S.V.

Redazione

8.6

Lettori (14)


  • 19
  • 0
  • 44
  • 3
  • Data di uscita: 20 aprile 2001
  • Piattaforme: pc
  • Tipologia di gioco: Strategico

Desperados: Wanted Dead or AliveDesperados: Wanted Dead or Alive 1

"Desperados - Wanted Dead or Alive" è uno strategico in tempo reale, ambientato nel Far West, che vi mette alla guida di 6 personaggi (l'aumento del numero di compagni sarà graduale: nelle prime missioni ne guiderete uno solo, per poi unirvi al simpaticissimo Samuel Williams e agli altri man mano che la storia andrà avanti).

Desperados: Wanted Dead or Alive Desperados: Wanted Dead or Alive

Viva il 2D, abbasso la GeForce3

Partiamo con il descrivere lo scheletro del gioco e quindi il motore grafico. Gli amanti del 3d e delle schede grafiche superaccelerate non sbuffino, ma Desperados si avvale di un motore 2d. Scelta logica e con cui concordo in pieno, anche perché, come potete vedere dagli screens presenti, le ambientazioni e i personaggi sono davvero belli visivamente. Gli scenari sono tantissimi e tutti molto diversi: si passa dai campi di cotone della prima missione, a grosse città, fortezze, miniere d'oro, torrenti, prigioni, caverne... Il gioco si svolge sia di giorno che di notte (anche con la pioggia), e le diverse condizioni di luce influenzano notevolmente lo sviluppo dell'azione. Seppur la grafica sia 2d, non dovete temere poca interazione con l'ambientazione. Grazie a complesse mappature, il 2d è reso tridimensionale: potrete nascondervi abbassandovi dietro una staccionata, non farvi vedere da un nemico su un balcone passando rasenti al muro sottostante, sparare attraverso crepe nei muri. Quando tirerete dinamite o altri oggetti, comparirà la traiettoria in anteprima ed è incredibile quanto sia realistico il calcolo dei rimbalzi. Quindi sì grafica 2d, ma mediata da una struttura di gioco sostanzialmente 3d. L'interazione con l'ambiente non si ferma qua: potrete entrare negli edifici e uscire da altre porte, sellare cavalli e montarli (anche agganciarne un'altro per trasportarne due contemporaneamente), prendere equipaggiamento trovato, scalare, spiare dentro le porte, sbloccare le porte chiuse a chiave, nascondervi nell'ombra e distruggere ostacoli (queste sono solo una piccola parte delle possibilità). Certo non potrete ruotare la mappa, ma in compenso anche i possessori di computer "vecchi" potranno giocare a questo capolavoro (sistema minimo dichiarato: P233 megahertz, RAM di mb 64, nessuna scheda grafica 3D acceleratrice necessaria... EVVIVA!)(comunque nelle mappe strapiene di nemici alla risoluzione massima 1024 si potrebbero vedere dei piccoli rallentamenti, nulla di preoccupante siccome la risoluzione ottimale è, a mio parere, la 800*600). Unico difetto riscontrato è l'impossibilità di vedere i nemici e i nostri personaggi quando sono "dietro" ad una struttura (peccato che sia stata implementata l'opzione "trasparenza" per questi casi).

Desperados: Wanted Dead or Alive Desperados: Wanted Dead or Alive

Definizione di intelligenza

L'altro punto, tanto importante quanto spinoso, è l'interazione con gli altri PERSONAGGI presenti nel gioco. E' interessante notare come in questa categoria sono inseriti oltre i soliti nemici di tutti i tipi (messicani, soldati della US ARMY, fuorilegge e cowboy), ignari passanti di tutte le razze e sesso (che non esiteranno nel mettervi i bastoni tra le ruota: le donne urleranno quando vedranno corpi senza vita, altri appena vi vedranno indicheranno alle guardie la vostra posizione, altri invece se ne staranno buoni e pacifici). Regola fondamentale presente in tutte le missioni è la necessità di non uccidere i civili, questo non toglie che possiate stordirli, legarli e nasconderli in qualche antro buio della mappa.. UAZ UAZ... così imparate a fare le spie!). Un'altra serie di personaggi sono gli animali, di cui dovremo tenere conto in massimo grado (come già scritto nella preview, un gruppo di corvi che si alzano in volo potrebbero rovinarvi la vostra tattica "stealth". Oltre ai corvi ci sono i cani, gli alligatori, maiali e galline. Massima attenzione comunque ai militari: vediamo di cosa sono capaci. Ogni nemico ha una decina di parametri (nascosti all'utente) tipo intelligenza, coraggio, senso del dovere, precisione di tiro, resistenza, riflessi e resistenza all'alchool (imparerete man mano ce li incontrerete quali nemici temere maggiormente e i loro punti deboli). I "cattivi" sono disposti sulla mappa e seguono determinate istruzioni: alcuni fanno la ronda, seguendo un percorso stabilito, altri sono di guardia in postazioni fisse, altri ancora stanno dentro alle case pronti ad intervenire in caso di bisogno. Uno degli strumenti più importanti del gioco è il cannocchiale che vi permetterà di studiare il cono visivo dei nemici. Come in Commandos, se un soldato dovesse vedervi oppure scoprire un cadavere di un compagno, il cono visivo passerebbe da giallo ad arancione, la sua attenzione crescerebbe e i suoi movimenti diventerebbero molto più veloci. Una efficace tattica consiste nel farvi vedere e seguire, mentre gli altri vostri compagni sono nascosti pronti a tendere un'imboscata. I vostri avversari fanno il loro dovere, anche se la loro forza maggiore è il numero e nei livelli avanzati la velocità dei riflessi e la precisione di tiro (nei primi livelli infatti potrete anche essere non perfetti nelle vostre azioni belliche, ma in quelli successivi un passo falso vorrà dire morte sicura). Forse una pecca del gioco è proprio questa: nei livelli finali i nemici sono eccessivamente forti e con un unico colpo vi uccideranno, senza dare la possibilità al vostro team di rispondere al fuoco. Inizio a dirlo già da qui; il gioco è estremamente difficile, forse non sui livelli di Commandos, ma non aspettatevi un gioco per le famiglie. Talvolta dovrete ripetere un'azione molte volte, prima di raggiungere l'effetto desiderato. Questa difficoltà potrebbe frustrare i giocatori che non hanno pazienza, mentre stuzzicare i più agguerriti (alla fine di ogni livello la soddisfazione è davvero tantissima!).

Desperados: Wanted Dead or Alive Desperados: Wanted Dead or Alive

Il sonoro

Altre note positive! Musica tipica del mondo del west, sonorità da "mezzogiorno di fuoco" vi caleranno nel clima in modo molto convincente. Alcuni temi musicali sono davvero belli e vi rimarranno in mente un po' come le musichette di Monkey Island (la musica occupa buona parte del CD: 42 minuti di colonna sonora in wav). Effetti sonori realistici e doppiaggio voci (in inglese nella mia versione) dei personaggi ottimo, come ottima è la caratterizzazione vocale di ciascun componente del vostro team (i personaggi sono stereotipati al punto giusto, le loro frasette e dialoghi vi strapperanno ogni volta un sorriso). La cura messa nella creazione del gioco (nato dal lavoro della tedesca Spellbound Software) è maniacale e il risultato è visibile fin dai primi minuti di gioco (il movie introduttivo, lunghissimo, è uno spettacolo di grafica 3d e sapiente regia).

Come frego i nemici

Sei sono i personaggi che controllerete durante il gioco, anche se come detto, verranno incontrati progressivamente. Ogni personaggio, oltre ad avere determinate caratteristiche di velocità, resistenza, mira (etc etc) può compiere 5 azioni personalizzate. Vediamo di cosa si tratta. La prima azione personalizzata di ogni elemento è la possibilità di usare una pistola o fucile (o frecce avvelenate per la piccola cinesina). Ognuno ha la sua arma diversa. Spesso sarà necessario ricorrere ad altre tecniche per sgominare il nemico: John Cooper, il personaggio leader, potrà dare pugni, usare il coltello per lanciarlo o accoltellare e infine utilizzare un piccolo carillon a tempo che distrarrà i nemici. Samuel Williams, il negretto (il mio preferito), oltre all'uso di un utilissimo fucile, potrà lanciare candelotti di dinamite (non sempre sono però disponibili), legare i nemici storditi, usare un serpente (non vi dico a cosa serve) e usare dei barili di dinamite da far saltare (generalmente per rimuovere grossi ostacoli). Doc Mc Coy, il dottore, potrà usare un fucile da cecchino, lanciare fialette che stordiscono i nemici, curare sé stesso e gli altri e sdoppiarsi (tramite un giochetto che non vi svelo). Kate O'Hara dalla sua può lanciare carte per terra in modo da distrarre e attirare i nemici, usare uno specchietto per accecare, usare il suo fascino per distrarre le guardie e tirare calci (non voglio sapere dove li tira, ma vi assicuro che fanno mooolto male). Saanchez, il messicano, è il più grosso e oltre a poter trasportare 2 corpi alla volta, può far ubriacare i nemici, nascondersi sotto il suo capello da siesta, usare una mazza (non da baseball, ma quasi) e lanciare sassi. L'ultimo personaggio è Mia Yung, piccola cinesina accompagnata dalla sua scimmietta, che potrà distrarre i nemici, lanciare bombe flash, usare un flauto per richiamare l'attenzione dei soldati e sparare con la cerbottana degli aghi che fanno impazzire i nemici. Ogni azione potrà essere programmata, in modo che venga eseguita alla semplice pressione di un tasto. Questa feature, unita al fatto che ogni personaggio potrà impostare la sua azione "veloce", vi permetterà di sincronizzare e riuscire nelle strategie più complesse. Il gioco è comunque molto "action" e spesso sarà indispensabile essere veloci nello sparare o nascondersi clkkando nel punto giusto al momento giusto.

Desperados: Wanted Dead or Alive Desperados: Wanted Dead or Alive

Tiriamo le conclusioni

Come già detto il gioco è estremamente difficile e dovrete spesso utilizzare i savegame (dopo ogni azione, è il mio consiglio). Le missioni sono veramente tante e tutte differenziate in maniera sorprendente e appassionante. Il tempo netto per finire una missione dei primi livelli è circa un'ora, ma contando i salvataggi, prove e riprove, in una serata di gioco riuscirete a superare al massimo una missione (se non di meno). La trama è avvincente e i filmati di intermezzo sono davvero ben fatti. Tenuto conto della differenziazione dei personaggi e delle missioni, il divertimento e la longevità del gioco è garantito agli appassionati del genere (in attesa che esca Commandos2). Per tutti gli altri ripeto che il gioco è decisamente difficile, forse meno frustrante di Commandos (la difficoltà cresce durante il gioco, non aspettatevi fin da subito cose impossibili). Alcuni difettucci si possono notare (la mancanza di diversi livelli di difficoltà per esempio, per dire l'ultimo), ma nel complesso questo titolo merita un'attenzione particolare. Se siete ancora indecisi, scaricatevi il demo e provate voi stessi a cimentarvi in una missione (notate bene: la missione del demo non è compresa nelle 25 del gioco).

Desperados: Wanted Dead or Alive Desperados: Wanted Dead or Alive
Desperados: Wanted Dead or Alive Desperados: Wanted Dead or Alive
Desperados: Wanted Dead or Alive Desperados: Wanted Dead or Alive
Desperados: Wanted Dead or Alive Desperados: Wanted Dead or Alive
Desperados: Wanted Dead or Alive Desperados: Wanted Dead or Alive

Per un pugno di dollari

25 livelli strapieni di nemici vi condurranno ad un singolare duello. Affronterete nient'altro che… Calmi calmi, iniziamo dal principio.

"Desperados - Wanted Dead or Alive" è uno strategico in tempo reale, ambientato nel Far West, che vi mette alla guida di 6 personaggi (l'aumento del numero di compagni sarà graduale: nelle prime missioni ne guiderete uno solo, per poi unirvi al simpaticissimo Samuel Williams e agli altri man mano che la storia andrà avanti). Lo stile di gioco è del tutto simile a quello già visto in Commandos (per chi non sapesse di cosa stiamo parlando dirò sinteticamente che si tratta di muovere e impartire ordini ad un personaggio o un gruppo per svolgere una serie di missioni). Abbiamo appena incontrato il primo apparente difetto: la decisa e per alcuni spudorata somiglianza con Commandos. Dico solo due parole sull'argomento: Half-Life non era forse una mezza copia di altri action 3d? Certo, ma questo non toglie che HL sia stato un grande capolavoro. Andiamo avanti.