Il Grande FratelloGrande Fratello 

Il gioco del Grande Fratello è arrivato... che felicità!

Pedro, s'è roooot

Beh, questa rischia di essere una delle recensioni più brevi nella storia di Multiplayer, c’è talmente poca carne al fuoco che ho paura di terminare gli argomenti in dieci righe. Andiamo subito al dunque. Una volta scelto il vostro personaggio preferito, tra quelli delle ultime edizioni dello show televisivo, vi attendono cento lunghissimi giorni da affrontare insieme ad altri nove coinquilini. Tutti i protagonisti del Grande Fratello hanno delle differenti caratteristiche fisiche, emotive ed intellettive. Il gameplay ricorda quello di un particolare titolo di successo, conosciuto come The Sims: ogni giorno è diviso in turni (giusto per smentirmi, questa è una grande differenza rispetto a The Sims) e, una volta acquisito il controllo del vostro personaggio, semplicemente cliccando col tasto cerchio su un oggetto o su un avversario, apparirà un menù a tendina con un elenco di azioni eseguibili. A seconda del vostro comportamento, influenzerete i rapporti interpersonali con gli altri abitanti della casa. Non verrete visti di buon occhio se non vi laverete e, allo stesso modo, comportarsi male con tutti, non gioverà alla vostra reputazione generale. Tutto questo potrebbe condurvi alla nomination: ogni giovedì sera, tutti gli inquilini della casa dovranno scegliere due persone che vorrebbero mandare fuori dalla casa. I due abitanti che riceveranno il maggior numero di voti andranno in nomination. Qui subentra l’unico fattore innovativo di questo titolo: il pubblico a casa deciderà, la settimana successiva, il concorrente che sarà eliminato. Le vostre azioni infatti, oltre a farvi amare/odiare dai coinquilini, saranno anche giudicate da un pubblico virtuale che apprezzerà i vostri deliri nel confessionale o le vostre puzzette in giro per la casa. Scopo del gioco, inutile a dirsi, vincere il Grande Fratello dopo cento lunghi giorni di reclusione. Detto così, potrebbe anche sembrare un gioco interessante, in realtà la meccanica è talmente ripetitiva e banale che verrà alla noia nel giro di pochi minuti.

Grande Fratello Grande Fratello

La tecnica

Non dobbiamo dimenticarci che ci troviamo davanti ad un gioco per Psone. Detto questo, il 2d utilizzato nel gioco è poverissimo: il design generale non è di buon livello e il tutto appare affrettato e poco curato. L’unica cosa che si salva sono le animazioni a corredo delle nostre azioni che brillano più per ironia piuttosto che per reali qualità. L’accompagnamento sonoro è affidato ad una musica gradevole per i primi minuti ma ossessionante alla lunga. Ogni settimana, sbloccherete un filmato di bassa qualità tratto dalle scorse edizioni televisive del Grande Fratello. Questo è l’unico extra del gioco e, a ben vedere, l’unico motivo che potrebbe spingere un appassionato del GF all’acquisto.

Grande Fratello Grande Fratello

Commento

Sono rimasto letteralmente senza parole. Dopo soltanto pochissimi minuti, una decina per la precisione, il gioco annoia: una volta affrontate le prime due settimane, avrete sperimentato tutto quello che c'era da sperimentare ed il titolo non vi offrirà alcun tipo di divertimento. La realizzazione tecnica, per non parlare di uno stile assolutamente povero e di scarso appeal, è ridicola tanto che sembra di essere tornati al periodo dei 16 bit, PSOne ci ha abituato ad un livello grafico infinitamente superiore. In sintesi, non esiste un singolo motivo per cui acquistare questo gioco. Il voto finale potrebbe sembrare leggermente alto, perlomeno in relazione a quanto letto nelle righe precedenti. In realtà, è da considerarsi come media tra un 3, considerando il titolo un videogioco a tutti gli effetti, e un 7, pensando agli amanti del grande fratello alla ricerca di qualche oretta spensierata in compagnia della loro Playstation.

Pro: Software italiano! E' un passatempo... Contro: Pessima grafica Pessimo sonoro Pessima giocabilità Pessima longevità

NOTA BENE: Il gioco Grande Fratello è stato sviluppato per il sistema PSOne. Ovviamente, è perfettamente compatibile con Playstation 2 a patto di possedere una memory card per PSone per i salvataggi.

Poteva mancare un videogioco sull’avvenimento mediatico di maggior successo degli ultimi anni? Naturalmente no… è stato compito di Trecision, software house tutta italiana, colmare questo buco delle nostre softeche. Ma ce n’era veramente bisogno?

TI POTREBBE INTERESSARE