Meteos: Disney MagicMeteos: Disney Magic - Recensione 

Un altro puzzle game per Nintendo DS? Vediamo se la magia Disney saprà cambiare il volto di Meteos...

Meteos: Disney Magic - Recensione Meteos: Disney Magic - Recensione Meteos: Disney Magic - Recensione

Prendete uno dei primi puzzle game usciti per Nintendo DS, quel Meteos della Q Entertainment dell’eclettico Tetsuya Mitzuguchi. Aggiungeteci una manciata di personaggi del mondo Disney, che garantiscono sempre il loro bel richiamo. Shakerate tutto insieme e lasciate a riposare per un paio d’anni. Il risultato? Ma Meteos: Disney Magic, ovviamente!

Meteos: Disney Magic - Recensione Meteos: Disney Magic - Recensione Meteos: Disney Magic - Recensione

Ti gioco volentieri ma...

Dal punto di vista tecnico, il lavoro svolto dai programmatori può essere ritenuto in gran parte valido; l’utilizzo dei colori è perfetto, e lo stile Disney è stato ben trasportato all’interno del gioco. Senza dubbio si sarebbe potuto fare di più per quanto riguarda le animazioni, piuttosto limitate e statiche, ma evidentemente si è preferito contenere l’utilizzo di cartucce con maggiore memoria e dunque più costose. In compenso i brani musicali sono molto ben realizzati e perfetti per accompagnare l’azione senza distrarre. Delude invece l’assenza di una modalità multiplayer online; se infatti per quanto riguarda le partite con amici tramite rete ad-hoc c’è tutto quello che si potrebbe chiedere, i due anni passati dal primo Meteos avrebbero certamente consentito di colmare tale lacuna, soprattutto visto che nel frattempo l’infrastruttura del portatile Nintendo è maturata e cresciuta. E sarebbe stata una aggiunta anche particolarmente utile per dare nuovo lustro ad un gameplay che francamente non si può ritenere tra quelli ascrivibili nell’Olimpo dei puzzle game. Già due anni fa Meteos era un titolo più che godibile ma difficile da definire eccelso, e che nel confronto diretto con Lumines dello stesso Mitzuguchi appariva come il “fratello minore”. Oggi la situazione non è cambiata, ed anzi nel frattempo il mercato ha sfornato sullo stesso DS una serie di puzzle che hanno reso la situazione molto più competitiva rispetto al passato.

Meteos: Disney Magic - Recensione Meteos: Disney Magic - Recensione Meteos: Disney Magic - Recensione

Commento

Meteos: Disney Magic è fortunatamente un prodotto sufficientemente diverso dall’originale per evitare la scomoda etichetta di “operazione commerciale”. Le modifiche alla meccanica di gioco hanno di fatto dato vita ad una variazione del concept valida perlomeno quanto l’originale, e l’ambientazione disneyana appare azzeccata e ben mescolata al gameplay. Detto questo, l’assenza di una modalità multiplayer online e più in generale l’impossibilità di collocare Meteos tra i capolavori del genere pongono Disney Magic tra i puzzle game più che buoni ma non imperdibili.

Pro Modifiche al gameplay azzeccate Buona componente grafica La magia Disney c’è Contro Meteos non era e non è un capolavoro Niente multiplayer online Animazioni limitate

Topolino Puzzle League

In realtà le cose sono un po’ diverse da come le abbiamo semplicisticamente descritte poco sopra; Meteos Disney Magic non è fortunatamente una mera operazione commerciale dedita a sfruttare i personaggi creati dal più famoso disegnatore al mondo, ma al contrario porta con sè anche una revisione della meccanica originale del gioco, con differenze più che sensibili. Ovviamente il concept è rimasto intatto; anche in questo caso si tratta fondamentalmente di raggruppare gruppi di almeno 3 blocchi uguali, per vederli così trasformarsi in razzi e scomparire verso la parte alta dello schermo. Da livello a livello va considerato inoltre il fattore della forza di gravità, più o meno marcata, che costituisce un ostacolo per la felice dipartita dei blocchi di cui sopra; in tali casi è necessario realizzare altre combinazioni, per garantire una maggiore spinta e raggiungere così il proprio obiettivo. Ma passiamo alle novità introdotte da questa versione: in primo luogo, ora la console va impugnata verticalmente, a libro, nella maniera che sembra prendere oramai sempre più piede all’interno del parco software della console portatile Nintendo. La maggiore area di schermo utilizzabile ha consentito di aumentare le dimensioni dei blocchi, rendendo così meno facile commettere errori di precisione in tal senso. Rispetto alla trama futuristica adottata col primo Meteos, in Disney Magic tutto ruota attorno ad alcune delle storie più famose della multinazionale americana: Toy Story, The Nightmare Before Christmas, Topolino, Winnie the Pooh, il Re Leone, Lilo & Stitch, La Sirenetta, i Pirati dei Caraibi e Cenerentola. A differenza dell’originale, in cui la sfida era continuamente contro avversari controllati dalla cpu, in questo caso è stato preferito mettere in secondo piano questa soluzione, adottando più spesso come target il raggiungimento di determinati obiettivi prefissati. E mentre si svolge l’azione in uno schermo, nell’altro scorrono semplici animazioni ed immagini del cartone animato selezionato, poi visibili nell’apposita galleria una volta sbloccate. Ma la differenza più consistente di questa nuova edizione sta certamente nella inedita possibilità di spostare i blocchi non solo verticalmente, ma anche in maniera orizzontale (sono l’expert mode resta “fedele alla tradizione”). Una scelta che va a modificare in maniera decisamente marcata il gameplay, donando a Meteos Disney Magic una personalità più che sufficiente e tale da consentirgli il distacco dall’idea di semplice “Meteos con topolino” che molti si erano fatti alla vigilia. Va detto che, benchè questa variazione possa indispettire i fan più accaniti dell’originale, il risultato è più che soddisfacente; il gameplay non viene snaturato, ma anzi acquista una maggiore profondità. E non si tratta di rendere il titolo più facile e quindi accessibile ad un target giovanile... vi assicuriamo che, agli alti livelli di difficoltà, Disney Magic può far sudare le famose sette camicie anche ai giocatori più navigati.

TI POTREBBE INTERESSARE