Guitar Hero II  0

Rockettari di tutto il mondo, unitevi! E' ora di rispolverare la chitarra, è tornato Guitar Hero...

La tracklist

"Shout at the Devil" - Mötley Crüe
"Mother" - Danzig
"Surrender" - Cheap Trick
"Woman" - Wolfmother
"Tonight I'm Gonna Rock You Tonight" - Sp?nal Tap
"Strutter" - KISS
"Heart-Shaped Box" - Nirvana
"Message in a Bottle" - The Police
"You Really Got Me" - Van Halen
"Carry On Wayward Son" - Kansas
"Monkey Wrench" - Foo Fighters
"Them Bones" - Alice in Chains
"Search and Destroy" - Iggy Pop and The Stooges
"Tattooed Love Boys" - The Pretenders
"War Pigs" - Black Sabbath
"Cherry Pie" - Warrant
"Who Was in My Room Last Night?" - Butthole Surfers
"Girlfriend" - Matthew Sweet
"Can't You Hear Me Knocking" - The Rolling Stones
"Sweet Child O' Mine" - Guns N' Roses
"Killing in the Name" - Rage Against the Machine
"John the Fisherman" - Primus
"Freya" - The Sword
"Bad Reputation" - Thin Lizzy
"Last Child" - Aerosmith
"Crazy on You" - Heart
"Trippin' On a Hole in a Paper Heart" - Stone Temple Pilots
"Rock This Town" - Stray Cats
"Jessica" - The Allman Brothers Band
"Stop" - Jane's Addiction
"Madhouse" - Anthrax
"Carry Me Home" - The Living End
"Laid to Rest" - Lamb of God
"Psychobilly Freakout" - The Reverend Horton Heat
"YYZ" - Rush
"Beast and the Harlot" - Avenged Sevenfold
"Institutionalized" - Suicidal Tendencies
"Misirlou" - Dick Dale
"Hangar 18" - Megadeth
"Free Bird" - Lynyrd Skynyrd
"Arterial Black" - Drist
"Collide" - Anarchy Club
"Elephant Bones" - That Handsome Devil
"Fall of Pangea" - Valient Thorr
"FTK" - Vagiant
"Gemini" - Brian Kahanek
"Jordan" - Buckethead
"Laughtrack" - The Acro-brats
"Less Talk More Rokk" - Freezepop

Continua a Pagina 2...

Tracklist (continua)

Continua da Pagina 1...

"The Light that Blinds" - Shadows Fall
"Mr. Fix-it" - The Amazing Royal Crowns
"The New Black" - Every Time I Die
"One for the Road" - Breaking Wheel
"Parasite" - The Neighborhoods
"Push Push (Lady Lightning)" - Bang Camaro
"Radium Eyes" - Count Zero
"Raw Dog" - The Last Vegas
"Red Lottery" - Megasus
"Six" - All That Remains
"Soy Bomb" - Honest Bob and the Factory-to-Dealer Incentives
"Thunderhorse" - Dethklok
"Trogdor" - Strong Bad
"The X-Stream" - Voivod
"Yes We Can" - Made in Mexico

Over the Top

Squadra che vince non si cambia, si sa. I ragazzi di Harmonix hanno quindi deciso saggiamente di conservare praticamente intatto il sistema di gioco che è valso tanta fama e gloria, limitandosi per la maggior parte alle classiche limature e aggiunte marginali. La già citata chitarra-controller, coi suoi 5 tasti a simulare le corde, quello centrale per il colpo di plettro e il manico per il vibrato resta quindi la protagonista assoluta con cui cimentarsi attraverso una nuova e ricchissima tracklist. La meccanica è tanto semplice da comprendere quanto inizialmente ostica da padroneggiare, perlomeno per chi non ha grande familiarità con lo strumento “reale” o non gode di grande coordinazione con le dita della mano. In pratica su schermo vengono indicati i tasti da premere per suonare le note e riprodurre così la canzone scelta; ma se i brani più semplici e i livelli di difficoltà più bassi si limitano a richiedere movimenti basilari, al contrario con sfide più consistenti sarà necessario tirare fuori il Jimi Hendrix che è in ognuno di noi con pressioni multiple di corde e passaggi rapidissimi da vero funambolo. Proprio per dare un supporto in occasione degli appena descritti livelli avanzati, Guitar Hero II introduce una opportuna modalità di pratica, con cui potersi allenare solo in determinati spezzoni delle canzoni evitando così di dover ripeterle interamente. Un supporto ideale per chi ha voglia di ottenere il massimo dal prodotto di Harmonix, soprattutto in considerazione del maggiore livello di difficoltà generale rispetto al primo episodio. L’altra aggiunta importante va invece ricercata nel multiplayer; nonostante giocare in due a Guitar Hero fosse senza dubbio costoso vista le necessità di acquistare un secondo controller, le soddisfazioni regalate dalle sfide con un amico erano davvero notevoli. Questo seguito non solo permette di eseguire differenti sezioni di una stessa canzone, ma anche di sfidarsi all’interno dell’intero brano dall’inizio alla fine, e non solo. La modalità cooperativa aggiunge infatti una ulteriore dose di interesse al tutto, portando i 2 giocatori ad eseguire il pezzo come se effettivamente stessero suonando due strumenti differenti; uno la chitarra principale, e l’altro la chitarra ritmica o il basso a seconda dei casi. Nonostante sia difficile dire che suonare il basso sia divertente quanto la chitarra, la sensazione complessiva è divertente e contribuisce ad avvicinare la finzione ludica alla realtà sonora. La facoltà di scegliere inoltre diversi livelli di difficoltà per i due partecipanti alla partita rappresenta una intelligente aggiunta capace di favorire l’affiancarsi di giocatori esperti con amici alle prime armi.

I love rock’n’roll

Malgrado l’aspetto più importante e valido di Guitar Hero non sia certo stato quello grafico, i programmatori di Harmonix erano riusciti a confezionare un prodotto piacevole soprattutto per lo stile utilizzato, che ben rappresentava in chiave ironica l’atmosfera rockettara di concerti di fronte a un pubblico più o meno vasto. Con questo secondo episodio tutto è stato migliorato e ripulito, pur mantenendo intatto il suddetto stile; anche su tv lcd, tramite collegamento component assieme all’opzione per il progressive scan, Guitar Hero II mantiene un ottimo aspetto complessivo. E’ stata inoltre aumentata la facoltà di personalizzazione del proprio alter-ego, che è ora possibile scegliere tra una rosa di 11 personaggi (8 dall’inizio + 3 sbloccabili) assieme allo strumento preferito. Ma ovviamente la componente fondamentale di un gioco di questo stampo è la tracklist; per l’occasione il team ha scelto una lista di 64 nuovi brani (24 di questi da sbloccare), che coprono diversi generi di rock e differenti periodi, dagli anni ’70 ai giorni nostri. Anche in questo caso, come col primo capitolo, si tratta per la stragrande maggioranza di cover, in gran parte ben eseguite a parte una manciata di clamorose defaillances. Malgrado però, come è ovvio che sia, la lista di canzoni rappresenti una attrattiva più o meno concreta in base ai gusti e alle conoscenze di ognuno, la nostra opinione è che in linea di massima la qualità complessiva sia leggermente inferiore a quella del primo Guitar Hero. O meglio, in questo caso la scelta è andata su brani per la maggior parte più “settoriali” e indirizzati quindi ai veri appassionati del rock, mentre l’anno scorso era molto più facile scorgere un buon numero di tracce di appeal più ampio. Inoltre, la Guitar Hero II appare come un “seguito” anche per quanto riguarda il già citato livello di difficoltà, dal momento che la curva di apprendimento molto meno dolce confrontata con quella suo predecessore lo rende non altrettanto accessibile come “punto di partenza” per gli aspiranti chitarristi.

Commento

Guitar Hero II segue alla lettera il manuale dedicato a come confezionare un seguito senza rischiare nulla. Più opzioni, grafica più pulita, una lista di brani tutta nuova e un multiplayer maggiormente corposo sono i punti cardine di questo seguito che conferma in toto il gameplay che ha determinato il grande successo del primo episodio. La tracklist meno mainstream e il più elevato livello di difficoltà lo rendono però un prodotto un po’ più settoriale, fattore questo che potrebbe portare gli aspiranti nuovi rocker digitali a preferire l’acquisto del capitolo dell’anno scorso. Chi ha invece già sviscerato ed amato Guitar Hero può senza ombra di dubbio procedere all’acquisto ad occhi chiusi.

Pro

  • Migliorato sotto ogni aspetto
  • Molto, molto divertente
  • Ottimo multiplayer
Contro
  • Tracklist per molti ma non per tutti
  • Curva di apprendimento più ripida

Le sorprese, nel mondo dei videogiochi moderni, sono merce sempre più rara. Una delle più gradite e gradevoli degli ultimi tempi è stato Guitar Hero di Harmonix, titolo musicale che pur senza reinventare la ruota ha avuto il pregio di trovare la formula giusta, per non dire perfetta: riprendere un controller a forma di chitarra (idea originale di Konami e del suo Guitar Freaks), mescolarlo ad una meccanica in gran parte mutuata dal precedente Frequency e infilare il tutto all’interno del mondo del rock’n’roll con una tracklist eccellente. A distanza di circa un anno ecco quindi arrivare il prevedibile seguito, Guitar Hero II, ora disponibile per Ps2 e di prossima pubblicazione anche su Xbox 360.