Block RunnerBlock Runner 

In un mondo futuristico, governato da un'avanzata tecnologia, l'automa chiamato Rob-oto deve svolgere un'importante missione: attraversare quattro grandi zone, divise in un numero variabile di stage, per raggiungere di volta in volta dei varchi spaziali. A sua disposizione, il personaggio avrà la possibilità di plasmare il percorso a suo piacimento, spostando e allineando i blocchi che lo compongono...

Il genere dei puzzle game è generalmente "statico", con il giocatore che si trova a risolvere gli stage incastrando mattoncini o accoppiando sfere colorate. Esistono tuttavia delle varianti che introducono un po' d'azione, come ci dimostra Zed con la sua ultima produzione: Block Runner. Disponibile anche in versione 3D per palmari e smartphone, questo particolare titolo ci vede controllare un robot senziente mentre si aggira all'interno di livelli costituiti esclusivamente da blocchi colorati: il personaggio corre su questi blocchi, modificandone l'assetto e la posizione "al volo" per avere sempre qualcosa sotto i piedi e non precipitare nel vuoto. L'obiettivo, come in tutti i puzzle game, è quello di "risolvere" ogni stage per passare a quello successivo, e in Block Runner questo significa raggiungere i varchi spaziali che delimitano l'uscita del livello e ci aprono le porte verso la prossima sfida. Il tutto si ripete per quattro zone piuttosto ampie, ognuna divisa in un numero variabile di percorsi.

Dalla schermata di avvio è possibile selezionare la modalità di gioco desiderata fra quelle disponibili ("arcade", "survival" e "challenge"), poi poi lanciarsi direttamente nell'azione. Durante le prime fasi potremo attivare un tutorial che quasi a ogni passo ci spiegherà cosa fare per muovere i blocchi e costruirci il percorso, che valenza hanno i vari oggetti, quali trappole dobbiamo evitare e come dobbiamo comportarci se c'è da effettuare un salto. Il sistema di controllo è semplice, anche se la visuale isometrica rende necessaria un po' di pratica per prendervi confidenza: agendo sul d-pad nelle quattro direzioni principali, potremo spostare il blocco su cui stiamo correndo finché non si collega con un altro blocco adiacente. Il nostro robot continuerà imperterrito a correre, dunque dovremo effettuare gli spostamenti in tempi molto brevi per evitare di farlo cadere nel baratro. Diciamo pure che lo spessore e la difficoltà di Block Runner si basano appunto su questi elementi: man mano che procederemo negli stage, ci troveremo di fronte scenari sempre più intricati e complessi, con vari dispositivi a renderci le cose più difficili, ma dovremo comunque riuscire a mettere insieme un percorso in pochi istanti. Durante ogni "corsa" potremo stabilire dei record in base al numero di monete che riusciremo a raccogliere, nonché ai "moltiplicatori" che attiveremo strada facendo. A un certo punto, poi, potremo addirittura far ruotare l'intero livello approfittando di determinati dispositivi, percorrendolo al contrario finché non riusciremo a raggiungerne l'uscita.

La realizzazione tecnica del gioco è discreta, ma manca di stile e fluidità. Il personaggio dispone di un'animazione piuttosto scattosa e di un aspetto anonimo, mentre gli stage risultano ben colorati ma decisamente spogli e ripetitivi. L'effetto di rotazione dei blocchi non è bellissimo da vedere, e purtroppo c'è una generale sensazione di "pesantezza" che finisce per affliggere anche il gameplay: la risposta agli input non è rapida quanto servirebbe, e per un gioco del genere si tratta di un inconveniente non da poco. Il sonoro, infine, è mediocre.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Block Runner rappresenta un discreto tentativo di aggiungere un pizzico di azione "alternativa" al genere dei puzzle game. L'idea alla base del prodotto Zed è interessante, con il giocatore che controlla i vari blocchi dello scenario anziché il robottino che corre, e il risultato finale risulta discretamente divertente. I problemi sono tutti di ordine tecnico, a quanto pare: la grafica, tutt'altro che spettacolare, risulta troppo pesante da gestire e finisce per rallentare la risposta ai comandi, che a sua volta mina la giocabilità laddove per risolvere gli stage serve velocità e precisione. Se possedete un dispositivo di fascia alta, in grado di rimediare con la potenza di calcolo alle mancanze degli sviluppatori di Block Runner, allora potrete godervi i pregi di questo titolo; diversamente, è meglio lasciar perdere...

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Idea di base interessante
  • Buon numero di stage
  • Piuttosto impegnativo...

Contro

  • ...ma per i motivi sbagliati
  • Tecnicamente non entusiasmante
  • Ritardo nella risposta ai comandi

TI POTREBBE INTERESSARE