RPGplayer vi propone una intervista in esclusiva con chi Morrowind lo conosce bene; Pete Hines è, diciamo, la voce ufficiale di Bethesda. Vediamo come risponde alle nostre domande.


1) Dopo molti anni spesi per la programmazione del gioco, quanto è stata modificata la trama, non considerando il lato tecnico? La storia è stata influenzata dalla scelta di produrre un titolo per console? E parlando degli omicidi, dei tradimenti e delle storie d'amore presenti nell'atmosfera di Daggerfall, c'è qualcosa di simile in Morrowind?

Il gioco ovviamente è un pò cambiato durante la fase di progettazione e sviluppo, ma il prodotto finale è decisamente simile alla nostra visione originale. L'impatto della console è stato solamente positivo. Non abbiamo mai provato a cambiare i contenuti del gioco solo perché abbiamo iniziato a lavorare sulla versione per Xbox. Al contrario, sviluppare il gioco su console ci ha aiutato molto ad ottimizzare la versione per PC in molte cose ed ha portato come risultato ad un gioco migliore.
Morrowind rappresenta un'esperienza molto più ricca e definita che Daggerfall. La sensazione che tutto nel mondo di gioco sia stato fatto a mano è palpabile ed il motivo è che così è stato fatto. Alla fine il risultato è che i personaggi che si incontrano e con cui si parla, le quest che si intraprendono e i posti che si visitano si amalgamano molto meglio tra di loro che in Daggerfall.

2) Si possono guadagnare punti esperienza solo uccidendo e completando quest oppure ci saranno anche delle sequenze di crescita più logiche? (come "usa abilità ---> consequenziale miglioramento in quell'abilità")

Morrowind si basa, nell'assegnare i punti d'esperienza, più sull'uso delle skill scelte creando il personaggio, piuttosto che sull'uccidere mostri o personaggi non giocanti. Quindi, per esempio, creando un personaggio che usa numerose skill "stealth" (per esempio "security" o "sneak"), lo migliorerete usando queste stesse abilità con successo. Ci sono a disposizione 5 skill primarie e cinque skill secondarie e solo aumentando queste abilità passerete di livello.
Questo non significa essere limitati a queste sole abilità. Ci sono sempre altre 17 skill varie da usare, ma non serviranno per passare di livello.

3) Quanto dura il gioco? E' possibile giocarlo "per sempre" senza soluzione di continuità?

Sì, volendo è possibile giocare a Morrowind per sempre. Il gioco ha un finale decisamente aperto e concludere la quest principale non chiude il gioco. Il giocatore medio ci metterà circa 100 ore per finire la trama principale, variando a seconda di quante quest secondarie saranno prese in considerazione. D'altro canto è possibile giocare per centinaia di ore al gioco senza nemmeno iniziare la quest principale. Una volta sommate le quest "per la fazione" e quelle di varia natura più la trama principale, più tutto il contenuto extra che sarà disponibile per il download come un plug-in, è possibile giocare Morrowind a piacere avendo sempre nuove esperienze.

4) Vuoi arricchire il gioco con nuove quest, regioni, NPC e oggetti scaricabili gratis oppure hai pensato ad un eventuale add-on commerciale?

Ci aspettiamo che vengano creati un sacco di plug-in una volta che la comunità di fan di Morrowind metterà le mani sul set di programmazione TES. Non abbiamo piano di aggiunte create da noi. Sono sicuro che qualche membro del team di sviluppo ne creerà qualcuno a gioco finito, ma per ora il nostro comune obiettivo è quello di finire Morrowind e renderlo quanto possibile migliore.

TI POTREBBE INTERESSARE