Metal Slug 5Metal Slug 5 Recensione 

Con "leggero" ritardo l'ultimo capitolo di Metal Slug arriva su Xbox e PS2. Da Neo Geo la conversione è ovviamente perfetta, anche se arriva quasi tre anni dopo l'originale. Scopriamo insieme le ultime fatiche di Marco e compagni di battaglia!

Metal Slug 5 Recensione Metal Slug 5 Recensione Metal Slug 5 Recensione

Decontestualizziamolo.

Metal Slug rappresenta l'apice dello sfruttamento hardware Neo Geo, ed in generale delle macchine 16 bit. Impossibile chiedere di più ad un qualsiasi genere di gioco. Comparto grafico e audio sono spinti ai massimi livelli e rasentano l'incredibile in certi frangenti. Al giorno d'oggi in molti potrebbero non capire quello che rappresenta un titolo del genere, il lavoro di programmazione artigiana che vi è nascosto dietro e la bravura dei desinger SNK. Metal Slug 5 rispetto ai precedenti capitoli fà un leggero salto in avanti, raffinando ancor di più quanto di già meraviglioso si sia visto nelle precedenti incarnazioni. Il gioco appare fin da subito molto colorato, molto più del terzo e del quarto. Nonostante cio' le scelte cromatiche rimangono comunque impeccabili e abilmente azzeccate. Il primo livello ha uno scrolling velocissimo ed è ambientato su una zattera che naviga nelle veloci correnti di un fiume ammazzone, e lascia intravedere una foresta minuziosa di particolari, cosi' come l'acqua è piena di piccoli effetti che una grafica 3D definirebbe particellari.

Sebbene molti sprite siano stati riciclati, come da buona tradizione SNK, se ne trovano a decine di nuovi

Decontestualizziamolo.

Subito dopo si fanno notare i primi effetti di luce: le torce dentro il tempio risplendono e la loro luminosità è perfettamente animata pixel per pixel. Sebbene molti sprite siano stati riciclati, come da buona tradizione SNK, se ne trovano a decine di nuovi. I nemici sono completamente nuovi, buffissimi e molto comici a volte, come quelli con le maschere Azteche. Ma d'altra parte l'ironia è una caratteristica tipica di questa serie. Anche gli "Slug" sono nuovi e sono animati da Dio. Uno addirittura è una bioarmatura in stile Alien2 che, premendo la freccia in giù diventa un Tank d'assalto, trasformandosi con un'animazione che lascia di stucco. Il trend sonoro di tutto il gioco è pesantemente Heavy Metal, sin da subito, fino a toccare l'apice nei Boss di fine livello: enormi e cattivi. E' incredibile notare quanto sia stato sfruttato bene il processore Audio, che dimostra di saper elaborare suoni di una qualità e varietà indicibile per un 16 bit d'epoca.

Metal Slug 5 Recensione Metal Slug 5 Recensione Metal Slug 5 Recensione

Gli Slug ed i personaggi

Come dice il titolo stesso, gli Slug sono l'elemento ricorrente di questo sparatutto a scorrimento orizzontale. Ce ne sono di nuovi, ed anche molto belli, come ad esempio quello citato nel paragrafo precedente. Gli elicotteri, i dromedari e gli elefanti robotizzati lasciano spazio allo Spider Slug, un ragnone meccanico in grado di sputare fuoco a raffiche infinite, con bombe devastanti per il nemico. Peccato che non sia molto usato lungo tutto il gioco e ce lo troveremo in alcuni stage purtroppo non molto "pieni" di nemici. Troveremo anche la "Slug Mobile", con missili e fire cannon infiniti. Il Mach iniziale lo ritroveremo invece quasi alla fine, e si tratta forse di uno dei più bei Slug di sempre: doppia configurazione, robot o carro armato a nostro piacimento, semplicemente premendo in basso o in alto. La sensazione di devastazione è come al solito il leit motiv della serie. Appagante e divertente, con le sue fasi platform quasi fosse un Super Mario. I personaggi selezionabili, tra cui il mitico Marco, hanno una nuova mossa: la slide. Premendo X e Y insieme effettueranno una bella scivolata che nelle situazioni più caotiche permette al giocatore in difficoltà di districarsi dai nemici.. La storia infine è solo il pretesto per portarci sul campo da guerra: la solita organizzazione criminale ha rubato i piani di costruzione degli Slug e stà costruendo dei Robot enormi per poter conquistare il dominio militare.

Metal Slug 5 Recensione Metal Slug 5 Recensione Metal Slug 5 Recensione

Contestualizziamolo

Metal Slug nel 2006 vuol dire molte cose. Prima di tutto che il 2D non è morto, ed ha sempre il suo piccolo mercato di appassionati. Secondo che esistono ancora dei veri e proprio "artigiani" del videogioco che, slegati da grandi corporazioni e da hardware sempre più potenti, continuano a lavorare con scarsi mezzi, riuscendo ad ottenere risultati stupefacenti. E' questo il punto, lo stupore. Seppur in pochi possano apprezzare il lavoro che SNK ha svolto con l'ultimo Metal Slug, la stragrande maggioranza delle persone griderà allo scandolo vedendo un titolo cosi' "arretrato" girare su un'hardware performante come Xbox o quello di PS2.

Ogni gioco andrebbe giocato sulla sua macchina originale, ma sopratutto nel suo contesto storico

Contestualizziamolo

Ogni gioco andrebbe giocato sulla sua macchina originale, ma sopratutto nel suo contesto storico, per essere apprezzato al meglio e per ricevere una critica giusta. E' tuttavia possibile fare un paragone tra Metal Slug e titoli moderni, ad esempio Alien Hominid, titolo molto divertente e sullo stesso genere che introduce l'alta risoluzione. Metal Slug risulta un gioco "primitivo", passato, che purtroppo o per fortuna propone e riprone sempre gli stessi concept e le stesse meccaniche di gioco. Per questo puo' risultare un po' passato anche dal punto di vista della giocabilità, sempre verde, divertente, ma uguale a se stessa da un po' troppi anni.

Metal Slug 5 Recensione Metal Slug 5 Recensione Metal Slug 5 Recensione

Commento

Metal Slug 5 è un ottimo sparatutto arcade. E' pero' arrivato sul mercato di massa con un ritardo enorme rispetto alla controparte da sala, che pure era tecnicamente in ritardo rispetto al resto della concorrenza. Nonostante ciò si tratta di un titolo estremamente godibile, seppur corto (è un arcade per l'appunto), ma solo per coloro che lo amano alla follia oppure che non lo hanno mai provato. In questi ultimi casi puo' rappresentare una piacevolissima sorpresa, cosi' come per gli amanti del retrogaming e del 2D, che non molla mai e non è ancora morto. Per fortuna. Pro: Gameplay semplice e divertente Grafica 2D eccezionale per l'hardware Audio spinto al massimo Contro: Titolo ormai datato Molto corto, è un'arcade Alcuni Slug sono poco usati

Multipiattaforma

Metal Slug 5 è disponibile sia per PlayStation 2 che per Xbox. Le versioni sono virtualmente indistinguibili, la scelta dipenderà, quindi, da quale dei due joypad preferite o dalla console posseduta.

Neo Geo è duro a morire.. e dà ancora i suoi frutti

A distanza di qualche anno ecco arrivare sui nostri teleschermi Metal Slug 5. L'orginale usci' nel 2003, su hardware Neo Geo a 16 bit. Oggi ci viene riproposto, per tutti coloro se lo fossero perso in Sala Giochi e per quelli (tanti) che non avessero comprato la cartucciona Neo Geo, ad un prezzo budget con una conversione ovviamente impeccabile, viste le disparità di hardware a tutto vantaggio della macchina Microsoft. Metal Slug è un titolo storico, amato, famosissimo anche oggi. Tuttavia recensirlo rappresenta una vera sfida, in quanto si tratta si di un gioco valido, ma proposto ormai in un periodo troppo distante dal suo contesto originario. Già nel 2003 Metal Slug rappresentava un titolo anacronistico, diverso per certi versi. Cerchiamo di giocare a questo titolo in due modi: il primo decontestualizzandolo dai tempi moderni, il secondo inserendolo nel panorama videoludico moderno, lontano dai fasti del bitmap e delle due dimensioni.

TI POTREBBE INTERESSARE