Grey's AnatomyGrey's Anatomy: The Mobile Game 

I numerosi fan della serie TV "Grey's Anatomy" possono finalmente vedere i propri personaggi preferiti sullo schermo del cellulare. E non stiamo parlando di sfondi o screensaver, bensì di un vero e proprio tie-in firmato da Gameloft, casa di produzione sempre attenta verso questo genere di prodotti. Il gioco ci mette nei panni della dottoressa Meredith Grey, ad affrontare situazioni tratte dalle prime tre stagioni del telefilm.

Di serie TV a sfondo "medico" ce ne sono ormai diverse, complice il successo di "E.R.", ma il genere non è certo nato adesso, anzi. Ad ogni modo, il punto di forza di "Grey's Anatomy" sta probabilmente nella peculiarità dei suoi protagonisti: le puntate non sono incentrate su questioni puramente lavorative, bensì spaziano sulle paure, le paranoie e le manie dei personaggi, che a volte assumono dei connotati davvero bizzarri, tipici delle sit-com. Questo spirito viene catturato in modo piuttosto fedele da Gameloft, basti pensare che le prime fasi di gioco vedono Meredith recuperare i propri vestiti dopo una notte di passione con un affascinante sconosciuto (che poi si rivelerà essere il suo capo sul posto di lavoro...).

Diciamo pure che per andare avanti in Grey's Anatomy: The Mobile Game bisogna conoscere la serie TV almeno un po', visto che spesso e volentieri ci troveremo ad affrontare dei semplici quiz che fanno riferimento ad alcune puntate o comunque ai tratti distintivi dei personaggi. Il gioco possiede una struttura molto particolare, soprattutto per quanto concerne la gestione dell'energia: la barra si riempie quando dialoghiamo con le persone, quando rispondiamo correttamente a delle domande e quando portiamo a termine delle piccole missioni, nonché quando approfittiamo dei distributori automatici per fare il pieno di caffè e snack. Per il resto, dovremo spostarci nelle varie zone dell'ospedale (talvolta di corsa...) seguendo gli ordini della nostra spietata caporeparto, e dimostrare la massima attenzione durante l'intervento dei chirurghi, per agire sui pazienti come ci viene insegnato. Potremo controllare la missione in corso o la posizione dei personaggi dando un'occhiata al cercapersone (tasto funzione destro), che comincerà a vibrare in caso di emergenza. Le fasi più impegnative del gioco sono rappresentate dagli interventi veri e propri: la visuale del nostro personaggio scompare, lasciando il posto a una panoramica del corpo del paziente, in corrispondenza della zona da trattare. Qui gli sviluppatori hanno tratto una chiarissima ispirazione da Trauma Center: nella parte bassa dello schermo abbiamo i diversi strumenti (ago, pinzette, bisturi, laser, drenaggio, ecc.) e dobbiamo utilizzarli in modo appropriato per condurre l'intervento. Nel caso di lacerazioni, dobbiamo eventualmente drenare il sangue che fuoriesce, quindi applicare delle suture. Di fronte ad aneurismi, invece, dovremo prima incidere la parte, quindi drenare e successivamente estrarre con le pinzette. È chiaro che il sistema di controllo di Grey's Anatomy: The Mobile Game non può competere con quello di Trauma Center (sia in versione DS che Wii), quindi l'uso della strumentazione è stato molto semplificato e si basa più che altro sul giusto tempismo: il bisturi si muove automaticamente, ma noi dobbiamo "premerlo" nel momento opportuno; l'ago da sutura trova da solo i punti di applicazione, ma noi dobbiamo inserirlo prontamente; le pinzette devono estrarre in una determinata direzione, ecc. Il risultato finale è davvero ottimo, se si pensa che si utilizza un solo pulsante per fare tutto, ma le cose si potevano migliorare di molto assegnando ai tasti funzione la selezione dello strumento: spostare il lentissimo cursore fino alla parte bassa dello schermo non è il massimo della comodità.

Il gioco vanta una realizzazione tecnica davvero ottima, soprattutto sotto il profilo della quantità: sono numerosi i personaggi che si muovono sullo schermo e con cui possiamo interagire, i protagonisti della serie sono caratterizzati bene e risultano riconoscibili nonostante lo stile fumettoso, le aree dell'ospedale vantano un design convincente e un buon livello di dettaglio. Il comparto sonoro fa quel che può, con una serie di musiche di buona fattura che hanno il compito di sottolineare le diverse fasi dell'azione. I controlli, infine, risultano semplici e immediati: il joystick muove il nostro personaggio, il tasto FIRE (o 5) serve per interagire con personaggi e strumenti, oppure (tenendolo premuto) ci permette di correre nella direzione verso cui siamo orientati. Il tasto funzione destro viene usato per richiamare il cercapersone, dal quale possiamo anche consultare una mappa delle varie zone nonché controllare la missione in corso.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Grey's Anatomy: The Mobile Game è una trasposizione davvero molto ben fatta, che richiama spesso le situazioni viste nella serie TV e ne cattura lo spirito in modo molto efficace. Le sezioni di esplorazione e dialogo, quiz inclusi, non sono divertentissime ma verranno certamente apprezzate dai fan del telefilm, mentre è chiaro che le parti più giocabili sono rappresentate dagli interventi: realizzati ispirandosi in modo fin troppo chiaro a Trauma Center, sono abbastanza impegnativi e coinvolgenti, anche se spesso la lentezza del puntatore fa desiderare un sistema di controllo più agile. Tecnicamente molto valido, ricco di spessore e longevo: chi segue "Grey's Anatomy" non potrebbe chiedere di più da un videogame per cellulare, che si pone come un prodotto molto interessante anche per chi non conosce la serie.

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Ricco di spessore
  • Interventi coinvolgenti
  • Tecnicamente ottimo

Contro

  • Puntatore lento durante le operazioni
  • Alcune fasi sono solo per chi segue il telefilm
  • Gestione dell'energia talvolta frustrante

TI POTREBBE INTERESSARE