9.4

Redazione

8.8

Lettori (38)


  • 44
  • 5
  • 71
  • 3
  • Data di uscita: 16 novembre 2004
  • Piattaforme: pc, xbox
  • Tipologia di gioco: Sparatutto

Half-Life 2Half Life 2 - Recensione 1

Valve ed Electronic Arts portano sugli schermi di Xbox Half Life 2. Un'esperienza da non perdere...

City 17

È un po’ strano trovarsi a dover parlare di uno dei giochi più chiacchierati degli ultimi tempi a distanza dalla sua prima pubblicazione. Chi voleva saperne, probabilmente, sa già di cosa si tratta. Difficile trovare qualcuno che non abbia idea di quale sia la nuova storia che vede protagonista Gordon Freeman, scienziato atipico con una particolare propensione a salvare il mondo. Però, non si sa mai. Può darsi che ci sia qualcuno che, non avendo un PC sufficientemente dotato da poter far girare HL 2, abbia deciso di distogliere lo sguardo e far finta che non fosse uscito uno dei più bei giochi degli ultimi anni, e può anche darsi che ci sia qualcuno che, incredibilmente, si sia ormai abituato a giocare ad un Fps comodamente seduto in poltrona con un pad in mano, piuttosto che con mouse e tastiera davanti ad un monitor. Per queste persone c’è un lavoro da compiere. Una bella avventura, un crescendo continuo di emozioni e di qualità del level design, a partire da una fuga sui tetti di City 17, affollata di soldati persecutori e di combattenti della resistenza, fino all’epilogo al centro del male, senza prendere fiato.

quella che vi resterà impressa è una costante progressione di qualità con alcune fasi davvero memorabili

City 17

Davvero, quello che stupisce del lavoro di Valve è la qualità e la cura riposte nel level design, è l’abilità di riuscire a rendere coesi una serie di livelli dalle meccaniche più varie, così da dare l’idea di un lungo viaggio che, tra tante locazioni diverse, si ricompone in un continuo spaziale in cui non si perde mai la bussola. Alcune sezioni, a dire il vero, sono più lunghe di altre e sembrano più espedienti per aumentare la longevità del titolo, ma quella che vi resterà impressa è una costante progressione di qualità con alcune fasi davvero memorabili. C’è di tutto in Half Life 2, dalle sezioni di guida, alle citazioni da titoli come Call of Duty, alle sezioni di platform, fino a quella piccola chicca che è Ravenholm, un evidente omaggio alla scuola dei survival horror, tanto fuori contesto, quanto dannatamente divertente. La tecnologia che opprime e che libera, la scienza che insegna e che nasconde, le bugie e le verità di una sequela di emozioni come quelle che solo i migliori film e i migliori libri sanno suscitare.

Half Life 2 - Recensione Half Life 2 - Recensione Half Life 2 - Recensione

Meccaniche.

In Half Life 2 si raccolgono una serie di armi, tonnellate di munizioni e si spara. Ci siamo capiti, è un Fps. Però, non è solo questo. Forte dell’implementazione dell’Havok Engine, per la prima volta, un videogioco si spinge oltre e fa un uso sperticato della fisica, non più solo un orpello estetico per rendere più accattivanti delle sequenze, ma un vero e proprio perno del gameplay. Nel gioco, infatti, si è presto dotati di un’arma che consente di attrarre a sé gli oggetti, di scagliarli e di interagire col fondale. Si viene, prima, introdotti nel disegno di Valve come spettatori, realizzando poco per volta le potenzialità dei propri mezzi, per poi scoprirsi a frugare tra i pixel alla ricerca delle soluzioni per superare ostacoli e livelli nel modo migliore, più veloce o più creativo, a seconda della propria ispirazione. Se un muro di creature ci si para d’innanzi non c’è mai una sola soluzione, e si va dal rovesciare quintali di piombo, allo scagliare un barattolo di vernice sugli occhi di uno zombie per poi eliminarlo a colpi di piede di porco, una volta che non è più in grado di vederci. Il fatto è che Half Life 2 è uno di quei rari casi di equilibrio di design per cui, qualsiasi tipo di approccio si decide di adottare per progredire, a non cambiare sarà il grado di soddisfazione provato e la precisione con cui tutti i vari tasselli vanno ad incastrarsi.

Le fasi shooter sono esaltanti, così come quelle platform o quelle in cui bisogna districarsi per superare i piccoli enigmi che costellano l’avventura di Gordon Freeman

Meccaniche.

Le fasi shooter sono esaltanti, così come quelle platform o quelle in cui bisogna districarsi per superare i piccoli enigmi che costellano l’avventura di Gordon Freeman. L’unica eccezione è costituita dalle sezioni di guida, su cui gli sviluppatori hanno insistito un po’ troppo, ma che regalano due dei più bei tramonti che ci sia capitato di vedere in un videogioco. Da non dimenticare, comunque, è il fatto che in Half Life 2 per Xbox non esiste alcun tipo di modalità online, né versus, né cooperativa, e che, una volta raggiunti i titoli di coda dell’avventura principale, non resta altro che affrontarla ad un livello di difficoltà più elevato o crogiolarsi nel ricordo delle 15/18 ore che servono per portare a termine il gioco a livello normal.

Half Life 2 - Recensione Half Life 2 - Recensione Half Life 2 - Recensione

Meccaniche.



Audiovisive
Half Life 2 è tutt’ora su PC una delle esperienze visive più appaganti. Senza gli eccessi del normal mapping dell’engine di ID e di Doom 3, il Source è in grado di donare visuali mozzafiato anche su Xbox. Le spiagge che costeggiano l’autostrada 17, le scogliere che delimitano Nova Prospect, fino al freddo metallo delle costruzioni di City 17, ogni scusa è buona per strappare un sospiro d’ammirazione del giocatore con una continua tensione alla scoperta di cosa viene subito dopo. Ovviamente, molti elementi della conversione hanno dovuto subire un ridimensionamento per far sì che il gioco potesse girare sulla console Microsoft, ma il risultato finale è sorprendente. Le texture dei vestiti dei personaggi sono a volte appena accennate e il frame rate, soprattutto nelle zone piene d’acqua e cariche quindi d’effetti, tende a zoppicare, anche se mai da pregiudicare il divertimento che prova chi gioca. Francamente, non pensavamo che Valve sarebbe riuscita a replicare in maniera così fedele l’esperienza visiva dell’originale, che resta nella sostanza invariata ed in grado di rendere le stesse emozioni della controparte PC. A patto di chiudere un occhio sui compromessi a cui i programmatori sono dovuti scendere, per forza di cose. Discorso a parte merita l'audio. Se da una parte gli incisi musicali sono perfetti ed ottimo è il lavoro svolto dai tecnici sugli effetti sonori, lo stesso non può dirsi del doppiaggio, che non supporta un discreto lavoro di traduzione. Le voci nel gioco, tutto doppiato in italiano, suonano asettiche in troppi frangenti.

Half Life 2 - Recensione Half Life 2 - Recensione Half Life 2 - Recensione

Commento

La vita di una console è solcata di compromessi ed Half Life 2 per Xbox ne deve accettare diversi per riuscire a girare su un hardware che ha oramai quattro anni alle spalle, riuscendo a rendere l’esperienza di gioco strepitosa dell’originale. Solo per questo Valve merita un applauso, perché, texture e frame rate a parte, il loro ultimo gioiello è perfettamente godibile nel crepuscolo della console Microsoft ed è specchio più che fedele del miglior gioco PC del 2004. Dopo l’orgia online di Halo 2, ecco che un altro capolavoro si affaccia nella ludoteca Xbox e che, se non possedete un computer in grado di reggere, è quasi un obbligo cercare di giocare e portare a termine. Dopo un anno dalla sua pubblicazione, Half Life 2 resta il miglior shooter in single player che un giocatore possa vivere e sarebbe un errore perdere quest’ultima occasione di godere dell’epica fantascientifica targata Valve. Pro: Sorprendente il lavoro di adattamento Level Design senza pari Avvincente come pochi Contro: Mancanza di modalità online Texture non sempre definite e frame rate ballerino

È passato un anno dalla pubblicazione di Half Life 2 per PC ed ancora, nonostante una buona dose di titoli di livello, il gioco di Valve se ne sta lassù a guardare dall’alto un genere che per dire qualcosa di nuovo non sa più che carte giocare. Con molto rumore, Half Life 2 ha creato una serie d’onde che ancora devono infrangersi nel mare dei ricordi, grazie ad una comunità di modder che con Source, il motore che muove il gioco, stanno facendo di tutto. Forte del suo passo e non curante del lancio di Xbox 360, HL 2 arriva su Xbox con una conversione che ha del sorprendente per come porta, su una macchina vecchia di quattro anni, uno dei giochi più belli dei personal di ultima generazione e che, nonostante manchi di qualsiasi modalità multiplayer, ogni giocatore dovrebbe provare a portare a termine.