Cosmic Family - Recensione  0

Tanto divertimento per i più piccini in compagnia della simpatica Cosmic Family e di un enorme elefante giallo a pois rosa...

Il gioco vede protagonisti tutti i componenti della Cosmic Family una buffa famigliola formata da Mamma, Papà, Sorella Maggiore, due Fratellini oltre a cane gatto e mostrilli vari. A guidarci nel gioco c’è un simpaticissimo elefantone giallo a pois rosa –sarà fratello della zebra a pois?- mentre la parte “cattiva” è rappresentata dal Mostro Salsiccia. Questo è proprio un enorme insaccato viola –aspetta che ti beccano i Nas!- che richiama in qualche modo Jacovitti e che compare quando si sbaglia qualche cosa. Il carisma dei personaggi è altalenante e tutti sanno decisamente di già visto, ma fanno il loro lavoro e agli occhi di un bimbo dovrebbero risultare pure simpatici. Si può immediatamente scegliere se affrontare una ricca avventura o scegliere direttamente uno dei venti minigiochi. La modalità principale si svolge nei vari ambienti del razzo della Cosmic Family –che si chiama così proprio perché vive e naviga nello spazio- dal salone con cucina fino al “seminterrato” passando per bagni e camere da letto. Questi luoghi hanno tutti una serie d’elementi attivi sullo schermo che si animano una volta puntati con il Wiimote. Ci si può sbizzarrire puntandoli e attivandoli tutti con il pulsante A oppure seguire le indicazioni vocali che ci sono fornite dall’Elefante. Il pachiderma, infatti, indica al bimbo, più o meno velatamente, cosa andare a scegliere per conquistare un petalo. Lo scopo è quello di riempire dei fiori colorati che ci permettono, completati, di raggiungere il piano successivo. Gli oggetti animati ci portano ad una serie di piccoli video, divertimenti, scenette oppure ai minigiochi, senza logica apparente ma con un risultato piacevole e vario. I giochini quindi non sono, in effetti, il fulcro del gioco essendo pesantemente affiancati da tutto il resto. Comunque rappresentano la parte più interattiva e sono praticamente tutti basati sul sistema di puntamento del telecomando. Molto probabilmente scrolloni o movimenti bruschi sono stati ritenuti sconvenienti, forse ingiustamente, per un titolo destinato ai più piccoli. Si va, come prassi, da quelli più semplici, come il ricomporre un puzzle, a quelli più complessi che fanno, ad esempio, scegliere, lavare, rammendare o pulire calze e scarpe per buffi personaggi… Si deve ricomporre un vestito, arredare una casa come richiesto o semplicemente guardare delle fotografie o come reagisce il dottore alla comparsa di animaletti et similia. Tutto ovviamente di una semplicità disarmante! Non pensate di riuscire minimamente ad essere attratti o ad appassionarvi di questo titolo se già siete a metà delle Elementari!

Un plauso va fatto sicuramente all’ottimo doppiaggio in italiano. La voce dell’elefante è già nota a chiunque guarda la TV essendo fornita dal doppiatore di numerosissimi programmi per bambini. Il professionista ha lavorato veramente bene e non mancherà di urlare “sei un campione, sei un campione!!!” quando il bimbo riesce a completare una missione. Anche tutti gli indizi, le richieste e le spiegazioni sono in ottimo italiano e molto bene interpretati con solo qualche sporadica e fastidiosa ripetizione. E' presente anche una simpatica voce femminile anch'essa prodiga di varietà e ottimamente caratterizzata. Tecnicamente il titolo è estremamente colorato ben disegnato e vario anche se sembra quasi che siano state messe le scalettature apposta sui personaggi per renderli più “Mobili”. L’effetto non è piacevole e stona un po’ con il look da fumettone. Come stonano alcune parti che sembrano a risoluzioni bassissime o affllitte da ipercompressione. Tutto è chiaro e semplice. Un “adulto” lo finisce in un paio d’ore senza stimoli, un bimbo potrebbe anche perderci del tempo in più, andando a cercare tutte le scenette e ripetendo quelle più simpatiche, oppure divertendosi a colorare i personaggi in un semplicistico “Paint” o a creare scenette con le figurine. Tutto finisce qui.

Cosmic Family è un gioco per bambini che non fa, giustamente, nulla per piacere agli adulti e che risulta un prodotto ben curato e ben confezionato. Può essere sicuramente un simpatico diversivo per passare un pomeriggio con i bimbi durante il freddo inverno oppure la sera quando papà tarda e la cena è già pronta… Certo non è neppure da prendere in considerazione se si ha già solo qualche annetto in più per comprendere un Wario et similia.

Pro

  • Ottimo doppiaggio in Italiano
  • Coloratissimo e simpatico
  • Realizzazione tecnica buona o adeguata
Contro
  • Adatto solo e soltanto ai più piccoli
  • Alcune scelte stilistiche discutibili

Cosmic Family è disponibile per Nintendo Wii

Per comprendere questo titolo bisogna avventurarsi in un’età in cui si è già abbastanza grandi da giocare a pallone, ma non abbastanza da non mettersi a piangere, chiamando la mamma, quando si cade e ci si sbuccia un ginocchio. Titoli per bambini così piccoli, la confezione riporta un ottimistico dai tre ai sette anni, sono sempre esistiti, magari rientrando sotto il grande genere definito “edutainment”. In questo caso si potrebbe eliminare il suffisso ”edu” e vederlo proprio come un vero e proprio videogioco studiato per i più piccini. Superati i sette anni però il titolo non offre assolutamente nulla. Risulta quindi inutile per chi non ha figlioli o nipotini in età da asilo a cui fare un regalino qualora ci sia un Wii in casa. Indubbiamente questo è frutto del nuovo corso delle console Nintendo improntata –solo in parte e lo sappiamo tutti- verso i casual e i grandi numeri, ed è inutile puntualizzare che senza il Wii remote non sarebbe stato così accessibile per i bimbi.