LostLost 

"Lost" è oggetto di sincera venerazione, i suoi cultori non avrebbero tollerato una trasposizione ludica men che eccellente e posso sin d'ora rassicurarli, era un bel pezzo che non vedevo un titolo di questo calibro su cellulare. L'inquadratura è dall'alto di tre quarti e la prima impressione richiama Rainbow Six: Las Vegas, molto bello di suo, ma gli sviluppatori di Gameloft si sono superati, qua buona parte della giungla è animata ed ha un ruolo nel gioco, c'è molta azione attorno a voi con cinghiali che danno la carica, rapaci che calano in picchiata, esplosioni spettacolari dei rottami dell'aereo.

Naufraghi!

Anche le sequenze di passaggio da un livello all'altro non sono statiche ma magistralmente cinematografiche, con questi presupposti vi conviene muovervi molto cauti col pollice sempre pronto sulla tastierina del telefono perchè misteriosi pericoli sono in agguato. Dopo essere atterrati in maniera non molto ortodossa sulla spiaggia di un'isola tropicale il vostro primo compito, all'interno di quello che pare a tutti gli effetti un inferno in terra, sarà di recuperare tra fiamme e detonazioni i feriti più gravi a rischio della vostra stessa vita prendendoli a spalla e trasportandoli in salvo, neanche un attimo di respiro e dovrete trovare dell'acqua nella foresta, insomma, la sopravvivenza sull'isola è tutt'altro che scontata, chi l'ha seguito sa anche che sono proprio i misteri e i colpi di scena il sale di questo telefilm e non vorrei svelare troppo descrivendo i livelli avanzati.

Qualcosa si muove là dietro.....

Armati di pistola, coltello, dinamite ma sopra ogni altra cosa di riflessi e logica, Lost vi mette in contatto interattivo anche con macigni da spostare, palme da abbattere, ponti in bilico da attraversare, il tutto miracolosamente gestibile coi tasti del telefono e non il joypad di una PS2, non bastasse questo a dare un'atmosfera da film, i suoi autori hanno fatto molto più del compito assegnato, potete esplorare zone non necessariamente utili alla soluzione del gioco, superbamente disegnate (se l'ombra di due alberi si sovrappone, la zona di interstizione sarà più scura) ed animate (il crepitio dei falò sulla spiaggia, i fruscii nell'erba alta che fanno presagire nulla di buono), solo l'audio è anemico visto che ingame non ci sono nemmeno gli effetti sonori, peccato!

Mi sentite? Mi sentite dannazione?

Tutto rose e fiori fino alla prova della radio-trasmittente (i telespettatori ricorderanno di quei criptici messaggi intercettati dai naufraghi, chi ha seguito per intero la serie sa pure a cosa si riferiscano) dove i game designers hanno avuto l'ostinazione, forse per eccesso di zelo nel riportare tutti i dettagli dell'originale, di inserire una prova frustrante e per nulla divertente o interessante e che nulla ha a che fare col gioco come si era svolto sino a quel momento.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Lost esce a testa alta dal confronto con la serie tv da cui è tratto, fantastico dal punto di vista estetico, abilmente programmato e "diretto" ma che si perde un pò per ottemperare all'inclusione delle prove e minigiochi tipici dei titoli Gameloft in un gioco che non ne aveva affatto bisogno, questa era la mia unica riserva, per il resto, consigliatissimo senza altre remore!

La Redazione
 

Pro

Contro

Pro

  • Cinematografico
  • Animazioni certosine

Contro

  • Troppo silenzioso
  • Potreste incastravi nella prova della radio

TI POTREBBE INTERESSARE