CSI: MiamiCSI: Miami - Il gioco mobile 

I numerosi fan di CSI: Miami (certo inferiori di numero a chi apprezza di più la serie originale, ambientata a Las Vegas) possono esultare: Gameloft si è presa la briga di portare sui nostri cellulari una trasposizione che basa la propria forza sulla presenza di tutti i personaggi del telefilm, Horatio Cane in primis, impegnati in un'indagine intricata e coinvolgente. Il tutto nel rispetto dello spirito di CSI...

La vita del poliziotto scientifico come viene raccontata in CSI sembra davvero emozionante, vero? In realtà c'è molto più lavoro nei laboratori che non in strada, e molto spesso le prove non raccontano alcuna storia ma si limitano a fornire frammenti (talvolta importanti, talvolta no) di una vicenda di cui forse non si verrà mai a capo. Sicuramente è vero che si tratta di un lavoro in cui il metodo è fondamentale, e solo dopo aver svolto le indagini in un modo rigoroso si può cominciare a formulare qualche ipotesi. Le cose vanno più o meno così anche in CSI: Miami: si verifica un delitto, il prode Horatio raggiunge tempestivamente la scena del crimine, tira giù gli occhiali da sole e si mette nella sua classica posa con le mani sui fianchi, sparando una frase ad effetto. E poi si parte...

La storia di CSI: Miami - Il gioco mobile parte dal ritrovamento del cadavere di una ragazza sulla spiaggia. La scientifica è già sul posto, dunque dopo un minimo tutorial potete già partire con un'analisi preliminare della scena scorrendo con una lente sullo schermo per trovare dettagli importanti, quindi raccogliere le prove con i diversi strumenti a disposizione. Terminata questa prima fase, si passa al laboratorio di analisi per esaminare il materiale prelevato dal luogo del delitto, dopodiché si controlla l'autopsia per capire se è stata determinata la causa del decesso e se ci sono elementi particolari da tenere in considerazione. Dopodiché si procede con l'interrogatorio delle persone che conoscevano la vittima, verificando il loro alibi e trovando magari delle incongruenze nelle loro dichiarazioni. Man mano che si procede con l'indagine, entrano in gioco nuovi strumenti per la raccolta e la ricerca delle prove, compaiono nuovi sospettati e si moltiplicano i luoghi in cui bisogna cercare gli indizi. Il giocatore viene un po' "portato per mano" ogni volta che si introduce un nuovo elemento, dopodiché bisogna esplorare i luoghi da soli e trovare tutte le prove da raccogliere in fretta, o le stesse cominceranno a "brillare" facilitandoci la vita ma influenzando il punteggio finale che alla fine di ogni fase esprime la qualità del nostro lavoro. Basta fare qualche progresso per capire come funziona questa riduzione mobile di CSI: Miami, che nella pratica è molto simile ai giochi tratti dalle varie serie di CSI per tutti i sistemi.

Come scritto in apertura, il nuovo prodotto Gameloft rispetta lo spirito di CSI: Miami sotto ogni punto di vista. Innanzitutto, la trama ideata per il gioco è piuttosto solida e verosimile, molto meno scontata di quanto non appaia all'inizio e sicuramente in linea con la qualità media del telefilm. Tutto viene raccontato attraverso numerosi dialoghi testuali, con i vari personaggi digitalizzati piuttosto bene e un'ottima realizzazione dei luoghi da esplorare nonché della mappa (i cui edifici scrollano in parallasse prospettico: un gradito tocco di classe). Cosa più unica che rara, anche il comparto sonoro è all'altezza della situazione, grazie ad alcuni MIDI che riproducono la sigla della serie e ad essa affiancano dei temi ben fatti e in linea con l'atmosfera del gioco. Il sistema di controllo vede l'uso prevalente del joystick per muoverci sulla mappa ma anche e soprattutto per esplorare i luoghi in cui c'è da raccogliere delle prove. Certamente si tratta di una soluzione macchinosa, ma era l'unica possibile e ha il pregio di risultare immediata e intuitiva: si può fare tutto semplicemente con tre tasti.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

6.1

Lettori (1)

Il genere delle avventure grafiche ha un grande potenziale, che nell'ambito del wireless gaming è ancora lungi dall'essere scoperto. In questo senso, CSI: Miami - Il gioco mobile si affida a una struttura classica e solida, senza però trovare particolari soluzioni che possano migliorare l'esperienza di gioco soprattutto dal punto di vista dell'interfaccia. Ne risulta comunque un prodotto di una certa qualità, sia dal punto di vista tecnico (grazie alle numerose immagini dei personaggi, nonché al dettaglio delle location) che per quanto concerne lo spessore delle indagini, arricchite dalla presenza di numerosi strumenti per la raccolta delle prove. Sorprende piacevolmente la lunghezza della storia, nonché la presenza di una difficoltà che cresce man mano che si acquista consapevolezza della procedura da seguire. Di contro, se non si segue la trama con trasporto si finisce presto per inquadrare la meccanica del gioco, con il rischio di trovarne tutti i limiti (tanto evidenti quanto intrinsechi).

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Struttura solida e di spessore
  • Tecnicamente ottimo
  • Molto fedele al telefilm

Contro

  • Si tratta di un genere terribilmente "statico"
  • Può diventare ripetitivo

TI POTREBBE INTERESSARE