Gli Incredibili: L'Ascesa del MinatoreGli Incredibili: L'Ascesa del Minatore 

Torna la famiglia di supereroi della Disney, questa volta impegnata a combattere un nuovo supercriminale.

A Kid's Game

Inutile negare che Gli Incredibili sia diretto a un pubblico meno maturo, fatto che si rivela più o meno subito, fin da quando si impugna il controller: la semplicità dei comandi e spiazzante, così come la limitatezza delle azioni a nostra disposizione. E tuttavia, Gli Incredibili 2 presenta una meccanica stravagante che sicuramente delizierà i più piccini, permettendo loro di controllare sia Mister Incredible che Frozen: la semplice pressione di un tasto permetterà di passare da uno all'altro, per adattarsi alla situazione ed utilizzare i loro diversi poteri in modo opportuno. Mister Incredible ha dalla sua una forza spropositata che fa di lui il principale mezzo di combattimento, d'altra parte Frozen puo' congelare i nemici e tenerli a bada mentre il suo compagno se ne va occupando. Man mano che gli avversari vengono sconfitti, si guadagnano dei punti (esperienza?) utili per potenziare le caratteristiche dei due supereroi e imparare nuove mosse speciali, fino alle devastanti super-mosse. Il sistema di gioco è quindi intrigante, ma l'eccessiva linearità rivela ancora una volta l'impronta prettamente "childish" che è stata data all'intera struttura di gioco, in cui la progressione non è del tutto dissimile da un beat'em-up a scorrimento, con la conseguenza che per il 90% della breve avventura, si prende il controllo di Mister Incredible, mentre Frozen viene rilegato a una sorta di comparsata, che diventa indispensabile specialmente nei momenti in cui bisogna affrontare dei semplici puzzle, perlopiù basati sul congelamento di qualcosa. La monotonia che ne segue è quindi scontata, e per quanto ben realizzato, tutto sommato, non si puo' mancare di notarne la ripetitività e piattezza.

Gli Incredibili: L'Ascesa del Minatore Gli Incredibili: L'Ascesa del Minatore

Realizzazione Tecnica

Gli Incredibili 2 si dimostra un prodotto di discrete pretese anche sul versante tecnico, dove non brilla per spettacolarità o originalità visiva. Comunque meglio del prequel, Gli Incredibili 2 mette in scena modelli poligonali abbastanza dettagliati e vari cromaticamente (nonostante la somiglianza dei nemici) e il giocatore si ritrova ad attraversare ambientazioni splendide, purtroppo minate dall'eccessiva linearità del gioco, che finisce col sottolineare il tragitto fisso e serrato nel quale ci si muove per raggiungere la fine dello stage. Notevoli invece gli effetti speciali e particellari che caratterizzano esplosioni e quant'altro, sicuramente ben realizzati. Dal punto di vista sonoro, bisogna dire che il riciclo di alcuni brani tratti direttamente dal film non è stato una cattiva idea, visto che dona pepe e qualità a una colonna sonora invero piuttosto scialba, difettata da un doppiaggio - come al solito - men che mediocre.

Gli Incredibili: L'Ascesa del Minatore Gli Incredibili: L'Ascesa del Minatore

Commento

Gli Incredibili 2 nasce come progetto a budget medio-basso per colpire la fascia di giocatori più piccini, che hanno amato il film e, magari, anche il primo videogioco. Il bersaglio è centrato in parte, visto che probabilmente i piccoli supereroi in erba apprezzeranno questa nuova avventura dei loro beniamini senza badare troppo alla sua ripetitività o alle mancanze tecniche. La possibilità di passare da Frozen a Mister Incredible e viceversa va' comunque tenuta d'occhio, in quanto apprezzabile volontà di rendere il titolo meno piatto a rischio di complicare la vita dei piccoli giocatori, che probabilmente preferiranno comunque pestare nemici a caso nei panni del simpatico super-capofamiglia. Pro: Sono gli Incredibili Graficamente discreto Gameplay intelligente Contro: Lineare Banale

Multipiattaforma

Gli Incredibili è disponibile anche per Xbox e GameCube, e le differenze si limitano ad una maggiore pulizia grafica per queste versioni, e ad un motore grafico un po' più convincente, ma che non cambia nella sostanza.

Da diversi anni ormai la Walt Disney's Pictures ha tralasciato la produzione cinematografica di disegni animati, a favore della realizzazione di lungometraggi in computer graphic, perlopiù firmati Pixar. Il primo esponente del genere è stato l'indimenticabile Toy Story, al quale han fatto seguito una serie di film realizzati in grafica digitale che hanno ottenuto un buon successo al botteghino. Dopo Dinosauri e Alla Ricerca di Nemo (ma anche Toy Story 2), è stata quindi la volta di un film che ha riscosso enormi consensi: palesemente ispirato ai Fantastici Quattro della Marvel Comics, Gli Incredibili narra con umorismo e leggerezza le avventure di una famiglia di super-umani, alle prese con la vita casalinga di tutti i giorni ma anche con le minacce criminali che solo i loro superpoteri possono contrastare. Contemporaneamente all'uscita del film, venne prodotto un mediocre tie-in videoludico, destinato sopratutto ai più piccoli; ed ecco che ancora una volta Gli Incredibili fanno capolino su PlayStation 2 per affrontare un nuovo avversario, il perfido Minatore, insieme alla spalla di Mr.Incredible, Frozen.

TI POTREBBE INTERESSARE