Crusty Demons  0

Motocross, stunts e sport estremi: ecco i Crusty Demons, un gruppo di motociclisti freestyle famosi per le loro esibizioni spettacolari e pericolose. Siete pronti a diventare uno di loro?

La meccanica di gioco di CD è molto semplice: a bordo della vostra moto o degli altri veicoli inclusi nel gioco (circa 30 modelli) bisogna compiere mosse spettacolari in ambientazioni enormi e totalmente interattive, cercando di infliggere più danni possibili a voi stessi, ai vostri avversari ed ai pedoni, creando spettacolari incidenti e battendo ogni record. Peculiarità di questo titolo è infatti quello di ottenere valutazioni migliori tanto più vi rompiate le ossa! Questo è, a memoria di redattore, il primo gioco in cui per vincere bisogna anche farsi male. Basta iniziare uno stage, indirizzare il veicolo verso un obiettivo (un trampolino, una parete, una persona, etc) e premere al momento opportuno il tasto Triangolo o Cerchio per ottenere un movimento spettacolare e il relativo punteggio, oppure per metterlo sotto. Ma l’assurdo è che se volete guadagnare più punti, premendo L2 potrete mollare la presa del veicolo e scaraventarvi voi stessi contro un muro o per terra. Crusty Demons vanta un discreto numero di opzioni di gioco, sia in single che in multiplayer. Ma il fulcro del titolo restano sostanzialmente due, lo “story mode” e il “devil rush mode”. La prima vede il team dei Crusty Demons in viaggio per il mondo nel tentativo di riscattare le proprie anime attraverso spettacoli sempre più violenti. Questa modalità appare la più interessante in assoluto, in quanto è possibile muoversi più o meno liberamente da missione in missione. Parlando con alcuni dei personaggi che si incontrano in giro si possono ottenere delle sfide che il Diavolo in persona vuole portiate a termine per ripagarvi, una volta completate al meglio, con un certo punteggio. In questi frangenti potrete usare oltre alle canoniche motociclette anche altri mezzi a motore, quali delle mini pimp car, delle buggies e perfino il camioncino dei gelati. L’altra modalità, “devil rush”, è “ambientata” negli stessi scenari dello “story mode”, ma cambia per quanto concerne l’aspetto esibizionistico. Non solo in questa sessione potrete usare solo le moto, ma dovrete compiere quante più azioni spericolate possibili o raggiungere un determinato obiettivo, entro un certo tempo limite. Per certi aspetti ricorda un pò il classic mode di Tony Hawk: c’è una checklist di cose da fare e due minuti di tempo per eseguirle o completarle.

Conclusioni

Crusty Demons è uno dei giochi più strani di sempre: se da un lato vanta una realizzazione tecnica tutto sommato discreta, dall’altro il gameplay non è esente da imperfezioni. Il concept alla base del titolo, inoltre, appare parecchio insolito, l’idea di esibizioni “freestyle” spericolate non è nuova, ma quella in aggiunta di sfracellarsi contro i muri si, ed a tratti perfino divertente ma alla lunga noioso. Se vi piacciono quindi i titoli del genere ma con l’aggiunta di questa strana variante, allora CD è il gioco che fa per voi, altrimenti statene alla larga.

    Pro:
  • Divertente se giocato con gli amici.
  • Discretamente longevo.
  • Buono il multiplayer.
    Contro:
  • Alla lunga monotono se giocato in single.
  • Gameplay non eccelso.

Un titolo dedicato a degli stuntman spericolati: è questo in sintesi il concetto di gioco espresso da Koch Media nel suo Crusty Demons. Ispirato alle spettacolari esibizioni dell’omonimo team di spericolati motociclisti Seth Enslow, Jeremy “Twitch” Stemberg, Ronnie Faisst, Kenny “The Cowboy” Bartram e Dan Pastor, in Crusty Demons violenza, follia, sport estremo e libertà di azione, si fondono in un mix di divertimento immediato e senza fronzoli. Almeno per gli appassionati del genere. Ma andiamo per ordine. Innanzitutto spieghiamo meglio chi sono questi acrobati e in cosa consistono i loro spettacoli. I Crusty Demons of Dirt, come accennato poc’anzi, sono una “gang di bikers” freestyle che gira per il mondo esibendosi in spericolate acrobazie alla guida di veicoli motorizzati. Durante le esibizioni questi individui sono soliti compiere gesta incredibili, come quello di andarsi a schiantare di proposito contro un fila di macchine parcheggiate o contro dei bidoni in fiamme. Nel gioco gli elementi che compongono il gruppo firmano un patto con il diavolo che offre loro l'immortalità in cambio delle loro anime. Da quel momento in poi i suddetti bikers ottengono la capacità di scontrarsi e distruggersi tutte le volte che lo desiderano senza conseguenze mortali. Successivamente però, i CD ci ripensano e, per evitare di passare l'eternità in compagnia del Principe delle Tenebre, accettano di partecipare e provare a vincere il "gioco della dannazione" che gli permetterà di espiare le proprie colpe e purificare l’anima (sigh!)…