[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Il 9 porta sfortuna agli RPG

A ben vedere il numero 9 porta un pochino di jella ai giochi di ruolo per computer.
Tutti noi conosciamo il triste destino di Ultima 9: Ascension, così come il sfortunato destino della Sirtech che a causa del fallimento dovette fermarsi all’ottavo capitolo della meravigliosa saga di Wizardry.
La sfortuna non ha risparmiato Might & Magic 9, anzi come un macigno ha colpito con inusitata potenza il titolo sprofondandolo nelle nebbie dell’oblio.
Nelle intenzioni di Jon Van Caneghem e del team di sviluppo di MM9 esso doveva rappresentare una svolta nella saga, basta con le vecchie ambientazioni, con la vecchia interfaccia e con il vecchio motore grafico.
In effetti le novità strutturali, grafiche, narrative e di interfaccia di MM9 sono decisamente radicali, tanto radicali da risultare pessime, ma andiamo con ordine.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

C’era una volta un impero…

Sulla trama del gioco mi sono già soffermato sull’ anteprima, qui ricorderò solo che una misteriosa e pericolosissima minaccia incombe su una remota provincia dell’antico impero scomparso di Ursanian. L’unico modo di porre limite e arginare il pericolo è quello di riunire tutti i sei clan che costituiscono i centri di potere della provincia del Chedian, per condurre un’unitaria resistenza al nemico oscuro.
Infatti solo nell’unione e nella cooperazione vi sarà la salvezza.
Ovviamente tocca a voi quattro, miseri avventurieri in cerca di una guerra da combattere, l’ingrato compito di convincere i sei Jarl (capo clan) andando ora dall’uno, ora dall’altro, e facendo le cose che vi richiedono per convincerli a partecipare al consiglio di guerra riunito. Naturalmente altre avventure vi attendono nel cammino, come si suol dire chi cerca guai, sicuramente li trova.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Inizia l’avventura...

Con MM9 ci ritroviamo di fronte ad un rpg di stampo classico, inizieremo quindi creandoci il nostro party di quattro avventurieri.
In MM9 non decideremo fin da subito che tipologia di personaggio creare, ma potremo solo scegliere se esso è un guerriero o un mago. Successivamente con la specializzazione attraverso l’assegnazione delle abilità e con l’aiuto di appositi maestri si potrà determinare il percorso del guerriero in mercenario e assassino oppure in crociato e quindi paladino o ranger.
Stessa cosa per il mago che potrà specializzarsi nell’utilizzo della magia oscura oppure nella magia della luce e quindi divenire chierico. All’inizio della creazione del nostro party quindi potremo solo scegliere la razza del nostro personaggio a scelta fra Uomo, Elfo, Nano e Mezz’orco, attribuirgli i classici punti caratteristica e soprattutto scegliere le abilità iniziali.
Essendo un gioco della saga di M&M suggerisco vivamente di assegnare a tutti i componenti del party l'abilità dell’uso dell’Arco. Se infatti non si possiede un'abilità non si potrà neppure tentare di utilizzare un oggetto che rientra in quella abilità, ad esempio se non si conosce l’abilità: Corazza, non si potrà in alcun modo indossare alcun tipo di protezione il cui uso rientri in quell’abilità.
Scelte saggiamente le abilità, anche in previsione dell’eventuale successivo sviluppo previsto per il personaggio, coadiuvati da una buona documentazione manualistica che spiega dettagliatamente ogni abilità, caratteristica e razza ci ritroveremo in mezzo al gioco.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

O capperi, son diventato daltonico!!

Il primo impatto con il decantato utilizzo del LithTech engine in MM9 è dei più traumatici. Il motore grafico presenta colori e tonalità che non sfigurerebbero in un party allucinogeno degli anni ’60.
Sinceramente detesto il motore grafico di MM9, lo trovo brutto oltre ogni limite di sopportazione, soprattutto considerando che stiamo parlando di un gioco uscito nel 2002.
Lo so che state pensando che la grafica in un RPG non è tutto, vi posso dare sicuramente ragione, anche perché ho giocato per mesi ad Angband, andatevi a vedere gli screenshot nello speciale dedicato, ma qua non stiamo parlando di un engine grafico semplicemente non al passo coi tempi, che non presenta gli ultimi ritrovati negli effetti grafici delle ultimissime schede video.
Qui stiamo parlando di una grafica brutta, mal colorata, mal composta, spesso troppo abbacinante, altre volte scura come un pozzo nero, e alla bruttezza purtroppo non si pone rimedio, la bruttezza si evita.
I modelli degli NPC sono orribili, il motore delle collisioni funziona malissimo, ho visto NPC camminare sospesi in aria, gli ambienti sono scarni e mail disegnati, l’interazione con gli oggetti è totalmente e completamente assente.
Sinceramente ho sentito una nostalgia incredibile della grafica di MM6 e stiamo parlando di un gioco del 1998!
Si salvano soltanto i dungeon, o meglio le porzioni dei dungeon all’interno dove la grafica è ben definita, così come i modelli dei mostri, che spesso andrete a visionare molto vicino, ma questo è un altro discorso.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

La peggiore interfaccia degli ultimi anni…

Ok, va bene, hanno completamente sbagliato il motore grafico, pazienza, ci sono ben altre componenti in un gioco di ruolo, come l’interfaccia.
L’interfaccia in un gioco di ruolo è fondamentale, essa deve fornire il massimo delle informazioni con il minor sforzo possibile, deve essere dettagliatissima in modo da fugare ogni nostra curiosità o vitale richiesta d’informazione, deve essere chiara e di semplice consultazione. L’interfaccia di MM9 è l’esempio di come NON dovrebbe mai essere disegnata un’interfaccia, è un incubo di povertà informativa, bruttezza grafica e navigazione difficoltosa.
Iniziamo dall’inventario, quello dei precedenti capitoli di MM presentava la figura dal personaggio con addosso l’immagine reale degli oggetti indossati, adesso vi è un misero e mal fatto disegno standard per il guerriero e per il mago a cui sono aggiunte delle microscopiche caselline nelle quali andare ad inerire gli oggetti da indossare.
A parte il fatto che queste caselline sono talmente piccole che talvolta non si riesce a capire che oggetto rappresentino, il paper-doll del nostro personaggio inspiegabilmente è sempre un nano per i guerrieri maschi, un mezz’orco per i guerrieri femmina e così via. Se voi faceste una guerriera elfa essa sarà sempre raffigurata come una mezz’orca con tanto di dentoni sporgenti.
La sezione delle caratteristiche del personaggio è pressoché inutile, vi racconterò un aneddoto a tal proposito: alla fine di un combattimento decido di riposarmi per curarmi le ferite, al risveglio il mio mago non si era curato, mi riposo ma niente. Guardando nell’interfaccia del personaggio non c’era nulla che indicasse qualche stato particolare, torno allo schermo di gioco e osservo bene il suo ritratto: presentava piccole macchioline! Era malato!! Non so di cosa, veleno, maledizione, malattia, emorroidi, da nessuna parte vi era un riferimento, niente di niente se non quattro macchioline sul ritratto!
Inoltre non c’è un riferimento al fatto che si sia passati di livello, l’indicazione dell’esperienza accumulata è un geroglifico di numeri, potrei andare avanti a parlar male di questa interfaccia ma preferisco dedicarmi alle due perle: mappa e diario.

Non c’è limite al peggio

La mappa potrebbe sembrare inizialmente carina, con l’effetto di una mappa realizzata a mano sulla pergamena, fino a che non ci si accorge che non è ruotabile, ne zoomabile, ne scrivibile ne niente di niente!
La mappa più inutile sulla faccia della terra! Nei dungeon per scrollare la mappa bisogna andare fisicamente lontano sperando che la mappa cambi riquadro nella visualizzazione, stessa cosa per le città, dove sarebbe fondamentale scrivere cosa sono i vari palazzi e negozi e posizione dei maestri ecc… Invece nulla, vado avanti consultando una mappa che mi sono scaricato e su cui anime pie hanno scritto le indicazioni!
Il diario è anch’esso talmente inutile che si fa fatica a crederci, non viene indicato nulla se non due misere righe sulle missioni, nessun dialogo importante viene salvato, la posizione dei maestri e i vantaggi della diversa colorazione dei barili tutto mischiato in una pagina.
Riguardatevi il diario di Torment, di Baldur’s Gate, di Wizardry8, addirittura Sea Dogs che non è propriamente un RPG ma ha un diario infinitamente migliore.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Iniziate a capire?

Iniziate a capire perché non sono riuscito ad andare più il là oltre la riunificazione di un clan su sei?
Ma non è finita qui, oltre ad una pessima gestione dell’interfaccia, oltre ad aver sopportato dialoghi ben miseri tradotti in un italiano pessimo, oltre ad aver sopportato quest assurde mi imbatto nel mio primo grande dungeon. Mi dico che i dungeon saranno ben fatti, i combattimenti coinvolgenti.
Lo spero ardentemente, entro nel dungeon ecco che davanti a me ci sono degli imp rossi, metto in pausa e inizio il combattimento. Nel party siamo in 5, noi quattro più un’NPC che si può solo comandare nell’attacco, inizio a puntare l’avversario e le scritte informative scorrono veloci nella parte bassa dello schermo: “Aarnak colpisce infliggendo 5 punti danno”, “Pinco Pallo subisce 16 punti danno” e così via, casto magie, mi curo, insomma mi diverto abbastanza.
Certo nulla a che vedere con la profondità tattica dei combattimenti di Wizardry8, neanche ci avviciniamo di striscio, ma complessivamente non sono male. Poi scopro una cosa…
Mettendo il combattimento in tempo reale basta correre contro il nemico e cliccare come degli ossessi, in pratica si riescono a compiere 10 azioni (due giri del party di 5) ad ogni azione del nemico.
Inoltre certi nemici se ci si mete proprio davanti non fanno assolutamente nulla, stanno fermi a subire fino alla morte!
Ho sconfitto nemici di grande potenza e ripulito interi dungeon senza neppure riposarmi per curarmi! Come se non bastasse l’NPC che è con noi non muore mai, neanche si ferisce per quanti colpi possa subire!
Queste due cose sinceramente sono state le goccie che hanno fatto traboccare il vaso della mia esasperazione e delusione, l’ultima umiliazione ad una saga meravigliosa, l’ultimo colpo di grazia ad un titolo dai gloriosi antenati.

In conclusione

Per favore fate finta che MM9 non sia mai uscito, giocate a MM1 fino ad MM8, giocate a Wizardry8, ma per favore dimenticatevi dell’esistenza di questo titolo.



Voto:
Presentazione: 2
Come se non bastasse il gioco esce senza manuale cartaceo (solo PDF) con un cd ballerino nella confezione DVD-Box senza alcuna protezione, l’ultimo sfregio alla saga di MM.
La traduzione è pessima e i cd sono pure masterizzati male, insomma la peggiore distribuzione su cui abbia avuto la sfortuna di incappare.

Grafica: 5
Colori orribili, modelli degli NPC orripilanti, grafica decisamente brutta per gli esterni e passabile per gli interni dei dungeon e i modelli dei mostri che fortunatamente si salvano e portano il voto quasi alla sufficienza.

Sonoro: 4
Sonoro? Quale, quelle brutte, noiose e ripetitive musiche, oppure quegli effetti sonori sparsi, anonimi e anche loro decisamente brutti?

Gameplay: 3
Se c’era un gioco in MM9 esso è stato schiacciato e polverizzato da un’interfaccia pessima, da un’auto mapping semplicemente ridicolo e da un sistema di combattimento assurdo.

Verdetto finale: 35
Veramente un peccato, una fine che questa serie non si meritava, un titolo da dimenticare per far finta che non sia mai esistito.
Volete giocare ad un vero MM? Prendetevi MM6 in edizione economica, altrimenti se siete amanti dei giochi di ruolo di stampo classico non posso che consigliarvi Wizardry 8.



Gabriele "AarnaK" Dal Fiume


[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

In conclusione

Sento la necessità di aggiungere qualche riga in aggiunta a quanto detto da Gabriele. Premetto che non è mai facile, almeno per noi, stroncare un gioco, figuriamoci se è facile quando questo gioco lo si aspettava con interesse e quando, come me e gabriele, si ha così tanto amato gli episodi precedenti.
Non bisogna mai stroncare un gioco superficialmente, nemmeno quando è brutto. Però io credo che sia nostro dovere mettere in guardia i consumatori, quando un titolo presenta così tante pecche oggettive come M&M IX.
Sembra quasi che chi ha sviluppato questo gioco abbia voluto fare un dispetto a qualcuno, sicuramente ai tanti fans di questa gloriosa saga. Vi faccio degli esempi che soprattutto chi ha giocato il 6, il 7 e l'8 potrà capire: il libro degli spell e di una confusione pazzesca, gli slot delle magie cambiano continuamente...La magia "Scaccia non morti" all'inizio sta nella prima pagina, poi nella terza, infine nella quarta. Ma la cosa che più mi ha fatto imprecare è che le magie che voi fate verso i vostri personaggi, non vengono assolutamente visualizzate ne sull'icona e tantomeno nel riquadro generale. mentre siete in battaglia e dovete con i vostri pg magici castare delle magie protettive, se queste fanno presa sul gruppo, bene, ma se fanno presa solo su un personaggio alla volta, dovete ogni giro ricordarvi a memoria quali sono i personaggi ai quali avete già castato e quali no! L'esempio che prima Gabriele riportava sulla "Malattia" o sulla "Maledizione", almeno quelle riportano delle macchioline sul viso dei vostri pg, ma tutto il resto nisba.
E poi, la mancanza della possibilità di fare delle pozioni, raccogliendo per terra le varie erbe...in MM9 non si può!
Credetemi, nessuno più di me è dispiaciuto nel dire queste cose, ma i soldi per comprare questo gioco sono assolutamente soldi buttati via.
Lello "wolverine" Sarti



Informazioni generali:
Confezione: DVD-Box
Manuale: solo in PDF, 76 pagine in italiano
Numero CD: 2 (procuratevi una custodia per il secondo CD)
Localizzazione: Gioco e Manuale in Italiano

Informazioni tecniche:
Versione testata: 1.02
Configurazione computer di prova: AMD Athlon 900Mhz, 512Mb Ram, GeForce 2 MX 400
Stabilità: Ottima

Link Utili:
Sviluppatore / Produttore: 3DO
Distributore: Leader
Sito ufficiale: http://www.3do.com/mightandmagic/ix/

Non c’è l’ho proprio fatta…

Mi scuso inanzitutto con tutti i lettori, ma non c’è l’ho fatta a finire Might & Magic 9.
Con questo titolo mi son trovato di fronte alla più difficile recensione che mi sia capitata nella mia breve “carriera” di redattore.
Seguo la saga di Might & Magic da lungo tempo, ho adorato all’esasperazione MM6 a mio avviso il migliore della serie e il gioco che ha saputo far riscoprire il gusto dei giochi di ruolo “old-school” in un tempo dove la saga di Baldur’s Gate non era che un sussurro ed a imperare negli scaffali dei giochi di ruolo vi era il solo Diablo.
Lo ammetto, sono di parte, ho sempre gradito l’impostazione degli M&M, il loro stile unico di avanzamento, i meravigliosi dungeon, il sistema di combattimento, l' interfaccia e perché no anche il motore grafico.
La recensione dell’ultima fatica di Jon Van Caneghem mi pone quindi in una difficile posizione, poiché lo dirò subito, il gioco non è un gran bel gioco, anzi per dirla tutta è pessimo.
Cerchiamo di capire in cosa si è sbagliato e perché per il bene della saga di M&M dovremmo far tutti finta che non sia mai uscito.

TI POTREBBE INTERESSARE