Football Manager 2008Football Manager 2008 - Recensione 

Gli utenti console aspiranti allenatori di calcio potranno finalmente trasformare il divano in una panchina: è arrivato Football Manager 2008 anche su Xbox 360

Campionato tutti i giorni

Football Manager è un manageriale calcistico in grado di abbracciare tutte le fasi di gestione di una squadra ad eccezione della parte prettamente finanziaria. Questo vuol dire che una volta selezionata la squadra da allenare (e già qui i numeri potrebbero far girare la testa) le opportunità di gioco offerte dal titolo partono dalla selezione dei propri giocatori e delle tattiche passando poi alla campagna acquisti (anche in questo caso non sarà difficile trovare nel database proposto, un vecchio compagno di squadra che giocava con voi in categoria allievi ed adesso è un onesto mediano di C1), alla selezione dello staff tecnico (fisioterapisti, allenatori in seconda od osservatori), ai metodi di allenamento, alla gestione dello spogliatoio, al rapporto con i media, con i tifosi e con gli altri allenatori attraverso una serie infinite di altre piccole grandi sfaccettature che abbracciano davvero ogni aspetto del “dietro le quinte” del mondo calcistico. Gli aspetti da tenere in considerazione sono davvero numerosi, e riguardano sia gli elementi più propriamente tecnici della gestione della squadra (acquisti, allenamenti, calendario) che quelli più impalpabili, come gli umori dello spogliatoio in seguito a scelte giudicate impopolari dalla squadra o dalla dirigenza.
Ad ogni seppur minima ed impercettibile azione del giocatore corrisponde effettivamente una appropriata reazione negli avvenimenti di gioco.

Football Manager 2008 - Recensione Football Manager 2008 - Recensione Football Manager 2008 - Recensione

Una squadra tra le dita

A differenza della versione PC, che ha rappresentato in questo capitolo un buon passo avanti dal punto di vista dell’ergonomia dei comandi, questa versione Xbox 360 si distingue purtroppo per un’interfaccia piuttosto macchinosa e scomoda. Più che sostituire il mouse con il controller, spostando un cursore con le levette analogiche come ci si sarebbe potuto attendere, Sports Interactive ha deciso di puntare tutto su scorciatoie associate ai vari tasti, che richiedono un lungo periodo di apprendimento e memorizzazione, e in generale non riescono a restituire la sensazione di tenere tutto sotto controllo, come avverrebbe utilizzando mouse e tastiera. Purtroppo, questo gioco conferma come sia difficile adattare certi generi alle console, dimostrandosi legato al mondo PC forse più di avventure grafiche o strategici vari, i cui passi avanti dal punto di vista dei comandi sono, almeno, decisamente lodevoli.
Football Manager 2008 - Recensione Per tutti i novizi, sono state introdotte delle schedine di Aiuto che cercheranno di volta in volta di spiegare al giocatore cosa può fare e come. Tale attenzione nei confronti dei nuovi arrivati è riscontrabile fin dal momento della creazione della prima partita, dove per default vengono nascoste le opzioni e i termini più tecnici in favore di una serie di schermate in stile Wizard.
Sempre in quest'ottica (ma questa volta anche gli abitudinari della serie potranno trarre reali benefici) FM2008 si prodiga cercando di rendere ancora più chiari e palesi gli effetti del nostro operato sulla panchina. Adesso, ad esempio, ci sarà sempre un commento post-partita che giudicherà l'operato della nostra squadra in base alle aspettative della stampa (prima veniva fatto solo nel caso di match trasmessi in televisione) evidenziando anche i giocatori chiave da entrambe le fazioni e - soprattutto - avremo un filo diretto con la tifoseria per conoscere, di volta in volta, le critiche, le speranze e i complimenti della curva. Tale filosofia è stata poi adattata ai nostri rapporti con la dirigenza, mettendoci in grado di conoscere meglio il giudizio dei nostri datori di lavoro riguardo i progressi fuori e dentro il campo di gioco. Parlando sempre a livello di interfaccia di gioco, ci è particolarmente piaciuta la presenza di una nuova schermata totalmente dedicata al calcio mercato dove vengono riassunte tutte le offerte in corso, sia ricevute che effettuate, permettendoci così con un solo colpo d'occhio di avere un'idea della situazione. Allo stesso modo, la nuova modalità di visualizzazione del calendario (ora in stile Outlook) e il nuovo centro informazioni denotano un ulteriore passo verso la facilità di navigazione e organizzazione delle informazioni. Elemento questo davvero cruciale, parlando di un titolo che fa delle ricchezza di informazioni uno dei tanti cavalli di battaglia. Football Manager 2008 - Recensione Non mancano poi introduzioni inaspettate, come la possibilità di modificare le dimensioni del campo di gioco per adattarlo – nei limiti previsti dal regolamento – alle caratteristiche dei nostri 11, o come l'utilizzo della tecnologia Facegen per ricostruire i volti dei giocatori e dello staff, tanto che li vedremo invecchiare nel corso del tempo...
Seppure parzialmente rivista, la gestione finanziaria della squadra rimane avulsa dal nostro operato. FM2008 ci mette a disposizione una nuova serie di informazioni e di dettaglio riguardo lo stato finanziario del club, ma a parte l'inedita possibilità di concordare con la squadra i premi per il raggiungimento degli obiettivi di stagione (campionato o coppe) la gestione delle casse della squadra rimarrà in mani altrui.

Poche nuove, buone nuove

Molta enfasi è stata riposta sul nuovo Match Flow ideato dagli sviluppatori per FM2008, definito da loro stessi il più grande cambiamento dai tempi dell'introduzione del nuovo Match Engine. In soldoni, adesso l'approccio alla partita è stato ulteriormente schematizzato introducendo una serie di passi sequenziali e obbligatori prima di poter arrivare al calcio di inizio. Non parliamo di nessuna reale novità introdotta, tuttavia è un ennesimo passo verso la semplificazione dell'interfaccia di gioco, seppure - indubbiamente - qualcuno potrebbe lamentarsi del fatto di dover fare almeno 4 o 5 passaggi prima di poter arrivare al momento del fischio iniziale.
Una volta arrivati in campo, ben poco sarà cambiato, se non per un arricchimento dei commenti e delle azioni di gioco e per il fatto che - finalmente - potremo operare cambi di giocatore e di tattiche in tempo reale, durante lo svolgersi della partita, grazie anche alla presenza di una mini-schermata che mostra l'evolversi dell'incontro. Football Manager 2008 - Recensione Difficile in questa sede dare giudizi sui risultati delle partite, l'idea che ci siamo fatti è che - pur rimanendo il motore migliore sul mercato - i risultati medi siano ancora troppo ricchi di goal e che sia più "difficile" del previsto pareggiare. Del resto, vista la complessità dei dati e le innumerevoli condizioni di utilizzo, immaginiamo che cambiare radicalmente il motore delle partite possa risultare un'operazione oltremodo rischiosa e dalle possibili conseguenze quantomai imprevedibili. Attendiamo quindi con curiosità che tale restyling si riveli fondamentale per la giustificazione di un nuovo capitolo della serie. Vista anche la sempre più grande vocazione televisiva del titolo, non ci dispiacerebbe assistere magari agli highlight degli incontri di campionato non più con la solita visuale 2D ma con con un motore grafico rinnovato è più realistico.
Di certo, se l'aspetto grafico appare scarno ma sufficiente per gli intenti, l'audio rappresenta una vera nota dolente dell'intera produzione. Ad esempio non esiste ancora la possibilità di utilizzare un player MP3 interno e – sopratutto – i cori e gli effetti sonori che accompagno le partita sono monotoni e fastidiosi.

Football Manager 2008 - Recensione Football Manager 2008 - Recensione Football Manager 2008 - Recensione

Commento

Su console, Football Manager acutizza la sua essenza di gioco di nicchia: la scomodità dei comandi e il suo aspetto poco consono lo rendono ancora di più un titolo dedicato esclusivamente agli appassionati di manageriali o agli sfegatati del calcio. La sua eccessiva austerità e seriosità, sia dal punto di vista della grafica che per quanto concerne il gameplay, fanno sì che questo titolo sia decisamente fuori luogo, giocato su un televisore, con un controller in mano e seduti su una poltrona. Ciononostante, resta la migliore simulazione nella gestione di una squadra di calcio, nonché praticamente l’unica scelta di questo genere su Xbox 360, ma se ne consiglia l’utilizzo in versione PC.

Pro: Profondo e complesso Per gli appassionati una manna (su console) Realistico motore di gestione degli eventi Contro: Non proprio adatto ad un controller L'aspetto austero non facilita l'immedesimazione La complessità può mettere fuori gioco i non appassionatissimi