Crazy Penguin CatapultCrazy Penguin Catapult 

In natura, i rapporti fra pinguini e orsi polari sono tesi, molto tesi. Del resto i primi sono preda dei secondi, e anche solo ipotizzare un'inversione di tale tendenza sarebbe assurdo. Nel mondo dei videogame, però, le cose possono anche andare diversamente; e può capitare che i pinguini si organizzino per elaborare delle strategie d'attacco, con lo scopo di liberarsi dall'oppressione degli orsi bianchi...

Crazy Penguin Catapult è un simpatico e originale mix tra un puzzle game e uno strategico. Per inquadrarlo, è utile pensare alla struttura di gioco di un qualsiasi episodio di Lemmings, con degli stage che vanno "risolti" con una serie di interventi da parte del giocatore. I pinguini hanno deciso di ribellarsi allo strapotere degli orsi polari, e così si lanciano in una serie di attacchi kamikaze contro i propri nemici di sempre, con lo scopo ultimo di liberare i compagni imprigionati. Per riuscire in questa impresa, si affidano a una potente catapulta, capace di proiettarli sopra le zone abitate dagli orsi; quindi si lanciano in picchiata come dei proiettili, distruggendo ogni cosa sulla propria traiettoria. È chiaro che un'azione di questo tipo non potrebbe essere raccontata se non con accesi toni umoristici, e in tal senso gli sviluppatori di Digital Chocolate hanno fatto un lavoro coi fiocchi: basta dare un'occhiata alle schermate di caricamento degli stage, in cui vediamo delle illustrazioni con gli orsi che giocano a bowling utilizzando i pinguini come birilli, oppure li deridono dopo averli imprigionati all'interno di gabbie, e così via. Sono torti che vanno raddrizzati, no?

L'azione si svolge in due fasi: nella prima, dovremo lanciare i pinguini disponibili con la catapulta, azionando il macchinario con il giusto tempismo per non spalmare i nostri "proiettili" contro le mura della caverna; nella seconda, vedremo i pinguini che siamo riusciti a lanciare correttamente volare sopra le teste degli orsi, e potremo farli scendere in picchiata premendo il pulsante FIRE. L'obiettivo di ogni stage è quello di eliminare tutti gli orsi, anche in presenza di ostacoli (mura di ghiaccio, ad esempio) che vanno distrutti sacrificando alcune "munizioni". La traiettoria che i pinguini prendono non appena gli ordiniamo di cadere non è dritta, dunque dovremo calcolare bene i tempi e le distanze per fare centro, e potremo contare anche sui "rimbalzi" che seguiranno allo schianto iniziale, e che saranno altrettanto utili per togliere di mezzo gli orsi: lanciando un pinguino in mezzo a un gruppo di tre orsi in fila, è probabile che si riesca a colpirli tutti grazie ai rimbalzi. La disposizione degli stage appare sottoforma di mappa navigabile: potremo ripetere le missioni quante volte vogliamo, specie se non siamo riusciti a completarle al 100%. Ogni tanto, ai livelli normali si affiancheranno dei livelli bonus, in cui dovremo lanciare i pinguini con la catapulta all'interno di un ambiente chiuso, per raccogliere tutti gli oggetti che si trovano a mezz'aria. Completare un certo numero di stage ci dà diritto all'acquisizione di un potenziamento tra quelli disponibili: "pinguino infuocato", "pinguino esplosivo", "pinguino ninja", aumento dei rimbalzi, capacità di penetrare facilmente il ghiaccio, ecc. Ognuno di questi potenziamenti è fondamentale per affrontare gli stage più avanzati, dove troveremo gli orsi protetti da strutture più o meno resistenti, o addirittura nascosti in zone sotterranee difficili da raggiungere. Alla modalità di gioco standard si affianca anche una modalità "puzzle" molto semplice, in cui troviamo una tabella con pinguini e orsi polari, con l'obiettivo di conquistare tutte le caselle.

La grafica del gioco è davvero ottima, più per lo stile adottato che non per una questione meramente tecnica: sia i pinguini che gli orsi vantano un design azzeccato e simpatico, con un buon numero di animazioni per ogni situazione. Un po' più sottotono risultano essere gli elementi in primo piano degli stage, che purtroppo tendono a ripetersi, mentre le immagini di sfondo sono molto belle. L'uso dei colori è eccellente. Per quanto riguarda il sonoro, abbiamo delle musiche che accompagnano l'azione nel modo giusto, risultando orecchiabili anche se non indimenticabili. È possibile regolarne il volume in modo indipendente dal cellulare, possibilità sempre molto apprezzata dai possessori di smartphone. Il sistema di controllo, infine, è estremamente semplice e intuitivo, basandosi sull'uso del solo pulsante FIRE per svolgere qualsiasi azione o per attivare qualsiasi potenziamento.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

10

Lettori (1)

Crazy Penguin Catapult è davvero un ottimo titolo, di quelli che ti tengono incollato al cellulare finché non li completi al 100%. Possiede una meccanica estremamente semplice e coinvolgente, che si arricchisce di sfaccettature man mano che si procede negli stage e si acquisiscono potenziamenti. Questi ultimi si rivelano sempre utili ai fini dell'azione, e gli sviluppatori sono riusciti a introdurli nel modo migliore, con delle trovate davvero brillanti. Tecnicamente ottimo, questo nuovo prodotto targato Digital Chocolate ha il solo difetto di essere un po' corto, e purtroppo la modalità di gioco secondaria non ha niente a che vedere con quella principale. In definitiva, ci troviamo di fronte a un gioco di grande qualità, che piacerà a tutti, indistintamente.

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Semplice, divertente, coinvolgente
  • Ottima realizzazione tecnica
  • Potenziamenti pensati molto bene

Contro

  • Non ci sono molti livelli
  • La modalità di gioco secondaria è un po' inutile
  • Non adatto ai fan degli orsi polari...

TI POTREBBE INTERESSARE