. La EAH4870x2 TOP non è facilmente reperibile al dettaglio, soprattutto in Italia, e non si hanno ancora voci riguardo un livellamento di prezzo di questa soluzione rispetto alle 4870x2 standard. Questo nonostante ASUS abbia rilasciato anche una EAH4870x2 con ben tre ventole e decisamente più adatta all'overclocking. ASUS EAH4870x2 TOP

Prova su strada

ASUS EAH4870x2 TOP A questo punto non resta che provare con mano sia le potenzialità della soluzione dual GPU di ATI sia la resa specifica di questa EAH4870x2. La confezione, non c'è dubbio, è curata, robusta, piena di scatoline che mettono in bella mostra il logo asus in caratteri dorati. Una volta aperta troviamo cavetteria per ogni esigenza: un cavo di alimentazione da doppio 3 pin, i plug per hard disk e periferiche varie a 6 pin e un cavo da doppio 6 pin a 8 pin, nel caso che quest'ultimo non sia compreso nella dotazione dell'alimentatore. Infine compaiono un cavo SVideo-component, adattatori DVI-VGA e DVI-HDMI e persino un porta CD in pelle per i drivers. La scheda si presenta con le due canoniche uscite DVI in grado di veicolare anche il sonoro e un'uscita TV Out. I due connettori ausiliari di alimentazione sono posti in prossimità della coda, sopra la ventola, e sono saggiamente direzionati verso l'alloggiamento dell'alimentatore. Come anticipato la scheda necessita di due fonti di alimentazione ausiliara, una a 6 pin e l'altra a 8 pin. Arriviamo quindi al momento fatidico. Ecco finalmente la scheda video che solleviamo con relativa fatica, infatti la scheda ASUS è un vero e proprio macigno da 27 centimetri che richiede un bel pò di spazio vitale. Fortunatamente il nostro case è un bestione e l'operazione di collegamento non richiede più di un minuto, cavi inclusi. All'accensione la ventola parte al massimo prima di livellarsi intorno al 20 percento, sufficiente per raffreddare la scheda in IDLE. Da subito è chiaro che la rumorosità è inferiore rispetto alla 4870. Anche a pieno carico, pur aumentando considerevolmente il rumore emesso, la scheda si assesta su livelli accettabili. Purtroppo è altrettanto evidente che la velocità standard della ventola è troppo bassa tanto che in IDLE la scheda tocca i 74 gradi centigradi. Fortunatamente la prova Crysis dimostra che quando la velocità della ventola sale il sistema di raffreddamento è in grado di gestire il calore emesso mantenendo gli 82 gradi centigradi. Nel caso in cui non si disponga di un case con una buona dissipazione è consigliabile ritoccare manualmente la velocità della ventola, operazione piuttosto semplice che si può effettuare con un paio di click dal menù ATI Overdrive incluso nelle ultime versioni dei driver Catalyst.
Sistema di prova: RAM 3x2 Kingston DDR3 1600, scheda madre P6T Deluxe v2 X58,
processore Core i7 920, alimentatore CM 900W, case CM HAF con 3 ventole di deflusso.
ASUS EAH4870x2 TOP Software: Windows 7 64 bit, ATI Catalyst 9.4, Nvidia Forceware 185.85. Parametri: filtro anisotropico e opzioni grafiche al massimo consentito, nessun overclock e nessuna alterazione nei files di configurazione ne dei giochi ne del sistema operativo. Risoluzioni: più diffusa 1280x1024, in forte diffusione 1920x1080,
stress test 2560x1600.
Test DX10 effettuato sotto Windows 7 64bit. Test aggiuntivo DX9,
solo qualità massima, effettuato sotto Windows XP 32 bit.

Far Cry 2

ASUS EAH4870x2 TOP
L'antialiasing 8x rappresenta un traguardo impegnativo per tutte le schede di fascia media che scendono al di sotto dei 30 fps quando si raggiunge la massima risoluzione possibile. Anche la 4870x2 in questo caso perde 10 frame, ma partendo da 58 fotogrammi senza antialiasing atterra su 36 fps piuttosto stabili, ovviamente in qualità ultra. In questo caso non si registrano limitazioni di sorta da parte del sistema tanto che, abbassando la qualità generale del gioco, la scheda, partendo da una prestazione generale superiore del 25%, è arrivata quasi a raddoppiare le concorrenti più modeste. Permane qualche rallentamento qua e la anche se inferiore a quelli riscontrati con catalyst più vecchi e con la 4870x2 standard. E' da annotare che mentre le concorrenti, attivando l'antialiasing, perdono circa un terzo della potenza prestazionale nel passaggio da 1920x1080 a 2560x1600, la perdita della scheda ASUS è visibilmente inferiore. Con qualche ritocco, portando i settaggi della fisica su valori inferiori e riducendo l'antialiasing a 4x è possibile avvicinarsi ai 60 frame per secondo a 2560x1600. Un traguardo notevole.

Crysis Warhead

ASUS EAH4870x2 TOP La 4870x2 è stata la prima scheda a permettere i 30 frame in Crysis in qualità entusiasta e tutto questo nonostante Crysis sia ottimizzato per le schede Nvidia. Differente il discorso con l'antialiasing attivato dove la stessa GTX 295, alle risoluzioni più alte, non riesce a raggiungere performances stabili senza utilizzare files di configurazione particolari. Si tratta di un traguardo notevole che vede la ASUS EAH4870x2 TOP tallonare da vicino proprio l'ammiraglia Nvidia quando si raggiunge la risoluzione 2560x1600, probabilmente grazie ai 2GB di GDDR5. Nel caso di Crysis restano comunque evidenti intensi cali di framerate da imputare probabilmente alla mancata ottimizzazione del titolo e a una minore stabilità della scheda se confrontata con la GTX 295. In alta qualità, sempre in Full HD, la scheda supera comunque i 40 fps e anche in qualità ULTRA si raggiungono picchi di 50 fps. Nel caso di configurazioni a doppia scheda con 300 euro si possono comunque avere un paio di 260 che godono di maggior ottimizzazione e sfruttano meglio l'engine Crytek. La diminuzione di dettagli in DX9 non porta alcun vantaggio contrariamente alle altre schede. Non solo Crysis non è ottimizzato per la tecnologia ATI ma la stessa tecnologia ATI non è "portata" per le DX9.

Company of Heroes Tales of Valor

ASUS EAH4870x2 TOP Alle basse risoluzioni, quando il carico di lavoro si sposta sulla CPU, la 4870x2 risulta sfavorita rispetto alle schede Nvidia. Se nel caso di Company of Heroes, con un sistema di fascia alta, questo non è certo un problema, e se nel caso dei titoli passati si tratta comunque di confrontare performances che vanno ben oltre i 100 frames per secondo, diversa può essere la faccenda nel caso di sistemi più vecchi che potrebbero costituire colli di bottiglia in grado di castrare le prestazioni della dual GPU ATI. Aumentando la risoluzione e tornando a sfruttare la scheda si nota invece un ribaltamento di fronte che porta la ASUS EAH4870x2 TOP a superare persino del 30% le schede di fascia media Nvidia. Nel caso di Company Of Heroes non emergono particolari problemi sotto DX9, ma come è evidente sotto Windows XP le prestazioni sono talmente elevate da rendere difficile un confronto rispetto ad altri titoli.

Call of Duty World at War

ASUS EAH4870x2 TOP Nessun collo di bottiglia all'orizzonte, fattore reso evidente dalla regolarità con cui questa 4870x2 supera le due schede di fascia media Nvidia, inchiodate al 30% di distanza. Non si registrano particolari cali di frame e si conferma la solidità delle prestazioni in 2560x1600.

Considerazioni sulle 4870x2

Molti titoli gestiscono meglio due schede, altri si trovano meglio nel gestire due gpu su una singola scheda, altri digeriscono solo le singole GPU. Ma se è impossibile predire quali titoli futuri avranno o meno dei problemi con le soluzioni multi GPU, sicuramente possiamo affermare che negli ultimi anni il mercato delle tecnologie video si è parecchio complicato. Per quanto riguarda la 4870x2, a inizio carriera, le prestazioni rispetto alle configurazioni SLI/CF non erano esaltanti ma nel lungo cammino che ha portato ai Catalyst 9.5 il divario si è ridotto sostanziosamente anche in quei titoli non ottimizzati per le dual GPU. Una volta raggiunta per lo meno la parità entrano in gioco alcune considerazioni necessarie, infatti la soluzione dual GPU occupa un solo slot, consuma meno e può essere a sua volta raddoppiata o triplicata. Ma a questo punto entra un altro fattore in campo. Il sistema che ospita la scheda video: la 4870x2 ha mostrato una forte dipendenza dalla CPU che indica la necessità di avere un PC piuttosto robusto, senza parlare di un eventuale CrossFire che sarebbe sfruttabile solo con un sistema di fascia altissima e per di più accompagnato da un alimentatore in grado di gestire almeno 900Watt.

Overclock

E' certo possibile elevare ulteriormente le frequenze della scheda ma è sconsigliabile considerando che si tratta di una soluzione già overcloccata e tarata al millimetro rispetto al sistema di raffreddamento che monta. Probabilmente, vista la natura della scheda, si otterrebbero più risultati e si ridurrebbero i rischi overcloccando il processore del PC.

La 4870x2, nonostante richieda un PC recente per funzionare al meglio, è un buon investimento, ma nelle vesti di questa EAH4870x2 presenta più di un problema tra cui il costo che non è giustificato da un aumento di prestazioni che si stima vada dal 3% al 5%. Tra l'altro guardando alla fascia alta troviamo la GTX 295 che è arrivata a 450 euro e che pur non superando di molto questa ASUS in 2560x1600, registra performance decisamente migliori in 1920x1080. Considerando poi i possibili problemi di stabilità evidenziati dai test, è chiaro che il prezzo non dovrebbe essere troppo distante da quello di una 4870x2 standard per consentirci di prendere in considerazione l'acquisto di una ASUS EAH4870x2 TOP.

Mattia Armani
 

Pro

  • Ottimo packaging
  • Una dual GPU overcloccata di fabbrica
  • Da il meglio di se in 2560x1600

Contro

  • Costa più di una 4870x2 offrendo prestazioni similari
  • Vincolata alla CPU
  • Talvolta da il meglio di se solo in 2560x1600

TI POTREBBE INTERESSARE