Jump Free RunningJump Free Running 

Pensavate che i free runners fossero semplicemente dei poveri pazzi che amavano passare il tempo saltando da un cornicione all'altro? Allora date un'occhiata al nuovo prodotto Living Mobile, nel quale uno di questi atleti mette le proprie abilità al servizio della popolazione...

Jump Free Running cala infatti l'utente nei panni di un free runner dotato di genuino senso civico, che si impegna a risolvere tutta una serie di problemi a suon di corse sui tetti, salti nel vuoto ed acrobazie varie. Chiamato semplicemente Urban Hero, il nostro protagonista si divide tra San Francisco, Londra ed Il Cairo, nel corso di 18 livelli tutti caratterizzati da una piccola o grande crisi da risolvere. Ci si ritroverà dunque a dover ripristinare l'energia in un quartiere scosso da un terremoto, ad accendere gli allarmi di un palazzo in preda ai ladri o ancora ad attivare delle pompe d'acqua per estinguere l'incendio di un grattacielo, e così via. L'azione di gioco si svolge dunque interamente tra tetti, cornicioni e pennacchi, inquadrata da una visuale isometrica abbastanza comoda e funzionale. In buona sostanza, il gameplay di Jump Free Running si risolve nel premere il tasto indicato su schermo al momento giusto, allo scopo di realizzare l'acrobazia richiesta con tempismo e precisione, accumulando così un maggior numero di punti: ogni qual volta ci si avvicina ad un punto sensibile, nella parte bassa del display compare un indicatore giallo, con una freccia che lo percorre e che va fermata nella zona centrale dello stesso (in maniera non dissimile dai sistemi utilizzati nei giochi di golf, tanto per intenderci)

Va da sé che il sistema di controllo è tutto tranne che complesso: Urban Hero corre automaticamente, e tutto ciò che l'utente deve fare è premere i tasti context-sensitive o tutt'al più spostarsi lateralmente premendo 4 o 6, al fine di scegliere il percorso che ritiene più opportuno. Per quanto il level design sia piuttosto ricercato e gli obiettivi delle varie missioni siano tutto sommato abbastanza vari, lo stesso non si può dire dell'implementazione degli stessi nell'economia di gioco: per tutta la durata dell'avventura, non si fa altro che compiere le stesse due-tre azioni, che ben presto vengono a noia. In particolare, Jump Free Running soffre di uno sfruttamento oltremodo improprio dell'acrobazia della corsa sul muro, che viene utilizzata nella stragrande maggioranza degli stage come unico mezzo per raggiungere gli obiettivi designati. Interruttori da premere, finestre da rompere, allarmi da attivare: quasi tutto passa attraverso al wall running, con ovvie penalizzazioni per la varietà e l'appetibilità del prodotto a lungo andare. Jump Free Running è effettivamente un gioco che esaurisce tutti i propri argomenti nel corso della prima manciata di livelli, risolvendosi poi in un continuo "già visto". E' questo senz'altro un grosso limite del titolo Living Mobile, che finisce per essere più ripetitivo che divertente, oltretutto senza poter contare sull'apporto di una realizzazione tecnica da urlo.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Jump Free Running è un titolo dalle buone premesse, che però rovina tutto con un gameplay dagli elementi fin troppo ripetitivi, che ben presto finiscono per venire a noia. Privo di grandi livelli di sfida, graficamente un po' spartano e dotato di una sola traccia audio, il prodotto Living Mobile non ha semplicemente abbastanza qualità per poter spiccare nell'affollatissimo panorama dei giochi per cellulare.

Fabio Palmisano

Pro

Contro

Pro

  • Abbastanza originale
  • Sistema di controllo semplice

Contro

  • Gameplay molto limitato
  • Tecnicamente mediocre
  • Subito ripetitivo

TI POTREBBE INTERESSARE