Tom Clancy's Ghost Recon: Island ThunderGhost Recon : Island Of Thunder 

La squadra speciale americana by Ubisoft torna in azione!

Ghost Recon : Island Of Thunder Ghost Recon : Island Of Thunder

L’aspetto del multiplayer e, soprattutto, quello legato al mondo Xbox Live è senza dubbio il cuore di Ghost Recon Island Of Thunder: dodici sono le nuove mappe per l’esperienza multigiocatore, tra queste sono state incluse anche le quattro più famose ed utilizzate dai giocatori nel titolo uscito lo scorso autunno.
Il codice per il gioco online è stato ottimizzato, rendendo più agevole l’hosting delle partite su Xbox live, anche per chi non ha moltissima banda a disposizione.

Ma ci sono altre novità? Ma certo, in Island Of Thunder sono state introdotte anche le classifiche in tempo reale, divise per tipo di gioco e soldato utilizzato nei match, come ad esempio il famoso Rifleman. Il numero dei giocatori in una singola partita è stato anch’esso aumentato da dodici fino a sedici soldati come pure la suddivisione in squadre ha subìto modifiche. In questa "espansione" potremmo, infatti, creare fino a quattro team differenti.
La rivisitazione della sezione Multiplayer ha interessato anche alcune opzioni nuove da parte del giocatore che fa da server. In particolare, per i patiti del gioco in rete, Island Of Thunder offre una grande quantità di tipi di partite selezionabili, a partire dalla suddivisione principale, ovvero Cooperativa, Squadra o Solo, per arrivare ad una ramificazione abbastanza ampia, che copre dal classico “Ultimo uomo“, il cui obiettivo è facilmente identificabile, fino alla modalità “Assedio”, in cui una squadra parte da dentro una base che gli avversari, partendo dalle postazioni, devono espugnare in un determinato tempo limite.
Degna di nota, soprattutto, la modalità “Hamburger Hill“, in cui lo scopo principale è mantenere più tempo possibile una zona fissata al centro della mappa, ovviamente, nella modalità a Squadre.
Island Of Thunder resterà molto familiare a tutti i reduci dalla prima campagna anche i menu sono rimasti (purtroppo?) invariati e non sono certo il simbolo della praticità.

Ghost Recon : Island Of Thunder Ghost Recon : Island Of Thunder

Aspetto Tecnico

Per quello che riguarda la parte strettamente tecnica del gioco, si possono notare alcune migliorie, o meglio ottimizzazioni, nell’ engine grafico. Ad esempio nella realizzazione di alcuni effetti di luce oppure in qualche texture e costruzione poligonale rinnovata rispetto al primo Ghost Recon, in particolare le sezioni nella foresta o comunque fuori dai centri urbani sono più curate e realistiche, dettagli maggiori, inoltre, per i soldati ed i membri della squadra e gli oggetti che compongono l’equipaggiamento.



Tutto il resto è rimasto invariato. Ghost Recon non era certo uno dei titoli che portava Xbox al limite delle sue possibilità e Island Of Thunder non migliora di molto questa situazione. E' un peccato perché Ubisoft ha a disposizione engine grafici decisamente più aggiornati, come ad esempio quello del prossimo Rainbow Six, e Island of Thunder ne avrebbe decisamente giovato.
Per quanto concerne il reparto audio, sono stati introdotti nuovi effetti ambientali e di gioco, già per altro molto validi nel suo predecessore. In questo campo il team di programmazione si è confermato in maniera positiva, il parlato non è localizzato in italiano, ma probabilmente è meglio cosi: in questo modo, a mio avviso, l’atmosfera è rimasta intatta e in Island of Thunder non esiste certo il pericolo di imbattersi in dialoghi lunghi o incomprensibili. La segnalazione va comunque fatta per tutti quei giocatori che non si trovano a loro agio nei giochi non localizzati in italiano.

Ghost Recon : Island Of Thunder Ghost Recon : Island Of Thunder

Commento



Ghost Recon: Island of Thunder viene sicuramente promosso grazie al favorevole rapporto qualità/prezzo del gioco , gli aggiornamenti introdotti per il multiplayer, e la possibilità di ottenere nuove missioni tramite xbox live, Island Of Thunder è un validissima scelta, mirata in particolare modo agli appassionati del gioco online.

Certo non si tratta di un sequel vero e proprio, nè di un aggiornamento sostanziale della parte tecnica, ma comunque un gioco che farà piacere ai veterani di Ghost Recon, e probabilmente spingerà i nuovi utenti, a conoscere tutta la serie.

Ghost Recon : Island Of Thunder Ghost Recon : Island Of Thunder

Pro: Nuove missioni Supporto Xbox Live Effetti sonori ottimi Contro: Grafica non all'altezza di Xbox Alcuni obiettivi difficili da portare a termine Non è un vero e proprio sequel

Ghost Recon Island Of Thunder, nato come Add-on di uno tra I titoli più amati e giocati su Xbox live, ha raggiunto il mercato mondiale sotto forma di gioco stand alone, utilizzabile quindi anche senza avere una copia del predecessore.

La squadra di assalto americana questa volta dovrà risolvere una crisi scoppiata su di un isola (da qui il titolo del gioco) nell’area Cubana e come al solito non troverete molta ospitalità tra i soldati del luogo...quindi bando alle ciance e parliamo delle novità introdotte in Island Of Thunder
Per prima cosa è stata programmata una nuova campagna nel gioco in single player, composta di otto missioni, naturalmente non solo ambienti nuovi, ma anche attrezzature, kit e armi adatte all’occasione.
Questa campagna ha un livello di difficoltà leggermente più alto rispetto alle prime missioni presenti nel primo Ghost Recon, ma i giocatori esperti non avranno assolutamente difficoltà ad abituarvisi. Anche se la parte dedicata al single player può sembrare poco longeva, non c’è da preoccuparsi dato che Ubisoft ha già fatto sapere che in futuro saranno disponibili degli aggiornamenti downloadabili tramite Xbox Live, con alcune nuove missioni da scaricare e questo ovviamente vale anche per le mappe dedicate al gioco multiplayer.

TI POTREBBE INTERESSARE