Dani Sordo RallyDani Sordo Rally 

Approfittando del nome di Dani Sordo, pilota di rally spagnolo che negli ultimi anni sta raccogliendo successi sempre più importanti, LemonQuest ha confezionato un nuovo gioco di corse per cellulare. Al volante delle auto ufficiali del World Rally Championship, dovremo portare a termine diverse gare utilizzando una visuale dall'alto, con l'obbligo di rimanere entro un tempo limite...

I giochi di corsa con visuale dall'alto non è sono mai stati molto popolari, del resto si tratta di una interpretazione atipica e forzatamente arcade del genere. Si sono visti alcuni coin-op che proponevano tale soluzione, caratterizzati più che altro dal fatto di dover girare il volante come dei forsennati perché la vettura potesse impostare le curve nel modo corretto. Su cellulare si è già visto qualche titolo del genere, ma per un motivo o per l'altro non si è mai trattato di capolavori, tutt'altro. Ora è LemonQuest a provarci, approfittando del nome di Dani Sordo e della licenza ufficiale WRC per rendere la sua ultima produzione più accattivante. Sordo, per chi non lo sapesse, è un pilota di rally spagnolo che ha esordito da pochi anni nel World Rally Championship, ma che ha già raggiunto risultati di tutto rispetto con un quinto, un quarto e un terzo posto nelle classifiche finali delle stagioni 2006, 2007 e 2008. Attualmente guida per il team Citroen Total WRT.

Dani Sordo Rally ci offre un'unica modalità di gioco, che consiste nella riproduzione di una carriera attraverso un certo numero di gare. Come accennato in precedenza, tali gare vanno affrontate tenendo in considerazione un timer che viene visualizzato nella parte superiore dello schermo: alla fine della corsa, se il nostro tempo sarà inferiore a quello degli altri concorrenti, ci piazzeremo al primo posto. Di volta in volta potremo selezionare la nostra vettura fra quelle disponibili, cambiare le gomme in base al tipo di terreno e optare per una guida arcade o simulativa: nel primo caso, l'auto avrà una maggiore tenuta e un comportamento più prevedibile, ma le differenze non sono estremamente marcate. Per quanto concerne il sistema di controllo, dobbiamo guidare in un contesto relativo al veicolo e non allo schermo: dopo aver accelerato solo inizialmente con il d-pad in su, potremo controllare la direzione della macchina premendo il d-pad a sinistra e a destra, facendo attenzione a dosare gli input per non finire in testacoda. Come tutti i giochi di guida con visuale dall'alto, questo nuovo titolo targato LemonQuest richiede un certo periodo di "studio", fondamentale per capire come si comporta l'auto e quali differenze ci sono fra un modello e l'altro. Visto che si tratta di gare di rally, il nostro unico avversario saremo noi stessi: tenere una guida pulita e senza collisioni si tradurrà in una vittoria certa, mentre andare a sbattere ogni due per tre ci renderà le cose molto più complicate.

La realizzazione tecnica è discreta, anche se tutt'altro che spettacolare. Le auto sono abbastanza grandi e visibili da poter essere controllate senza troppi problemi, ma per quanto concerne i dettagli non sono eccezionali. Le location, dal canto loro, risultano ben diversificate (fra scenari forestali, deserti, distese innevate, ecc.), soprattutto dal punto di vista dei colori, e gli oggetti al di fuori del tracciato sono abbastanza ben disegnati. Certo, l'interattività con l'ambiente è nulla: la nostra vettura può entrare in collisione con qualsiasi cosa, ma senza danni o deformazioni da una parte o dall'altra. Il sonoro è essenziale come al solito, mentre il sistema di controllo si distingue per la semplicità e per la rapidità nella risposta.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Dani Sordo Rally non è certamente il miglior gioco di corse disponibile per i dispositivi Java-compatibili, ma si tratta comunque di un prodotto di discreta fattura. Al di là della licenza ufficiale, questo nuovo titolo sviluppato da LemonQuest si rivela abbastanza solido e divertente, con una buona modalità carriera e il giusto numero di tracciati e vetture differenti. Si poteva fare di più sotto il profilo della giocabilità, visto che scegliere fra una mescola di gomme e l'altra o fra lo stile arcade e quello simulativo non si traduce poi in cambiamenti sostanziali, però; e bisogna dire che il sistema di controllo e la visuale dall'alto non rappresentano le soluzioni più immediate che ci siano: servono alcune partite per capire quali saranno le reazioni della vettura, e sulle prime non mancheremo di schiantarci e perdere secondi preziosi. Non che i nostri avversari siano degli assi... In definitiva, Dani Sordo Rally si pone come una scelta consigliabile solo se avete voglia di un gioco di corse inusuale e molto "alternativo" rispetto alla media, ma in ogni caso non aspettatevi un capolavoro.

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Buon numero di tracciati
  • Tecnicamente discreto
  • Sistema di controllo semplice...

Contro

  • ...ma tutt'altro che immediato
  • Gameplay limitato e privo di spessore
  • Talvolta frustrante

TI POTREBBE INTERESSARE